CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1939-40: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 16a ALLA 20a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
A metà gennaio ormai inoltrata prende il via il girone di ritorno di un campionato completamente aperto, sia in testa, sia in coda. Non c’è una squadra in grado di dominare sulle altre, mentre nella bassa classifica ce n’è una particolarmente in difficoltà: si tratta del Modena. A causa di gravi problemi societari gli emiliani sono stati costretti a vendere i pezzi migliori allestendo un organico incapace di competere con le dirette concorrenti alla permanenza in serie A.
16a GIORNATA: domenica 21 gennaio 1940

       

 Bologna – Roma          1-0    

71′ Puricelli

Genoa – Fiorentina      3-0    

63′ Arcari IV, 65′ Miniati, 77′ Scarabello

Juventus – Ambrosiana   1-0    

8′ Gabetto

Lazio – Modena          1-1    

4′ Pisa (LA), 18′ Braga

Milan – Torino          1-3    

7′ Michelini, 16′ Boffi (MI), 60′ Borsetti, 89′ Capri

Napoli – Bari           1-1    

36′ Rosellini (NA), 40′ Dugini

Novara – Triestina      2-1    

55′ Muci, 78′ Romano, 84′ Grezar (TS) rig.

Venezia – Liguria       2-1    

47′ e 66′ Corbelli, 86′ Bodini (LI)

 CLASSIFICA:

Bologna 22; Genoa 21; Ambrosiana, Juventus, Lazio 19; Milan 18; Novara, Torino e Venezia 17; Bari 16; Triestina 15; Roma 14; Fiorentina e Liguria 12; Napoli 11; Modena 7.
 Sembra di essere tornati indietro di quindici anni a quando Bologna e Genoa si disputavano lo scudetto. Ora le due compagini rosso-blù staccano le avversarie:
l’Ambrosiana battuta a Torino da una Juventus ben diversa da quella che ha incassato quattro gol nel girone d’andata, e la Lazio, bloccata in casa dal derelitto Modena. Ma perde terreno anche il Milan, sconfitto a domicilio dal Torino.

Tuttavia più che dalle imprese pedatorie, l’attenzione è attratta da quanto avvenuto in settimana. Il 17 i tedeschi hanno programmato un attacco al Belgio e all’Olanda. La missione fallisce a causa di un’avaria  all’aereo che sta portando informazioni essenziali allo stato maggiore impegnato nelle operazioni
belliche e che ha costretto l’equipaggio ad un atterraggio di fortuna. Gli occupanti vengono fatti prigionieri; per questo motivo e per le cattive condizioni metereologiche l’attacco viene rimandato alla primavera.
 17a GIORNATA: domenica 28 gennaio 1940       

 Ambrosiana – Venezia    2-1    

? Guarnieri, ? Guarnieri, ? Alberti (VE)

Bari – Genoa            0-1    

52′ Conti

Fiorentina – Milan      1-0    

72′ Tagliasacchi

Liguria – Napoli        2-0    

69′ e 76′ Bollano

Modena – Novara         4-1    

15′ Sentimenti III, 31′ Romano (NO), 41′ Notti, 65′ Sentimenti III, 71′ Notti

Roma – Juventus         3-1    

37′ Coscia, 50′ Pantò, 70′ Bo (JU), 83′ Provvidente

Torino – Lazio          0-1    

34′ Pisa

Triestina – Bologna     0-2    

34′ Puricelli, 55′ Reguzzoni

 CLASSIFICA:

Bologna 24; Genoa 23; Ambrosiana e Lazio 21; Juventus 19; Milan 18; Novara, Torino e Venezia 17; Bari e Roma 16; Triestina 15; Fiorentina e Liguria 14; Napoli 11; Modena 9.
 Prosegue la marcia di Bologna e Genoa, mentre frenano bruscamente Juventus e Milan. In coda grande prova d’orgoglio del Modena, capace di rifilare quattro
reti al forte Novara.
 18a GIORNATA: domenica 4 febbraio 1940

       

 Bologna – Modena        1-0    

82′ Reguzzoni

Juventus – Triestina    2-6    

32′ Trevisan, 35′ Tosolini, 44′ Grezar rig., 53′ Borel II (JU), 72′ Capocasale (JU), 80′ Trevisan, 87′ Grezar, 90′ Valcareggi

Lazio – Fiorentina      1-1    

74′ Vettraino (LA), 80′ Tagliasacchi

Liguria – Bari          1-0    

48′ Lazzaretti

Milan – Genoa           2-2    

22′ aut. Marchi (MI), 41′ Arcari IV rig., 52′ Miniati, 81′ Loik (MI)

Napoli – Ambrosiana     0-1    

78′ Guarnieri

Novara – Torino         0-1    

42′ aut. Galli

Venezia – Roma          2-2    

33′ Alghisi, 46′ Pernigo (VE), 54′ Busidoni (VE), 80′ Pantò rig.

 CLASSIFICA:

Bologna 26; Genoa 24; Ambrosiana 23; Lazio 22; Juventus, Milan e Torino 19; Venezia 18; Novara, Roma e Triestina 17; Bari e Liguria 16; Fiorentina 15; Napoli 11; Modena 9.
 Puricelli risolve una partita che si è fatta intricata proprio contro l’ultima della classe e permette al Bologna di allungare sul Genoa bloccato sul pari a San Siro da un gol nel finale di Ezio Loik. Grande impresa della Triestina che va a travolgere la Juventus a Torino sospinta dai gol di Grezar, uno che in futuro si toglierà tante soddisfazioni nei derby della mole. Intanto a Novara esordisce con la maglia del Torino Franco Ossola, ala destra acquistata
dal Varese per la cifra di 55000 lire.

In settimana un personaggio inventato in Italia, più precisamente in Toscana, si appresta a divenire una delle figure più conosciute degli Stati Uniti. Il 7 febbraio nelle sale cinematografiche a stelle ae a strisce esce il Pinocchio rivisitato da Walt Disney. Si tratta del secondo lungometraggio animato prodotto dal regista americano, destinato a ripetere il successo di Bianca Neve e i sette nani.

Passeranno anni prima che i bimbi italiani possanno ammirare questi capolavori: il regime ha imposto il blocco di tutto ciò che arriva da oltre-oceano.
 19a GIORNATA: domenica 11 febbraio 1940       

 Ambrosiana – Liguria    1-0    

43′ Demaria

Bari – Milan            2-0    

2′ Dugini, 67′ Begnini

Fiorentina – Novara     2-2    

62′ Tagliasacchi, 76′ Penzo, 88′ Romano (NO), 89′ Galli (NO)

Genoa – Lazio           4-0    

28′ Arcari IV rig., 30′ Bertoni, 64′ Arcari IV rig., 87′ Scarabello

Modena – Juventus       1-2    

27′ Tomasi, 38′ Sentimenti III (MO) rig., 84′ Borel II rig.

Roma – Napoli           1-0    

43′ Pantò

Torino – Bologna        2-1    

60′ Capri, 66′ Puricelli (BO), 76′ Borsetti

Triestina – Venezia     0-0

 CLASSIFICA:

Bologna e Genoa 26; Ambrosiana 25; Lazio 22; Juventus e Torino 21; Milan 20; Roma e Venezia 19; Bari, Novara e Triestina 18; Fiorentina e Liguria 16; Napoli 11; Modena 9.
 Nel giorno dell’invasione della Finlandia da parte delle truppe di Stalin, il Bologna cade a Torino e viene raggiunto in testa dal Genoa e tallonato dall’Ambrosiana. Attorno alla gara di Torino sorgono molte polemiche in quanto essa inizia con un’ora di ritardo a causa dei problemi di carattere ferroviario incontrati
dall’arbitro nel raggiungere il capoluogo piemontese.

La situazione del Napoli si fa sempre più difficile: ad undici giornate dalla fine i campani hanno cinque punti di ritardo sulle terz’ultime.
 20a GIORNATA: domenica 18 febbraio 1940       

 Ambrosiana – Bari       0-0

Bologna – Fiorentina    3-2    

30′ Reguzzoni rig., 43′ Menti II (FI), 47′ Puricelli, 65′ Tagliasacchi (FI), 75′ Biavati

Juventus – Torino       1-1    

14′ Michelini, 53′ Tomasi (JU)

Lazio – Milan           2-2    

31′ Menti, 43′ Barrera (LA), 66′ Boffi, 81′ Piola (LA)

Liguria – Roma          1-0     

11′ Bollano

Napoli – Triestina      3-1    

22′ Rosellini, 60′ Valcareggi (TS), 64′ Rosellini rig., 71′ Venditto

Novara – Genoa          3-1    

15′ Barberis, 54′ Torri, 79′ Conti (GE), 83′ Torri

Venezia – Modena        0-4    

46′ Banfi, 49′ Notti, 78′ Banfi, 85′ Bazan

 CLASSIFICA:

Bologna 28; Ambrosiana e Genoa 26; Lazio 23; Juventus e Torino 22; Milan 20; Bari, Roma e Venezia 19; Liguria, Novara e Triestina 18; Fiorentina 16; Napoli 13; Modena 11.
 Il Bologna torna alla vittoria e approfitta del mezzo passo falso dell’Ambrosiana in casa con il Bari e della mancata omologazione del risultato  della partita tra Novara e Genoa causata da un errore arbitrale. I felsinei hanno ora due punti di vantaggio e vedono sempre più vicina la possibilità di riconfermarsi al vertice del campionato. In coda vincono il Napoli e soprattutto il Modena sul campo del Venezia. L’entità della vittoria degli emiliani mette in luce
le carenze organiche dei veneti, incapaci di reggere un’intera stagione ad altissimo livello. Tuttavia quello dei nero verdi rimane pur sempre un campionato positivo.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento