CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LA COPPA ITALIA 1959-60 È DELLA JUVE!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre terminano i giochi olimpici, si disputa il secondo turno della Coppa Italia 1960-61 e, contemporaneamente anche le semifinali valide per l’edizione 1959-60.
COPPA ITALIA 1959-60 SEMIFINALI: domenica, 11 settembre 1960

Juventus – Lazio 3-0

Fiorentina – Torino 5-3

Juventus e Fiorentina, dominatrici l’anno prima, accedono alla finale grazie a due prove maiuscole. La vittoria dei bianco-neri mette a nudo tutti i limiti tecnici della Lazio, uscita indebolita da una campagna acquisti che ha dovuto tener conto del necessario risanamento delle casse sociali svuotate da anni di spese folli.

Come accennato, contemporaneamente sono scese in campo anche le altre partecipanti al massimo campionato. In particolare desta curiosità la gara di Alessandria che vede l’esordio ufficiale con la maglia del Milan di Gianni Rivera, avvenuto proprio a casa sua.
COPPA ITALIA 2° TURNO

Alessandria – Milan 3-5

Bari – Foggia 3-1

Bologna – Lecco 4-2

Brescia – Lanerossi Vicenza 5-4

Catania – Messina 1-2

Como – Atalanta 3-2

Napoli – Roma 1-2

Padova – Marzotto 3-0

Parma – Internazionale 1-3

Sampdoria – Prato 7-6 d.c.r.

SPAL – Sambenedettese 1-2

Udinese – Triestina 0-1

Udine è teatro della maggiore sorpresa di giornata in quanto la Triestina, compagine di serie B sbanca il terreno dei bianco-neri locali. Passa anche il Como contro l’Atalanta, mentre la Roma va a vincere a Napoli. Torna vincitore anche il Milan da Alessandria, così come l’Inter a Parma. Per il resto le compagini di serie A accedono tutte al turno successivo.

In settimana prende il via la Coppa delle Fiere, competizione rivisitata e, contrariamente alle prime due edizioni, assegnata nell’arco di una sola stagione. Per l’Italia sono iscritte Roma ed Inter che nel primo turno sono rispettivamente opposte ai belgi dell’Union Saint Gilloise e ai tedeschi dell’Hannover. Fermi i capitolini, chiamati in campo il 4 ottobre, l’Inter maramaldeggia contro l’Hannover chiudendo l’incontro sull’8 a 2. Questi primi risultati incoraggianti hanno creato un grande entusiasmo nell’ambiente nero azzurro. In questa partita si mette in evidenza il giovane Mario Corso autore di una doppietta.

La domenica successiva Fiorentina e Juventus, sul campo di Milano si contendono la Coppa Italia 1959-60.
COPPA ITALIA 1959-60 – FINALE – Milano (Stadio Comunale San Siro): domenica 18 settembre 1960

Juventus – Fiorentina 3-2 d.t.s.

RETI: Charles (J), Montuori (F), Da Costa (F), Charles (J); d.t.s. Micheli aut. (J).

Juventus: Vavassori; Burelli, Sarti B.; Emoli, Cervato, Colombo; Nicolè, Boniperti, Charles, Sivori, Stacchini.

Fiorentina: Sarti G; Robotti, Castelletti; Micheli, Orzan, Marchesi; Hamrin, Montuori, Da Costa, Milan, Petris.

ARBITRO: Righi di Milano.

Sul campo di San Siro va in scena una grande partita che ha visto quale grande protagonista John Charles, autore di una doppietta ed abile a raddrizzare una situazione che sembrava volgere a favore della squadra viola, beffata nei supplementari da un’autorete del mediano Micheli. Per i toscani rimane comunque la consolazione di poter prendere parte alla prima edizione della Coppa delle Coppe, torneo europeo che opporrà le vincitrici delle coppe nazionali.

Per la Juventus, invece, è la conferma del proprio dominio a livello nazionale.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather