CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO MONDIALE DI CALCIO 1966: LE SEMIFINALI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Si entra così nella settimana decisiva. Le semifinali vedono opposte la Germania all’Unione Sovietica e i padroni di casa al Portogallo della stella Eusebio, il giocatore più inseguito dai tifosi a caccia di autografi.
Liverpool (Goodison Park) – martedì 25 luglio 1966 – ore 20.30

GERMANIA OVEST – U.R.S.S. 2-1

RETI: 44’ Haller, 68’ Beckenbauer, 88’ Porkujan (UR)

GERMANIA OVEST: Tilkowski, Lutz, Weber; Schulz, Schnellinger, Beckenbauer; Haller, Overath, Seeler (cap), Held, Emmerich.C.T.: H. Schon.

U.R.S.S.: Yashin, Ponomarev, Shesterniev (cap); Voronin, Danilov, Sabo; Khusainov – Chislenko, Banichevski, Malafeev, Porkujan. C.T.: I. Morozov.

TERNA ARBITRALE: Lo Bello (ITALIA); g.l.: Gardezábal (SPAGNA), Codesal (URUGUAY).

SPETTATORI: 39.000.
In un clima di contestazione per la mancata presenza dell’Inghilterra, dirottata a Wembley dal comitato organizzatore, la Germania Occidentale dei giovani Beckembauer ed Overath diventa la prima finalista del mondiale. Ancora una volta Helmut Haller e Franz Beckembauer risolvono l’incontro. A favore dei tedeschi. Se il primo è un giocatore già affermato, il secondo, mediano, è l’autentica rivelazione della competizione. Ha già avuto modo di farsi conoscere trascinando il Bayern Monaco alla conquista della Coppa di Germania il primo diuna lunga serie di successi che conquisterà con la maglia bavarese.

Manca invece l’appuntamento la stella sovietica Chislenko espulso dopo il primo gol tedesco.
Londra (Wembley Empire Stadium) – mercoledì 26 luglio 1966 – ore 20.30

INGHILTERRA – PORTOGALLO 2-1

RETI: 30’ e 79’ R. Charlton, 82’ Eusebio.

INGHILTERRA: Banks, Cohen, Wilson; Stiles, J. Charlton, Moore (cap); Ball, R. Charlton, Hurst, Hunt, Peters. C.T.: A. Ramsey.

PORTOGALLO: J. Pereira, Festa, Baptista; Carlos, Hilario, Graca; Coluna (cap), Augusto, Eusebio, Torres, Simóes. C.T.: O.V. Gloria.

TERNA ARBITRALE: Schwinte (FRANCIA); g.l.: Zecevic (JUGOSLAVIA), Yamasaki (PERU’).

SPETTATORI: 95.000.
Bobby Charlton trascina l’Inghilterra in finale. Dopo un avvio stentato, la stella del Manchester United esplode nel momento decisivo della competizione, assurgendo al ruolo di eroe nazionale anche grazie al suo passato. Infatti il giocatore era sull’aereo precipitato a Monaco nel 1958 in cui persero la vita alcuni suoi compagni di squadra. Assieme al tecnico Mat Basby Charlton è stato l’emblema della rinascita dello “United”.

Per il Portogallo rimane la consolazione di essere probabilmente la compagine più spettacolare del mondiale.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento