CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

STAGIONE CALCISTICA E STORIA D’ITALIA 1967-68: I PRIMI DUE TURNI DI COPPA ITALIA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Rientrati tutti dalle ferie, riprende la normale routine quotidiana, nella quale è ormai inserita stabilmente anche la partita della domenica. Settembre coincide con l’inizio della Coppa Italia. Prima, tuttavia, c’è ancora qualche conto in sospeso lasciato dalla stagione precedente. Non ci sono protagoniste italiane, ma una finale di coppa è ormai un avvenimento da seguire. A contendersi la Coppa delle Fiere 1966-67 sono chiamate la Dinamo Zagabria e il Leeds United, fortunato giustiziere del Bologna. Nella gara disputata il 30 agosto i croati, all’epoca appartenenti alla Federazione di Jugoslavia, si impongono per 2 a 0 con reti di Cercek e Rora ed ipotecano il primo grande trofeo di club della storia del calcio jugoslavo.

La domenica successiva, come accennato, prende il via la Coppa Italia, manifestazione per la quale si sta cercando la giusta collocazione, in modo da renderla appetibile. La Federcalcio ha deciso di rivederne totalmente la formula: le squadre di serie A e di serie B vengono suddivise in due gruppi distinti e nei primi turni si incontrano solo tra di loro. Solo nei quarti di finale le due poule vengono unite per decidere le quattro squadre che, in un girone all’italiana in andata e ritorno, si contenderanno il trofeo.
COPPA ITALIA – 1o TURNO – domenica 3 settembre 1967
GRUPPO A

Fiorentina – Roma 4-1

LR. Vicenza – Atalanta 1-2

Milan – Cagliari 2-0

Napoli – Spal 4-1

Torino – Sampdoria 1-0

GRUPPO B

Bari – Genoa 1-0

Lazio – Perugia 0-0

Modena – Reggiana 3-2 d.t.s.

Monza – Novara 4-2

Palermo – Foggia

Potenza – Messina 3-2

Venezia – Padova 3-1

Verona – Lecco 1-0

Napoli e Fiorentina iniziano ruggendo, mentre Spal e Roma si trovano costrette a riflettere circa il lavoro svolto in estate. Gioisce l’Atalanta vittoriosa a Vicenza, mentre il Milan parte col piede giusto estromettendo il forte Cagliari. Prosegue anche la marcia del Torino, ma la Sampdoria, neopromossa, può trarre delle conclusioni soddisfacenti sul lavoro svolto fino a questo momento.

In serie B spicca l’eliminazione del Padova finalista l’anno precedente e del Lecco, una delle indiziate a ritornare nella massima divisione in quanto neo retrocessa, sul campo del Verona. Va detto, ad onor del vero, che gli scaligeri, allenati da Niels Liedholm, hanno costruito una compagine che punta alla promozione ingaggiando il bomber del Catanzaro Gianni Bui e il giovane centrocampista Sergio Maddè.

In settimana, esattamente il 6 settembre, Leeds e Dinamo si incontrano, questa volta sul terreno dei londinesi, per la gara di ritorno di Coppa delle Fiere. I padroni di casa tenteranno la rimonta, ma la Dinamo Zagabria resiste e lo 0 a 0 finale fa arrivare in Jugoslavia il primo trofeo internazionale per club vinto da una rappresentante di un movimento che ha ottenuto assai meno di quanto espresso in termini di grandi giocatori.

La domenica successiva si completa il tabellone di serie A. Entrano in scena le regine della stagione precedente: Inter e Juventus. Le gare sono precedute dal Gran Premio d’Italia di Formula Uno, che vede il ritorno al successo di John Surtees, alla guida di un’Honda, davanti a Jack Brabham sull’omonima vettura ed alla Lotus di Jim Clark.
COPPA ITALIA – RECUPERO 1o TURNO GIRONE A – : domenica 10 settembre 1967

Inter – Brescia 4-2

Juventus – Varese 0-0

Mantova – Bologna 0-4

Mentre Inter e Bologna spadroneggiano su Brescia e Mantova, la Juventus riceve la prima delusione stagionale dal neopromosso Varese abile nel resistere per 120 minuti agli assalti degli uomini di Heriberto Herrera e fortunato nel sorteggio che gli ha permesso di proseguire nella competizione.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.