CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1966-67: TERMINA IL GIRONE D’ANDATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’anno si apre con il primo gran premio di Formula Uno valido per il mondiale 1967. In Sud Africa si parte senza la Ferrari ed il successo arride alla Cooper del messicano Pedro Rodriguez, davanti al quarantaduenne John Love, secondo con una vettura antiquata (il motore era un Climax del 1960), che a sua volta precede l’Honda di John Surtees.


Il primo mercoledì dell’anno Fiorentina e Vicenza scendono in campo per completare il calendario.
RECUPERO 7a GIORNATA: mercoledì 4 gennaio 1967

Fiorentina-LR. Vicenza 3-0

13′, 50′ e 61′ Brugnera
Mario Brugnera, ventenne centravanti veneziano destinato a chiudere la carriera come libero di valore, realizza una tripletta che lancia i viola nelle prime posizioni della classifica.

Il campionato è sempre più bello, ed avvincente e l’attesa per la partita della domenica cresce esponenzialmente. Da un’altra parte del globo, però, si sta disputando un altro campionato nel quale le cannonate sparate coi piedi vengono sostituite da ordigni sparati dall’alto e i gol sono eventi che fanno veramente male. Mentre gli italiani godono la loro domenica calcistica, l’8 gennaio, dopo la tregua voluta dagli americani in Vietnam per le feste di Natale, i combattimenti in terra, in mare e in cielo riprendono più aspri di prima. Questa volta però, sono gli americani a sostituirsi definitivamente ai sudvietnamiti impiegati fino a questo momento. “E’ l’inizio della “ambiziosa campagna
americana” dentro il “Triangolo di ferro”. In due giorni 273 missioni di caccia bombardieri e di B-52, spianeranno la strada” (Com. Ansa 10 Gen. Ore 15.55)
15a GIORNATA: domenica 8 gennaio 1967

Atalanta – Fiorentina 0-0

Foggia – Brescia 0-1

89′ Troja

Juventus – Mantova 1-1

3′ Zigoni (JU), 80′ Trombini

LR. Vicenza – Cagliari 0-2

57’’ e 76′ Riva

Lazio – Bologna 2-1

2′ Dolso, 6′ Morrone, 69′ Haller (BO)

Milan – Torino 1-1

20′ Simoni, 39′ Rivera (MI)

Napoli – Inter 0-0

Spal – Roma 1-0

18′ Dell’Omodarme

Venezia – Lecco 2-0

8′ Benitez rig., 17′ Dori

CLASSIFICA:

Inter 23; Juventus 22; Cagliari, Fiorentina e Napoli 20; Bologna e Roma 17; Brescia 16; Milan 15; Mantova e Torino 14; Atalanta e Spal 13; LR. Vicenza e Lazio 12; Venezia 8; Lecco 7; Foggia 6.

L’Inter esce imbattuta da Napoli e mantiene la vetta in quanto la Juventus non riesce ad imporsi sul Mantova autore finora di un ottimo campionato. I virgiliani hanno costruito una compagine nella quale giocatori esperti come Pavinato e Di Giacomo stanno facendo crescere al meglio autentiche promesse come il portiere Dino Zoff. Vincono Cagliari e Fiorentina, mentre il Bologna cade sul campo della Lazio che guadagna due punti fondamentali per la lotta per la salvezza. Questanno la battaglia per rimanere in serie A è veramente dura essendo previste ben quattro retrocessioni necessarie per la riduzione delle partecipanti alla serie A da 18 a 16.
16a GIORNATA: domenica 15 gennaio 1967

Brescia – Torino 0-1

86′ Combin

Fiorentina – Inter 1-2

40′ Brugnera (FI), 41′ Bedin, 64′ Guarneri

Foggia – Lazio 2-1

26′ D’Amato (LA), 48′ Micheli, 64′ Gambino

Juventus – LR. Vicenza 2-0

58′ Bercellino, 69′ De Paoli

Mantova – Atalanta 0-0

Milan – Bologna 1-1

41′ Saltutti (MI), 48′ Haller

Napoli – Lecco 4-1

8′ Altafini, 17′ Canè, 19′ Azzimonti (LE), 78′ Altafini, 87′ Juliano

Roma – Venezia 1-0

70′ Sirena

Spal – Cagliari 0-0

CLASSIFICA:

Inter 25; Juventus 24; Napoli 22; Cagliari 21; Fiorentina 20; Roma 19; Bologna 18; Brescia, Milan e Torino 16; Atalanta, Mantova e Spal 14; LR. Vicenza e Lazio 12; Foggia e Venezia 8; Lecco 7.

L’Inter vince a Firenze contro una squadra in piena rimonta e risponde al successo della Juventus. Naturalmente affermazioni simili infondono fiducia in un gruppo costruito per primeggiare in Italia ed in Europa. Il Bologna esce con un pareggio dal campo di San Siro contro un Milan che non riesce ad emergere. L’unica nota positiva per i rossoneri è il gol dell’esordiente Nello Saltutti, centravanti toscano destinato ad una buona carriera in serie A.

Due giorni dopo il Napoli è impegnato in Inghilterra per l’andata degli ottavi di finale della Coppa delle Fiere. Il poco tempo per riposare si fa sentire sulle gambe degli uomini di Bruno Pesaola, i quali compromettono la loro partecipazione tornando sconfitti per 3 a 0 dal terreno del Burnley.

Il giorno seguente, invece, Mantova e Spal scendono in campo per recuperare il loro match rinviato il mese precedente.
RECUPERO 14a GIORNATA: mercoledì 19 gennaio 1967

Mantova – Spal 1-0

89′ Jonsson
All’ultimo minuto lo svedese Johnson realizza una rete che porta i suoi in posizioni tranquille di classifica lasciando la Spal a lottare per rimanere nella massima categoria.
17a GIORNATA: domenica 22 gennaio 1967

Atalanta – Foggia 2-0

55′ Pelagalli, 65′ Hitchens

Bologna – LR. Vicenza 2-0

73′ Turra, 89′ Pascutti

Cagliari – Brescia 2-0

54′ e 68′ Riva

Fiorentina – Roma 2-2

10′ Brugnera (FI), 43′ Carpenetti, 53′ Bertini (FI), 74′ Enzo

Inter – Mantova 1-1

26′ Corso (IN), 66′ Salvemini

Lazio – Juventus 0-0

Lecco – Milan 1-1

26′ Rivera rig., 34′ Azzimonti (LE)

Torino – Napoli 0-0

Venezia – Spal 1-0

65′ Mazzola II

CLASSIFICA:

Inter 26; Juventus 25; Cagliari e Napoli 23; Fiorentina 21; Bologna e Roma 20; Mantova, Milan e Torino 17; Atalanta e Brescia 16; Spal 14; Lazio 13; LR. Vicenza 12; Venezia 10; Foggia e Lecco 8.
Il girone d’andata termina col pareggio casalingo dell’Inter contro un Mantova che sta disputando una stagione al di là delle proprie possibilità. I milanesi sono campioni d’inverno in quanto la Juventus non va oltre il pareggio sul campo di una Lazio fortemente impelagata nelle sabbie mobili della zona retrocessione. Del rallentamento delle due di testa approfittano Napoli, Fiorentina e Cagliari che hanno rispettivamente tre e quattro punti di svantaggio, un margine tutto sommato recuperabile.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento