CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1966-67: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 23a ALLA 26a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
In settimana si completa pure il quadro delle partecipanti ai quarti di finale di Coppa Italia.
COPPA ITALIA – QUALIFICAZIONI 4i DI FINALE – mercoledì 1 marzo 1967

Juventus – LR. Vicenza 5-2 d.t.s.

Milan – Torino 4-2

Finalmente il Milan dà prova di essere un complesso di valore garantendosi in modo autoritario la possibilità di proseguire nel secondo torneo calcistico nazionale. A dispetto del punteggio, invece la Juventus fatica per aver ragione della resistenza del Lanerossi Vicenza.

Tuttavia il piatto forte del mercoledì calcistico consiste nella partita di ritorno dei quarti di finale della Coppa dei Campioni, con l’Inter chiamata a difendere la rete di vantaggio dell’andata realizzata da Renato Cappellini. Ancora una volta il giovane attaccante diventa eroe di coppa aprendo le marcature al Santiago Bernabeu. I madrileni attaccano per tentare di rimediare una situazione diventata difficile, ma nella ripresa un’autorete del mediano Zoko mette praticamente fine alla contesa. A questo punto la formazione di Helenio Herrera diventa la principale candidata al trono d’Europa.
23a GIORNATA: DOMENICA 5 marzo 1967

Brescia – Inter 0-3

48′ Domenghini, 67′ e 82′ Mazzola

Fiorentina – Cagliari 1-0

81′ Hamrin

Foggia – Juventus 0-0

Lecco – Bologna 1-2

26′ Bonfanti (LE), 74′ Haller, 82′ Nielsen

Milan – LR. Vicenza 2-0

86′ Rivera, 88′ Innocenti

Napoli – Venezia 4-0

19′ Bianchi, 32′ Canè, 40′ Juliano, 47′ Canè

Roma – Lazio 0-0

Spal – Atalanta 1-0

4′ Massei

Torino – Mantova 2-0

13′ Facchin, 24′ Ferrini

CLASSIFICA:

Inter 37; Juventus 33; Napoli 31; Bologna, Cagliari e Fiorentina 29; Milan 26; Roma e Torino 24; Mantova 23; Atalanta 21; Brescia 20; Lazio 19; Spal 18; LR. Vicenza 17; Venezia 13; Foggia 11; Lecco 10.
L’aria di coppa fa bene all’Inter capace di travolgere il Brescia, approfittando del nuovo mezzo passo falso della Juventus staccata ora di ben quattro lunghezze. A questo punto non si vede come i bianconeri possano riuscire a strappare il titolo ad una macchina perfetta come quella interista.

In coda si registra il ritorno al successo della Spal contro l’Atalanta.

In settimana Juventus e Bologna affrontano il ritorno degli Ottavi di Finale di Coppa delle Fiere. In terra britannica, le due squadre sono attese da partite apparentemente senza grandi patemi, date le grandi vittorie dell’andata. I felsinei tornano da West Bronwich con una larga vittoria per 3 a 1, confezionata da una doppietta di Nielsen e da un gol di Bulgarelli, mentre la Juventus perde di misura, superando tranquillamente il turno.
24a GIORNATA: DOMENICA 12 marzo 1967

Atalanta – Lecco 1-0

4′ Savoldi

Bologna – Roma 2-0

75′ e 85′ Perani

Foggia – Milan 0-2

A TAVOLINO

Inter – Torino 1-2

17′ Meroni, 25′ Puia, 60′ Bicicli (IN)

Juventus – Spal 2-1

23′ Zigoni, 42′ Reja (SP), 61′ Zigoni

LR. Vicenza-Fiorentina 3-1

13′ Brugnera (FI), 30′ e 39′ Maraschi, 57′ Gori rig.

Lazio – Napoli 0-0

Mantova – Brescia 0-0

Venezia – Cagliari 1-1

46′ Riva rig., 78′ Grossi (VE)

CLASSIFICA:

Inter 37; Juventus 35; Napoli 32; Bologna 31; Cagliari 30; Fiorentina 29; Milan 28; Torino 26; Mantova e Roma 24; Atalanta 23; Brescia 21; Lazio 20; LR. Vicenza 19; Spal 18; Venezia 14; Foggia 11; Lecco 10.
Campionato chiuso? Nemmeno a pensarci! Le fatiche di coppa si fanno sentire e l’Inter cade in casa contro il Torino. Nereo Rocco gioca proprio uno bello scherzo a “quel mona de’ mago” che ora deve tener alta la tensione tra i suoi per non compromettere questo traguardo. La Juventus, grazie ad una doppietta di Zigoni dimezza il distacco in classifica e sogna!

Tuttavia l’evento più saliente di giornata si registra a Foggia e non ha nulla a che vedere con fatti agonistici: una bottiglia colpisce Amarildo lasciando il Milan in dieci uomini. Il giudice sportivo darà partita vinta a Rivera e compagni, mentre per il Foggia la salvezza è sempre più un miraggio.
25a GIORNATA: DOMENICA 19 marzo 1967

Atalanta – LR. Vicenza 0-0

Cagliari – Juventus 0-0

Fiorentina – Foggia 0-1

40′ Traspedini

Mantova – Venezia 2-1

21′ Spagni (VE), 43′ Catalano, 64′ Di Giacomo

Milan – Brescia 0-1

55′ Salvi

Napoli – Bologna 2-1

11′ Canè, 42′ Orlando, 59′ Nielsen (BO)

Roma – Inter 0-0

Spal – Lazio 4-1

16′ Bagatti (LA), 20′ Rozzoni, 31′ Massei rig., 52′ e 71′ Bosdaves

Torino – Lecco 1-1

51′ Facchin (TO), 84′ Bonfanti

CLASSIFICA:

Inter 38; Juventus 36; Napoli 34; Bologna e Cagliari 31; Fiorentina 29; Milan 28; Torino 27; Mantova 26; Roma 25; Atalanta 24; Brescia 23; LR. Vicenza, Lazio e Spal 20; Venezia 14; Foggia 13; Lecco 11.
Prima della pausa per la nazionale va in scena una giornata interlocutoria terminata col medesimo risultato a reti bianche per Inter e Juventus. Allora la prima pagina va al bresciano Egidio Salvi autore di un gol storico sul campo di San Siro col quale stende il Milan in lotta per un posto in Europa. In coda sorride anche la Spal dopo la grande vittoria nello scontro diretto con la Lazio.

Col rientrante Rivera al posto di Sandro Mazzola e con Cappellini all’esordio la nazionale si reca a Cipro per proseguire la propria avventura nel Campionato Europeo per nazioni.

L’impegno è tuttavia preceduto dal match di Coppa delle Fiere tra Bologna e Leeds United
risolto dal danese Harald Nielsen in favore dei felsinei, chiamati comunque ad affrontare una trasferta insidiosa in Inghilterra.
267: Nicosia (Gymnasion) – mercoledì, 22 marzo 1967 – ore 14,45

CIPRO – ITALIA 0-2 (C.E.Q. VI girone 2a gara)

RETI: 76′ Domenghini, 88′ Facchetti

CIPRO: Varnavas, Panikos, Cattos, Ploudis, Costas (cap.), Toflis, Ketteris, Drossov, Kostakis, Kristallis, Spilianou. C.T.: Gavalas.

ITALIA: G. Sarti (Inter) 7, Burgnich (Inter) 16, Facchetti (Inter) 27 (cap.), Lodetti (Milan) 15, Guarneri (Inter) 16, Picchi (Inter) 6, Domenghini (Inter) 6, Rivera (Milan) 26, Cappellini (Inter) 1,
Juliano (Napoli) 4, Corso (Inter) 19.C.T.: Commissione Tecnica federale: H.
Herrera, F. Valcareggi.

ARBITRO: Kyriakov (Bulgaria).

SPETTATORI: 10.000
Alla fine del primo tempo nello spogliatoio del piccolo stadio di Nicosia aleggia il fantasma della Corea: l’Italia non ha ancora sbloccato l’incontro. Fortunatamente nell’ultimo quarto d’ora Domenghini e Facchetti riescono a scardinare il muro difensivo dei padroni di casa confezionando una vittoria fondamentale per la qualificazione al turno successivo.

Il lunedì di Pasquetta la nazionale torna in campo contro il Portogallo di Eusebio. Herrera e Valcareggi tentano un esperimento: schierare contemporaneamente Rivera, Mazzola, il rientrante Bulgarelli e Mariolino Corso dietro al bomber di stagione Gigi Riva.
268: Roma (Stadio Olimpico) -lunedì 27 marzo 1967 – ore 15,00

ITALIA – PORTOGALLO 1-1 (Am)

RETI: 24′ Eusebio (PO), 74′ Cappellini

ITALIA: G. Sarti (Inter) 8, Nardin (Napoli) 1, Facchetti (Inter) 28 (cap.), Lodetti (Milan) 16, Guarneri (Inter) 17, Picchi (Inter) 7, Rivera (Milan) 27 (46′ Domenghini (Inter) 7), A. Mazzola (Inter) 25, Riva (Cagliari) 3 (59′ Cappellini (Inter) 2), Bulgarelli (Bologna) 28, Corso (Inter) 20. C.T.: Commissione Tecnica federale: H. Herrera e F. Valcareggi.

PORTOGALLO: Americo, Morais, Raul, Hilario, Jaime Graça, José Carlos, José Augusto, Eusebio, Jorge, Coluna (cap.) (83′ Vitor Campos), Simoes (81′ Peres). Ct: G. da Silva.

ARBITRO: Finney (Inghilterra).

SPETTATORI: 65.000
Tutto sommato l’esperimento di schierare tutti i migliori numeri 10 del campionato italiano fallisce. Eusebio buca la retroguardia azzurra. Negli spogliatoi si corre ai ripari sostituendo Rivera con Domenghini, successivamente tocca anche a Riva lasciare il campo a Renato Cappellini il quale sfrutta il proprio momento magico realizzando la rete che permette all’Italia di uscire imbattuta dal difficile incontro con i terzi classificati al mondiale inglese.

L’ultimo mercoledì di marzo vede la Juventus scendere in campo contro la Dinamo Zagabria, per cercare di strappare l’accesso alle semifinali di Coppa delle Fiere. A Torino l’incontro termina 2 a 2, con reti juventine di Zigoni e Stacchini. Nel capoluogo croato la gara di ritorno si annuncia alquanto dura.
26a GIORNATA: DOMENICA 2 aprile 1967

Brescia – Atalanta 0-0

Cagliari – Mantova 0-0

Fiorentina – Bologna 1-1

7′ Cosma (FI), 26′ Nielsen rig.

Foggia – Spal 0-0

Inter – Milan 4-0

18′ Cappellini, 71′ Facchetti, 74′ Suarez, 84′ Domenghini

Juventus – Napoli 2-0

52′ Zigoni, 55′ Salvadore

LR. Vicenza – Torino 0-1

45′ Puia

Lazio – Venezia 1-1

35′ Carosi (LA), 66′ Benitez rig.

Lecco – Roma 2-2

21′ Clerici (LE), 24′ Pellizzaro, 40′ Peirò, 48′ Azzimonti (LE)

CLASSIFICA:

Inter 40; Juventus 38; Napoli 34; Bologna e Cagliari 32; Fiorentina 30; Torino 29; Milan 28; Mantova 27; Roma 26; Atalanta 25; Brescia 24; Lazio e Spal 21; LR. Vicenza 20; Venezia 15; Foggia 14; Lecco 12.
Il campionato riprende con l’Inter che nel derby strapazza i cugini infliggendo loro una delle più pesanti sconfitte nella storia della sfida meneghina. La debacle nella stra-cittadina rappresenta la cartina di tornasole di una stagione altamente negativa di Rivera e compagni. Dietro la Juventus non molla sconfiggendo il Napoli che ora deve accontentarsi di conquistare un posto nelle prossime competizioni europee.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.