CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CLASSIFICA FINALE E CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1995-96

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CLASSIFICA FINALE 1995-96

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. V. N. S. V. N. S. G.F. G.S.
1. MILAN 73 34 13 3 1 8 7 2 21 10 3 60 24
2. Juventus 65 34 12 3 2 7 5 5 19 8 7 58 35
3. Lazio 59 34 13 2 2 4 6 7 17 8 9 66 38
4. Fiorentina 59 34 11 4 2 6 4 7 17 8 9 53 41
5. Roma 58 34 9 6 2 7 4 6 16 10 8 51 34
6. Parma 58 34 13 3 1 3 7 7 16 10 8 44 31
7. Inter 54 34 10 4 3 5 5 7 15 9 10 51 30
8. Sampdoria 52 34 10 5 2 4 5 8 14 10 10 59 47
9. Vicenza 49 34 10 4 3 3 6 8 13 10 11 36 37




10. Cagliari 41 34 9 4 4 2 4 11 11 8 15 34 47
11. Udinese 41 34 8 5 4 3 3 11 11 8 15 41 49
12. Napoli 41 34 8 5 4 2 6 9 10 11 14 28 41
13. Atalanta 39 34 7 4 6 4 2 11 11 6 17 38 50
14. Piacenza 37 34 9 2 6 0 8 9 9 10 15 31 48
15. BARI 32 34 6 7 4 2 1 14 8 8 18 49 71
16. TORINO 29 34 6 6 5 0 5 12 6 11 17 28 46

17. CREMONESE 27 34 4 10 3 1 2 14 5 12 17 37 57
18. PADOVA 24 34 6 3 8 1 0 16 7 3 24 41 79
838 306 165 80 61 61 80 165 226 160 226 808 808

CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1995-96

Smaltite le scorie del mondiale USA, il blocco storico del Milan, rinforzato dalla verve e dall’entusiasmo portato dall’innesto di George Weah, si dimostra ancora capace di primeggiare. Il Milan domina la classifica 1995-96 grazie ad un cammino regolare dall’inizio alla fine. Non è più la squadra ammazza-campionati dei primi anni della gestione Capello, ma se gestito, il gruppo può garantire ancora prestazioni di livello. Certo che la carta d’identità inizia a presentare il conto alla società, apparentemente immobile tuttavia! Di questo se n’è accorto anche Fabio Capello, il quale, non vedendo la progetttualità necessaria per mantenere gli standard d’eccellenza raggiunti, ritiene opportuno togliere il disturbo, andando a sedere sulla panchina del Real Madrid.
Dietro la Juventus paga lo sforzo per raggiungere la finale di champion’s league, autentica ossessione per la società bianconera, cedendo nei momenti cruciali di un campionato che l’ha vista unica antagonista del Milan. Fiorentina e Parma sono uscite ben presto dalla bagarre scudetto, mentre la Lazio, nonostante la terza piazza finale, non ci è praticamente mai entrata. Anche quest’anno la squadra di Zeman ha dato vita a partite memorabili, come il 4 a 0 inflitto alla Juventus o il pirotecnico 6 a 3 con cui ha battuto la Samp, ma ha sempre mancato i match che contavano
In coda cadono Padova e Cremonese, destinate a rimanere per decenni lontane dal calcio di vertice. Con loro retrocede anche il Torino; per i granata si apre il periodo più buio della storia, fatto di delusioni, risalite, nuove cadute e gravissimi problemi socetari.
PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento