CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

TERMINA LA “PRIMAVERA DI PRAGA”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre le spiagge si stanno riempiendo di villeggianti, durante la prima domenica d’agosto si corre il GP. di Germania. C’è molta aspettativa, anche per la pole position conquistata dalla Ferrari di Jacky Icss. Al termine della corsa, però, il successo arride a Jackie Stewart, il quale precede la Lotus di Graham Hill e la Brabham dell’idolo di casa Jochen Rind. Icss, invece, deve accontentarsi della quarta posizione.

Il giorno successivo gli operai impegnati da giorni nella protesta alla Montedison contestano apertamente la camera del lavoro. Attiva sul luogo c’e’ una delle cellule pilota di Potere Operaio che ha iniziato a pubblicare e a diffondere il suo foglio, il giornale omonimo, la “guida” degli operai in lotta. I corsivi, gli interventi sono tutti a carattere rivoluzionario:

La protesta, ormai, è uscita definitivamente dalle scuole, entrando in tutti gli ambienti della vita di ognuno di noi con conseguenze che vedremo in futuro.

Due giorni dopo, con le nostre squadre impegnate nella prima fase del ritiro, si gioca la finale d’andata di Coppa delle Fiere 1967-68. A contendersela ci sono il Leeds, finalista l’anno precedente contro la Dinamo Zagabria ed il Ferencvaros di Floryan Albert, giustiziere del Bologna e vincitore del trofeo nel 1965. Ad Helland Road gli inglesi ipotecano il trofeo vincendo per 2 a 0, ma i magiari hanno oltre un mese di tempo per preparare la gara di ritorno e, come si sa, spesso i campi ungheresi hanno regalato verdetti inaspettati!

Mentre l’Italia è divisa tra contestazione e bagni al mare, gli ultimi ormai, un fatto sconvolge l’intera opinione pubblica mondiale. Il 21 agosto la Cecoslovacchia viene occupata dalle truppe dell’Unione Sovietica, chiamate dai burocrati locali che non hanno visto di buon occhio il vento di novità portato dalla cosiddetta “Primavera di Praga.” Ufficialmente l’intervento si è reso necessario per venire in soccorso della maggioranza della popolazione vessata da una minoranza di forze contro-rivoluzionarie che avrebbero spinto la nazione cecoslovacca nella sfera del mondo capitalista. Si tratta di una situazionetemporanea, ma come si sa nulla è più definitivo del provvisorio e i sovietici rimarranno in Cecoslovacchia fino al 1990.

Pure il mondo del calcio risente dei fatti di Praga: alcune società, capeggiate dal Celtic di Glasgow, chiedono sorteggi separati in modo da far incontrare il più tardi possibile le compagini occidentali con quelle orientali. La maggior parte di queste, per protesta, abbandonerà le competizioni europee, lasciando i tabelloni monchi.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.