CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1960-61: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 18a ALLA 21a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre si attende il verdetto del Festival di San Remo, prende il via il girone di ritorno di un campionato estremamente equilibrato.
18a GIORNATA: domenica 5 febbraio 1961

Bologna – Lazio 1-1

23′ Bonafin (BO), 60′ Franzini

Catania – Milan 4-3

34′ Prenna, 40′ Castellazzi, 50′ Maraschi (MI), 51′ Calvanese, 80′ Liedholm (MI) rig., 88′ Morelli, 89′ Galli (MI)

Inter – Atalanta 2-1

16′ e 72′ Firmani, 84′ aut. Picchi (AT)

Juventus – Udinese 5-1

1′ e 32′ Sivori, 61′ Mora, 63′ Sivori, 81′ Pentrelli (UD), 89′ Mora

Lecco – Fiorentina 0-2

13′ e 48′ Hamrin

Napoli – L.R. Vicenza 0-0

Padova – Spal 1-1

17′ Blason (PD) rig., 62′ Montenovo

Roma – Bari 1-0

17′ Lojacono rig.

Sampdoria – Torino 2-1

4′ e 72′ Skoglund rig., 90′ aut. Bernasconi (TO)

CLASSIFICA:

Inter 28; Catania, Juventus e Roma 24; Milan 23; Sampdoria 21; Fiorentina 20; Bologna, L.R. Vicenza e Napoli 18; Atalanta e Padova 17; Lecco e Torino 14; Spal 13; Udinese 11; Bari e Lazio 10.
L’Inter è in fuga! Dopo la vittoria sull’Atalanta e la contemporanea sconfitta del Milan a Catania, gli uomini allenati da Helenio Herrera hanno quattro punti di vantaggio su un trio formato dalla Roma, dalla Juventus, definitivamente risorta contro l’Udinese e proprio sui siciliani, che ora possono legittimamente ambire almeno alla qualificazione ad una coppa europea.

Il Milan dei giovani, invece entra in crisi dopo la seconda sconfitta esterna consecutiva che lo ha allontanato quasi irrimediabilmente dalla vetta della graduatoria.

Il giorno successivo, la canzone “Al di là”, cantato in coppia da Luciano Tajoli e Betty Curtis, conquista l’undicesima edizione del Festival di San Remo, precedendo il discusso brano “24.000 baci” di Adriano Celentano e Little Tony, destinato comunque a diventare l’autentico tormentone di questo 1961.

Intanto la Roma ospita il Colonia per la partita di ritorno della Coppa delle Fiere. I capitolini partono forti del vantaggio esterno di 2 a 0, ma gli avversari con una gara d’orgoglio, raddrizzano la situazione. In particolare sale alla ribalta il difensore Karl Heinz Schnellinger, autore della rete che costringe le due società a disputarsi il passaggio del turno in un match di spareggio.
19a GIORNATA: domenica 12 febbraio 1961

Bari – Inter 1-1

62′ Rossano (BA), 70′ Bicicli

Fiorentina – Sampdoria 1-0

54′ Petris

L.R. Vicenza – Bologna 2-2

7′ Pascutti, 62′ Fusato (L.), 67′ Demarco, 68′ Siciliano (L.)

Lazio – Juventus 1-4

8′ Sivori, 31′ Charles, 61′ Rozzoni (LA), 85′ Charles, 89′ Mora

Lecco – Catania 2-2

1′ Bonacchi (LE), 3′ Macor, 11′ Gilardoni (LE), 15′ Calvanese

Milan – Padova 3-0

8′ e 52′ Altafini, 89′ Galli

Spal – Atalanta 2-1

19′ Taccola, 30′ Maschio (AT), 37′ Montenovo

Torino – Napoli 1-0

51′ Traspedini

Udinese – Roma 2-1

6′ Canella, 71′ Menichelli (RM), 79′ Bettini

CLASSIFICA:

Inter 29; Juventus 26; Catania e Milan 25; Roma 24; Fiorentina 22; Sampdoria 21; Bologna e L.R. Vicenza 19; Napoli 18; Atalanta e Padova 17; Torino 16; Lecco e Spal 15; Udinese 13; Bari 11; Lazio 10.
L’Inter frena e permette a Juventus e Milan di recuperare un punto. Impressiona il momento dei bianconeri che dopo i passaggi a vuoto d’inizio dicembre stanno macinando vittorie su vittorie.

La giornata è nefasta per la Roma costretta a tornare da Udine sconfitta. Per i locali si tratta di una vittoria di fondamentale importanza per il raggiungimento della salvezza.

A metà settimana accade un fatto ricordato negli anni dalla maggioranza della popolazione; il 15 febbraio si verifica un’eclissi totale di sole. Per qualche ora, in pieno giorno, è notte e la situazione suscita il panico tra la gente. Nell’Italia confessionista si prega e si piange temendo chissà quale punizione divina!

Nelle stesse ore il mondo dello sport è scosso da un’altra tragedia legata al trasporto aereo: sui cieli di Brouxelles cade un velivolo della Sabena. Tra le 73 vittime c’è anche l’intera nazionale statunitense di pattinaggio di figura, in Europa per preparare un mondiale che, a questo punto, verrà annullato.
20a GIORNATA: domenica 19 febbraio 1961

Atalanta – Catania 1-0

45′ aut. Zannier

Bari – Fiorentina 0-0

Bologna – Milan 0-2

43′ e 72′ Altafini

Inter – Udinese 1-0

1′ Lindskog

Juventus – Spal 1-0

64′ Charles

Napoli – Lazio 2-5

11′ Carradori rig., 23′ Carosi, 32′ e 52′ Rozzoni, 55′ Del Vecchio (NA), 68′ Maioli (NA), 74′ Fumagalli

Padova – Lecco 3-1

13′ Abbadie (LE), 35′ rig. e 37′ Milani, 49′ aut. Facca

Roma – Torino 2-1

15′ Mazzero (TO), 25′ Menichelli, 73′ Manfredini

Sampdoria-L.R. Vicenza 3-1

5′ e 57′ Skoglund rig., 63′ Brighenti, 77′ O. Conti (L.)

CLASSIFICA:

Inter 31; Juventus 28; Milan 27; Roma 26; Catania 25; Fiorentina e Sampdoria 23; Atalanta, Bologna, L.R. Vicenza e Padova 19; Napoli 18; Torino 16; Lecco e Spal 15; Udinese 13; Bari e Lazio 12.
Le squadre di testa vincono tutte tranne il Catania caduto a Bergamo in una gara nervosa che ha visto anche l’espulsione del bergamasco Pelagalli e del fantasista etneo Calvanese.

In coda si segnala la resurrezione della Lazio andata a maramaldeggiare sul campo del Napoli. Dopo l’ottimo avvio i campani si sono praticamente fermati e, a poco a poco, stanno scivolando nelle posizioni pericolose della classifica.
21a GIORNATA: domenica 26 febbraio 1961

Catania – Juventus 1-2

51′ Stacchini, 60′ Charles, 70′ Prenna (CA) rig.

Fiorentina – Padova 2-0

64′ Hamrin, 82′ Marchesi rig.

L.R. Vicenza – Inter 1-3

11′ e 32′ Bolchi, 80′ Corso, 85′ aut. Gatti (L.)

Lazio – Udinese 0-1

9′ Bettini

Lecco – Bari 0-0

Milan – Sampdoria 3-1

56′ Salvadore, 57′ Vernazza, 65′ Brighenti (SA), 70′ Altafini

Napoli – Bologna 1-2

23′ Perani, 53′ Gratton (NA), 72′ Campana

Spal – Roma 2-2

3′ aut. Rota, 4′ Montenovo (SP), 24′ Massei (SP), 34′ Pestrin

Torino – Atalanta 1-1

70′ Gasperi, 82′ Cella (TO)

CLASSIFICA:

Inter 33; Juventus 30; Milan 29; Roma 27; Catania e Fiorentina 25; Sampdoria 23; Bologna 21; Atalanta 20; L.R. Vicenza e Padova 19; Napoli 18; Torino 17; Lecco e Spal 16; Udinese 15; Bari 13; Lazio 12.
Prosegue la corsa di Milan, Inter e Juventus, mentre la Roma inizia a segnare il passo. I campi pesanti evidentemente si fanno sentire sulle gambe degli avanti giallo-rossi, giocatori dotati di grande tecnica e meno di prestanza fisica. Gli stessi, tuttavia, hanno modo di rifarsi in settimana, quando nella bella valida per l’accesso alla semifinale della Coppa delle Fiere, confezionano un pesante 4 a 1 firmato Manfredini, doppietta, Lojacono e Pistrin.

Contemporaneamente, a San Siro, l’Inter ne rifila 5 all’11 Belgrado, con i vari Morbello, Bicicli e Firmani sugli scudi.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.