CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

DALLA 20a ALLA 23a GIORNATA DEL CAMPIONATO 1963-64 COL SOSPETTO DEL DOPING SUL BOLOGNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
In questa prima settimana di febbraio inizia a farsi strada una polemica: secondo i soliti ben informati il Bologna, attraverso Giacomo Bulgarelli, saprebbe in anticipo quali sono le squadre sorteggiate per l’anti doping. Per questo i giocatori si permetterebbero il lusso di assumere sostanze che consentono loro un simile rendimento sul terreno di gioco.

Dall’estero arrivano nel contempo notizie inquietanti: il 7 febbraio gli Stati Uniti bombardano per la prima volta il Vietnam del Nord. Da alcuni mesi la Casa Bianca ha inviato alcune truppe nel Paese asiatico diviso in due nazioni, una governata da un regime filo-occidentale (Vietnam del Sud), l’n$$altra invece di stampo comunista (Vietnam del Nord). L’idea è quella di favorire la riunificazione dello stato estromettendo i filo-sovietici dal potere. L’azione è stata intrapresa da John Kennedy, convinto di risolvere la questione in breve tempo. Inizia invece una delle pagine più controverse e dolorose della storia del secondo dopoguerra.
20a GIORNATA: domenica 9 febbraio 1964

Atalanta – Bologna 1-1

28′ Fogli, 36′ Magistrelli (AT)

Bari – Juventus 1-1

39′ Sivori, 42′ Vanzini (BA)

L.R. Vicenza – Messina 1-1

65′ Campana (LR), 83′ Fascetti

Milan – Lazio 0-1

24′ Morrone

Modena – Mantova 1-1

46′ Volpi, 52′ O. Conti (MO)

Roma – Genoa 1-0

42′ Fontana

Sampdoria – Fiorentina 0-1

18′ Pirovano

Spal – Catania 3-1

5′ Novelli, 42′ Massei rig., 48′ Fanello (CA), 73′ Bui

Torino – Inter 0-2

7′ Jair, 59′ Mazzola

CLASSIFICA:

Bologna 32; Milan 31; Inter 30; Fiorentina e Juventus 26; L.R. Vicenza e Roma 21; Atalanta 19; Catania, Lazio, Mantova, Spal e Torino 17; Genoa 16; Modena 15; Sampdoria 14; Bari 13; Messina 11.

Juan Carlos Morrone, attaccante italo-argentino di buon livello, compie l’impresa digiornata andando a realizzare il gol decisivo per sconfiggere a domicilio un Milan distratto dall’impegno del mercoledì successivo quando dovrà tentare una rimonta praticamente impossibile contro il Real Madrid. Ne approfittano Inter e Bologna. Per i nerazzurri il momento è propizio in quanto debbono ancora recuperare la partita col Modena.
RECUPERO 18a GIORNATA: mercoledì 12 gennaio 1964

Modena – Inter 0-1

18′ Facchetti
Una rete di Giacinto Facchetti, terzino col vizio del gol dotato di un’incredibile forza fisica, rilancia l’Inter nella lotta per lo scudetto. In serata la Juventus scende in campo a Torino per tentare di rovesciare il verdetto della partita d’andata contro il Saragozza. Le due reti realizzate in Spagna danno fiducia all’ambiente, in quanto la difesa iberica non sembra delle più imperforabili. A Torino, invece, Sìivori e compagni sbattono sistematicamente contro un muro invalicabile e sono costretti ad abbandonare la competizione.

Il giorno successivo il Milan è padrone assoluto della scena. Contro il Real c’è bisogno di un’autentica impresa. Ci si aggrappa al gol di Lodetti nella gara d’andata, per tentare l’aggancio che condurrebbe almeno alla bella. San Siro presenta il tutto esaurito, con un pubblico che è una bolgia, che sembra impazzire quando Altafini e Lodetti, ancora lui, portano la gara sul 2 a 0. Il Real sembra crollare, ma l’imprecisione degli avanti milanisti e un po’ di sana esperienza permettono a Di Stefano e compagni di entrare tra le quattro grandi del continente. Per il Milan rimane il rammarico di aver gettato tutto all’aria in una mezz’ora di follia.
21a GIORNATA: domenica 16 febbraio 1964

Fiorentina – Bologna 0-0

Genoa – Lazio 4-1

8′ Baveni, 11′ Meroni, 59′ Dalmonte, 84′ Maraschi (LA) rig., 87′ Bean

Juventus – Sampdoria 1-0

28′ Da Costa

L.R. Vicenza – Catania 1-1

40′ Campana (LR), 85′ Danova

Mantova – Inter 2-2

15′ Jair, 24′ aut. Picchi (MA), 79′ Milani, 89′ Jonsson (MA)

Milan – Torino 1-1

17′ Amarildo (MI), 65′ Ferrini

Modena – Bari 1-1

35′ Vanzini, 39′ Brighenti (MO)

Roma – Atalanta 1-1

2′ F. Nielsen, 35′ Malatrasi (RM)

Spal – Messina 1-1

22′ Morbello, 65′ Olivieri (SP)

CLASSIFICA:

Bologna 33; Milan 32; Inter 31; Juventus 28; Fiorentina 27; L.R. Vicenza e Roma 22; Atalanta 20; Catania, Genoa, Mantova, Spal e Torino 18; Lazio 17; Modena 16; Bari e Sampdoria 14; Messina 12.
In una giornata caratterizzata dal segno x in schedina (ben 7 su 9), le prime della classe pareggiano tutte con modalità diverse: a reti bianche il Bologna, in modo scialbo il Milan e in modo rocambolesco l’Inter raggiunta all’ultimo minuto da un gol dello svedese Johnson. Gli uomini di Herrera hanno perso una ghiotta occasione per affiancare i felsinei al comando.

In coda il Genoa conquista una pesantissima e larga vittoria contro la Lazio, nella quale emerge il talento del giovane comasco Luigi Meroni: lunghi capelli al vento e tanta fantasia!
22a GIORNATA: domenica 23 febbraio 1964

Bari – L.R. Vicenza 1-0

41′ Vanzini

Bologna – Modena 0-0

Catania – Sampdoria 1-5

12′ Wisnieski, 42′ Salvi, 53′ Morini, 62′ Barison, 69′ e 85′ Turra (CA)

Fiorentina – Juventus 2-1

8′ Pirovano, 40′ Hamrin, 67′ Del Sol (JU)

Genoa – Milan 1-1

37′ Mora, 75′ Rivara (GE)

Inter – Spal 0-0

Lazio – Roma 1-1

21′ Rozzoni (LA), 78′ Carpanesi

Messina – Atalanta 1-1

1′ F. Nielsen, 77′ Canuti (ME)

Torino – Mantova 5-2

4′ Simoni (MA), 12′ Hitchens, 19′ Peirò, 30′ Mazzero (MA), 82′ e 84′ Puia, 87′ Poletti

CLASSIFICA:

Bologna 34; Milan 33; Inter 32; Fiorentina 29; Juventus 28; Roma 23; L.R. Vicenza 22; Atalanta 21; Torino 20; Genoa e Spal 19; Catania, Lazio e Mantova 18; Modena 17; Bari e Sampdoria 16; Messina 13.
In un’altra giornata interlocutoria, caratterizzata dai pareggi delle tre di testa, spicca la larga vittoria ottenuta dalla Sampdoria sul campo del Catania. Per i liguri, invischiati testa e collo nella lotta per non retrocedere si tratta di una grandissima ignezione di fiducia per risolvere al meglio una stagione ampiamente deficitaria.

L’Inter, intanto, parte alla volta di Belgrado, per affrontare una trasferta pericolosa. Nel Partizan giocano molti nazionali jugoslavi giunti quarti all’ultimo mondiale cileno. Jair e Mazzola, invece risolvono la pratica, rendendo assai agevole la gara di ritorno di Milano, prevista per la settimana successiva.
23a GIORNATA: domenica 1 marzo 1964

Atalanta – Mantova 0-0

Bari – Messina 0-1

87′ Benitez

L.R. Vicenza – Lazio 1-0

89′ Vinicio rig.

Milan – Bologna 1-2

6′ Amarildo (MI), 10′ Nielsen, 36′ Pascutti

Modena – Genoa 2-1

19′ Rivara (GE), 34′ Brighenti, 82′ De Robertis

Roma – Juventus 1-2

16′ e 72′ Stacchini, 85′ Sormani (RM)

Sampdoria – Inter 1-5

9′ Mazzola, 11′ Facchetti, 13′ Suarez, 14′ Barison (SA), 25′ Mazzola, 27′ Suarez rig.

Spal – Fiorentina 0-0

Torino – Catania 0-0

CLASSIFICA:

Inter 34; Bologna e Milan 33; Fiorentina e Juventus 30; L.R. Vicenza 24; Roma 23; Atalanta 22; Torino 21; Spal 20; Catania, Genoa, Mantova e Modena 19; Lazio 18; Bari e Sampdoria 16; Messina 15.

In 27 minuti l’Inter serve la cinquina a domicilio alla spaesata Sampdoria e risponde alla grandissima vittoria del Bologna sul campo del Milan. Il successo dei felsinei scatena la bufera in casa rosso-nera, alla quale manca la vittoria in campionato da ben quattro giornate. Tutti i nodi vengono al pettine: i dissapori tra Viani e Carniglia e quelli con Josè Altafini. Alla fine la società decide di esonerare l’ex tecnico del Real Madrid affidando la squadra a Niels Liedholm distintosi finora come tecnico del settore giovanile.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento