CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1960-61

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La Juventus diventa campione d’Italia al termine di una delle stagioni più combattute e discusse della storia del calcio. I fatti di aprile hanno gettato un’ombra sul successo dei bianconeri: si inizia a parlare di sudditanza nei confronti della compagine di proprietà Agnelli, senza dubbio favorita dal giudizio della CAF. Tuttavia tre scudetti vinti in quattro stagioni uniti a due Coppe Italia fanno di questa Juventus una delle più grandi squadre mai scese in campo in Italia.

Dietro giungono le milanesi che stanno ponendo le basi del loro dominio negli anni sessanta: l’Inter grazie all’apporto del tecnico Helenio Herrera, destinato a dar lustro alla figura dell’allenatore, il Milan attraverso la valorizzazione di ottimi giovani come Trapattoni, Lodetti e sopprattutto Gianni Rivera.

Questa stagione segna la crisi del calcio del centro-sud: dopo l’esito degli spareggi avverso al Bari, la presenza delle medesime nella massima divisione è ridotta all’osso. A fronte della discesa di Lazio, Napoli e Bari, salirà il solo Palermo, che unitamente a Catania e Roma rappresenterà questa parte di nazione.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.