CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CONSIDERAZIONI SULLA STAGIONE CALCISTICA ITALIANA 1967-68

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il 30 giugno 1968 si conclude la stagione che certifica la rinascita del calcio italiano a tutti i livelli. Il merito principale va attribuito all’impresa della nazionale azzurra capace di ritornare ad alti livelli dopo anni di grigiore e di innumerevoli ricostruzioni tecniche tutte terminate con miseri fallimenti.

Al contrario, le squadre di club si stanno facendo onore già da molti anni con la conquista di tre coppe dei campioni, due coppe delle coppe ed una coppa delle fiere, oltre a numerose altre finali perse. Ogni anno escono talenti nuovi epure la stagione appena andata in archivio non fa eccezione: al Milan è esploso Pierino Prati, mentre Varese è stata la culla di Pietro Anastasi, centravanti siculo che ha fatto sognare gli sportivi azzurri nella ripetizione della finale contro la Jugoslavia. Roma ha ammirato le giocate di Giuliano Taccola, mentre Vicenza ha fatto esplodere il talento di Sergio Gori.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.