CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO MONDIALE DI CALCIO 1962: LE PARTITE DEL 30 MAGGIO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre l’Italia si sta mettendo a tavola per consumare la cena, per molti ancora a base di mortadella spesso di bassa qualità, in Cile inizia la cerimonia d’apertura dei VII campionati mondiali di calcio, diventati ormai l’evento sportivo dell’anno.
Santiago del Cile (Estadio Nacional) – mercoledì 30 maggio – ore 15.00


CILE-SVIZZERA 3-1 (Gir. B, 1a giornata)

RETI: 7’ Wüthrich (Sv), 44’ Sánchez L., 52’ Ramirez, 55’ Sanchez L.

CILE: Escuti, Eyzaguirre, R.Sánchez; Contreras, Navarro (cap.), Toro; Rojas, Ramirez, Landa, Fouilloux, L.Sánchez.

SVIZZERA: Elsener, Morf, Schneiter; Tacchella, Gróbety, Weber; Allemann, Pottier, Eschmann, Wüthrich, Antenen (cap.). C.T.: K. Rappan

TERNA ARBBITRALE: Aston (Inghilterra); g.l.: Blavier (Belgio), Yamasaki (Perù).

SPETTATORI: 65.000

Arica (Estadio Carlos Dittborn) – mercoledì 30 maggio 1962 – ore 15.00


URUGUAY – COLOMBIA 2-1 (Gir. C, 1a giornata)

RETI: 19’ Zuluaga rig. (Co), 57’ Cubilla, 74’ Sasia

URUGUAY: Sosa, Troche (cap), E.Alvarez; El.Alvarez, Méndez, Goncalves; Cubilla, Rocha, Langón, Sasia, Pérez. C.T.: Commissione tecnica federale.

COLOMBIA: Sánchez, Zuluaga (cap), J. Gonzalez; López, Echeverri, Silva; Coll, Aceros, Klinger, Gamboa, Arias. C.T.: A. Padernera.


TERNA ARBITRALE: Dorogi (Ungheria); g.l.: Etzel Filho (Brasile), Galba (Cecoslovacchia)

SPETTATORI: 8.000

Vina del Mar (Estadio Sausalito) – mercoledì 30 maggio 1962 – ore 15.00


BRASILE – MESSICO 2-0 (Gir. C, 1a giornata)


RETI: 56’ Zagalo, 73’ Pele

BRASILE: Gilmar, D. Santos, Mauro; Zózimo, N. Santos, Zito; Garrincha, Didi, Vavá, Pelé, Zagalo. C.T.: P. Feola.

MESSICO: Carbajal (cap), del Muro, Cárdenas; Sepulveda, Villegas, Reyes; Nájera, del’Aguila, H. Hernández, Jasso, Diaz. C.T.: J. Trelles Campos.

TERNA ARBITRALE: Dienst (Svizzera); g.l.: Schwinte (Francia), Steiner (Austria)

SPETTATORI: 10.000.

Rancagua (Estadio Braden) – mercoledì 30 maggio 1962 – ore 15.00


ARGENTINA – BULGARIA 1-0

RETI: 4’ Facundo

ARGENTINA: Roma, Navarro (cap), Páez; Sainz, Marzolini, Sacchi; Rossi, Facundo, Pagani, Sanfilippo, Belen. C.T.: J.C. Lorenzo.

BULGARIA: Naidenov, Rakarov (cap), Kitov; A. Kostov, Dimitrov, Kovatchev; Diev, Velitchkov, Iliev, Yakimov, Kolev. C.T.: C. Pachedzhiev.


TERNA ARBITRALE: Gardezábal (Spagna); g.l.: Mogan (Canada), Buergo (Messico).

SPETTATORI: 7.000.

La prima giornata di gara va in archivio con la netta vittoria dei padroni di casa sulla Svizzera, mentre il Brasile trova qualche difficoltà in più del previsto per avere ragione del Messico, compagine seriamente intenzionata a fare qualche cosa di meglio rispetto alle precedenti edizioni. I centro americani resistono quasi un’ora prima di cadere sotto i colpi di Zagalo e Pelé.

Vincono anche Uruguay ed Argentina rispettivamente su Ccolombia e Bulgaria.

Uno dei fattori caratteristici di questa giornata d’apertura, ma anche dell’intero mondiale è stato il poco pubblico presente negli stadi. Questo avviene soprattutto quando è di scena la nazionale di casa la cui gara viene data in diretta televisiva. Inizia qui a porsi il problema riguardante la coesistenza tra calcio e televisione.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.