CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

VARESE-JUVENTUS 5-0: LA PROVINCIA VA IN PARADISO!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La prima giornata del mese di febbraio, la terza del girone di ritorno, prevede due sfide di vertice praticamente impreviste al momento in cui sono stati redatti i calendari; a San Siro il Milan riceve il Napoli, mentre la Juventus deve recarsi sul difficilissimo campo di Varese, per affrontare la rivelazione dell’anno. C’è timore in casa dei campioni d’Italia; gli uomini allenati da Bruno Arcari sono gli unici ad aver battuto finora il Milan capolista.
18a GIORNATA: domenica 4 febbraio 1968

Atalanta – Cagliari 2-1

21’ Dell’Angelo, 23’ aut. Dell’Angelo (CA), 25’ Danova

Bologna – Brescia 0-3

19’ Mazzia, 39’ e 43’ Troja

LR. Vicenza – Inter 2-1

3’ e 62’ Vinicio, 63’ Facchetti (IN)

Mantova – Sampdoria 0-1

80’ Vieri

Milan – Napoli 2-1

9’ Rivera, 72’ Barison (NA), 90’ Prati

Roma – Spal 1-1

29’ aut. Righetti (RM), 74’ Rozzoni

Torino – Fiorentina 0-2

25’ Maraschi, 51’ Bertini

Varese – Juventus 5-0

20’ Anastasi, 29’ Leonardi, 55’ Vastola, 64’ e 87’ Anastasi

CLASSIFICA:

Milan 27; Varese 23; Juventus e Torino 21; Fiorentina e Napoli 20; Cagliari 19; Atalanta e Inter 18; Bologna e Roma 17; Brescia 15; LR. Vicenza e Sampdoria 14; Spal 13; Mantova 11.
Quella conclusa è stata una giornata ad altissima tensione: a Milano il Napoli contesta il gol decisivo realizzato da Pierino Prati che lo esclude quasi del tutto dalla lotta per lo scudetto. Solo il Varese, devastante contro la Juventus, rimane in scia ai rossoneri. In coda si registrano i successi fondamentali del Brescia sul campo del Bologna e del Vicenza sull’Inter. I berici vengono trascinati alla vittoria da una doppietta di Luis Vinicio il quale si prende una grande rivincita sulla compagine che l’anno prima non ha creduto abbastanza in lui.

Come detto il Brescia sbanca Bologna causando una dura contestazione dei tifosi felsinei nei confronti di “Gipo” Viani.

Tuttavia il fatto di giornata rimane il crollo della Juventus sul campo del Varese. Per i tifosi della squadra lombarda questo 4 febbraio è senz’altro il giorno più bello dell’intera storia del sodalizio bianco-rosso. L’immagine emblematica proveniente dal “Franco Ossola” è quella di Heriberto Herrera stramazzato in panchina preda di una crisi di nervi. Ma più di queste chiacchiere vale la pena dar voce a chi quel 5 a 0 l’ha confezionato. Racconta Pietro Anastasi:

Lamberto Leonardi, esperto centrocampista di quella squadra ora residente a Roma ricorda:

Il giocatore spiega che l’impresa è stata l’apice di una stagione fantastica nella quale gli uomini allenati da Bruno Arcari, l’artefice principe di quell’undici, ha addirittura conteso il primato al grande Milan di Nereo Rocco. L’altro eroe di giornata, l’attaccante Giovanni Vastola dice:

La giornata è memorabile anche per il Presidente della società Giovanni Borghi, grande uomo di sport che in questo periodo sta facendo grande anche la Varese dei canestri.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento