CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

JUVENTUS-CAGLIARI E CONCETTO LO BELLO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Si entra così nella settimana cruciale per il campionato: il Cagliari è chiamato a testare la sua reale consistenza nella trasferta di Torino contro una Juventus in piena rimonta. Uscisse indenne dal Comunale, la formazione sarda metterebbe una seria ipoteca sulla conquista del tricolore. C’è un’intera isola in attesa del verdetto di questo incontro, mentre a Torino Riva e compagni possono godere dell’apporto dei molti immigrati dalla Sardegna che hanno raggiunto “il continente” per trovare condizioni di vita migliori.
24a GIORNATA: domenica 15 marzo 1970

Bari – Fiorentina 1-1

4′ Diomedi (BA), 6′ Ferrante

Bologna – Brescia 0-3

59′ Menichelli, 66′ D’Alessi, 73′ Menichelli

Inter – LR. Vicenza 0-0

Juventus – Cagliari 2-2

29′ aut. Niccolai (JU), 45′ Riva, 66′ Anastasi (JU) rig., 82′ Riva rig.

Lazio – Palermo 4-0

21′ Mazzola II, 33′ Ghio, 44′ e 71′ Chinaglia

rig.
Napoli – Milan 1-1

18′ Manservisi (NA), 28′ Rivera

Sampdoria – Roma 2-0

49′ Corni, 85′ Cristin

Verona – Torino 0-1

48′ Ferrini

CLASSIFICA:

Cagliari 35; Juventus 33; Inter 31; Milan 30; Fiorentina 29; Napoli e Torino 26; LR. Vicenza e Roma 23; Bologna e Verona 21; Lazio 20; Sampdoria 18; Bari, Brescia e Palermo 16.
La pioggia non impedisce il tutto esaurito sugli spalti del vecchio Comunale per questa gara che tentiamo di vivere servendoci anche dei racconti dei diretti protagonisti. Per l’arbitraggio viene scomodato il
monumento Concetto Lo Bello. I tanti tifosi rossoblù rimasti sull’isola tremano alla sigla di “Tutto il calcio minuto per minuto”, poi si rilassano: per i soli risultati dei primi tempi lo speaker, il compianto Enrico Ameri, da Torino annuncia il parziale di 1-1, frutto di un’autorete di Niccolai al 29′ (un classico, purtroppo) e del pareggio di Giggirriva.

racconta anni dopo il portierone Ricky Albertosi

Il pareggio di Riva,
un pallonetto di testa a scavalcare Anzolin, rimette le cose a posto. Fino a quando…:

sbotta Albertosi

Il Cagliari si ritrova così in dieci, con un rigore contro. Albertosi non si scoraggia, si apparta, si concentra. Sul dischetto va Helmut Haller, esperto e freddo tedesco: Albertosi intuisce, Albertosi para. E’ tripudio, undici maglie zuppe di pioggia e fradice di sudore si stringono in un abbraccio mentre sull’isola, nei bar davanti alle radioline, i tifosi zompano dalle sedie, esibiscono sdentature esaltate, bicchieri che si rovesciano, berretti che volano,
fischi. Fischi… chi è che fischia? Non è possibile. Lo Bello. cosa c’è ancora?

Il resto è documento: la foto di Albertosi che piange appoggiato al palo della sua porta, inutilmente consolato da compagni e avversari.

ricorda Ricky

La Juve in vantaggio, il Cagliari a pezzi. L’aggancio è cosa fatta.

riprende Pierluigi
Cera

Ed ecco scoccare l’82’, ecco spiovere un pallone nell’area juventina:

Pericolo sfumato? Ecco ancora un fischio: è Lo Bello. Ma cosa fa?
Indica il dischetto? E’ rigore! Rigore per il Cagliari! E ancora manfrine, proteste, mentre la Sardegna trattiene il fiato. Poi ecco finalmente Giggirriva
sul dischetto, prende la rincorsa il tiro… Anzolin intuisce l’angolo, si tende più che può, tocca la sfera, la devìa… Ma non basta, è gol, gol, il
Cagliari è praticamente campione! Ed eccolo ancora quell’abbraccio di maglie bianche a laccetti, zuppe di sudore e di lacrime, fradice di pioggia e felici
perchè fra poco, su tutto quel bianco, si affaccerà incredulo il tricolore dello scudetto. Mentre i sorrisi dei sardi raggiungono il centro del campo per
la ripresa del gioco. E’ un attimo: gli sguardi di Gigi Riva di Lo Bello si incrociano, l’arbitro strizza l’occhio al campione

gli ammicca

ribatte Riva non ancora rabbonito

sentenzia Lo Bello

Ormai la strada per il Cagliari è in discesa e non si vede chi potrebbe insidiarlo tanto che anche le altre inseguitrici non ottengono vittorie. In coda si registra invece il clamoroso successo del Brescia sul campo di Bologna.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento