CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

stagione calcistica e storia d’italia 1938-39: la tournÈ balcanica della nazionale

A metà di questa settimana tardo-primaverile la nazionale azzurra scende sul terreno di Budapest, in un’ideale rivincita della finale del mondiale chiuso meno di dodici mesi prima.
 148: Budapest (Ferencvaros) – giovedì, 8 giugno 1939 – ore 16,00

UNGHERIA – ITALIA                              1-3                 (Am.)

RETI: 1’ Piola, 59’ e 68’ Colaussi, 77’ Kiszely (UN)

UNGHERIA: Szabo, Koranyi, Biro, Lazar, Turay, Balogh I, Kincses, Sarosi I (cap.), Zsengeller, Kiszely, Gyetvai. C.T.: K. Dietz.

ITALIA: A. Olivieri (Torino) 18, Foni (Juventus) 15, Rava (Juventus) 21, Depetrini (Juventus) 5, Andreolo (Bologna) 21, Locatelli (Ambrosiana – Inter) 17, Biavati (Bologna) 9, Perazzolo (Genoa) 4, Piola (Lazio) 23, Meazza (Ambrosiana – Inter) 51 (cap.), Colaussi (Triestina) 22. C.T.: V. Pozzo.

ARBITRO: Thompson (Irlanda del nord).

SPETTATORI: 36.000.
In terra magiara la formazione azzurra riconfermata fornisce una lezione di calcio. Particolarmente ispirato si dimostra Gino Colaussi che, quando indossa
la maglia della nazionale, diventa un cannoniere implacabile. La gara per gli azzurri si mette subito bene grazie al gol in apertura di Silvio Piola e grazie soprattutto al rigore parato da Olivieri a Bela Sarosi dopo 23 minuti di gioco. Nella ripresa, come detto in precedenza, si assiste allo show di
Colaussi che fa passare in secondo piano l’espulsione di Depetrini.

Tre giorni dopo la squadra azzurra è impegnata in Romania, altra nazione che sta entrando nella sfera nazi-fascista.
149: Bucarest (Stadion “Academia Nationala de Educatie Fizica”) –domenica, 11 giugno 1939 – ore 17,30

ROMANIA – ITALIA                               0-1                 (AM)

RETE: 32’ Colaussi

ROMANIA: Pavlovici, Slivat, Lengheriu, Cossini, Juhasz, Lupas, Orza, Reuter, Baratky, Bodola (cap.), Dobay. C.T.: Luchide.

ITALIA: A. Olivieri (Torino) 19, Foni(Juventus) 16, Rava (Juventus) 22, Campatelli (Ambrosiana – Inter) 1, Andreolo (Bologna) 22, Locatelli (Ambrosiana – Inter) 18, Biavati (Bologna) 10, Perazzolo (Genoa) 5, Piola (Lazio) 24, Meazza (Ambrosiana – Inter) 52 (cap.), Colaussi (Triestina) 23. C.T.: V. Pozzo.

ARBITRO: Beranek (Austria).

SPETTATORI: 28,000
 Senza incantare particolarmente, la squadra è ormai stanca anche a causa dei continui spostamenti in treno, l’Italia passa anche in Romania trascinata ancora dal triestino Colaussi, vero mattatore della tourné. Inizia con una vittoria la vicenda azzurra di Aldo Campatelli, mentre si chiude questa lunga stagione sportiva. Al momento di riprendere l’attività anche gli adepti del “Dio Pallone” troveranno molte novità e per nulla positive!
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.