PAOLO MANTOVANI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

È stato l’uomo capace di portare la Sampdoria dall’orlo della serie C1 ai vertici del calcio continentale, grazie ad anni di investimenti pazienti ed oculati.

L'ASCESA ECONOMICA

Rimrrà sempre nella storia per essere stato l'artefice principe dell'ultima favola vera raccontata dal calcio nel XX secolo: quella di una società passata, nell'arco di un decennio, dalla bassa classifica di serie B al trono d'Italia, sfiorando addirittura quello d'Europa. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nasce a Roma il 19 aprile del 1930, ma giovanissimo, si trasferisce con la famiglia a Cremona. Calcisticamente rimane legato alla Capitale, continuando a tifare L...

I PRIMI ANNI DI PRESIDENZA E IL RITORNO IN SERIE A

Al momento di assumere la carica di presidente, all'età di 49 anni, Paolo Mantovani trova una società in cattive acque finanziarie, ma può sempre contare su un settore giovanile di tutto rispetto. Lasciati partire i grandi nomi (Luciano Chiarugi alla volta di Bologna e Claudio Merlo a quella di Lecce), punta sulla voglia di affermazione e di riscatto di Antonio Logozzo, prelevato dal Verona e Giovanni Sartori, punta di scorta del Milan della stella, senza dimentcare i giovani Giorgo De Giorgis ed...

I PRIMI ANNI DI SERIE A E LA PRIMA COPPA ITALIA

Conquistata la serie A, l'opera di Mantovani non si ferma! Questa volta non gli basta esserci nel calcio che conta, ma vuole recitare una parte da protagonista. La parola salvezza non è bandita dal vocabolario blu-cerchiato, ma non deve essere per forza l'unico obbiettivo. L'Italia apre al secondo straniero, e il Presidente, prima ancora di avere la certezza di partecipare alla serie A 1982-83, si accorda con l'irlandese William Brady, appena scaricato dalla Juventus, che ha ingaggiato il polacco ...

MANTOVANI, BOSKOV E L'EPOCA D'ORO DELLA SAMP

Dopo gli scarsi risultati della stagione 1985-86, Paolo Mantovani non perde il proprio entusiasmo, anzi rilancia, cercando di razionalizzare e di dare personalità ad una rosa di qualità già elevata. Si chiude l'era dei britannici con gli addii di Souness e Francis, avvicendati da altri due stranieri di grande esperienza. Dal Verona, infatti, giunge il gigantesco Hans Peter Briegel, anima dello scudetto giallo-blu del 1985, scambiato on Roberto Galia, mentre dalla Roma arriva Toninho Cerezo, per co...

GLI ULTIMI REGALI ALLA SAMPDORIA

La sconfitta di Londra ha segnato la fine di un'epoca; ma per una che si chiude, un'altra se ne deve aprire! Partito Boskov, in Liguria arriva Sven Goran Erikson, tecnico al quale piace lavorare con i giovani e di giovani,dopo la partenza di Vialli, in blu cerchiato ce ne sono tanti da valorizzare. Dalla Juventus, infatti, sono arrivati il terzino Michele Serena, il centrocampista Eugenio Corini, cervello di centrocampo dell'Under 21 Campione d'Europa di categoria, l'attaccante Mauro Bertarelli e...
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather