ANTONIO DI PIETRO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Con lo scoppio dello scandalo delle tangenti, emerge la figura di Antonio Di Pietro, magistrato molisano titolare delle indagini in questione, diventato il simbolo della moralizzazione della politica italiana. Il suo lavoro, però, è destinato a fermarsi, dopo di che entrerà in politica, ingenerando qualche sospetto intorno a questa stagione di cambiamenti.

PRIMA DELLA MAGISTRATURA: STUDIO ED IMPIEGHI VARI!

Nato a Montenero di Bisaccia, provincia di Campobasso il 2 ottobre del 1950, Antonio Di Pietro consegue il diploma di Perito Elettronico dopo aver superato l'esame di maturità nel 1971. Come molti giovani del luogo, cerca fortuna altrove emigrando in Germania, dove per due anni svolge due lavori: lucidatore di metalli al mattino ed operaio in una segeria il pomeriggio. Nel 19873 fa rientro in Italia, precisamente a Milano, dove si iscrive alla facoltà di giurisprudenza, conciliando lo studio con i...

IL DI PIETRO MAGISTRATO E L'INCHIESTA "MANI PULITE"

Dopo un anno trascorso alla procura di Bergamo, Antonio Di Pietro viene trasferito a quella di Milano, dove inizia ad occuparsi di processi ed indagini legate a reati commessi nell'ambito della pubblica amministrazione. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Immediatamente si fa notare per la grande padronanza degli strumenti informatici, pressoché sconosciuti in questi anni, soprattutto nell'ambito della pubblica amministrazione, ancora legata alle ...

LA VICENDA POLITICA DI ANTONIO DI PIETRO

L'abbandono della toga stupisce un'intera nazione; in fin dei conti molti hanno visto in lui l'uomo capace di rimettere ordine nella vita pubblica del Paese. Tutti lo cercano, soprattutto i grandi partiti politici vorrebbero giovarsi del suo alone di credibilità. Al momento della caduta del primo governo Berlusconi, è addirittura indicato come possibile Primo Ministro, ma non se ne farà nientre, dando inizio all'esecutivo guidato da Lamberto Dini. (adsbygoogle = window.adsbygoogle ||...
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather