CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LE PRIME TRE GIORNATE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1937-38

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Come ormai tradizione la seconda domenica di settembre coincide con l’inizio della Serie A. Tutti sono pronti per dare la caccia al Bologna, da due anni dominatore delle scene italiane.

1a GIORNATA domenica 12 settembre 1937
                    

Bari – Torino               0-0

Bologna – Napoli        3-2      

25′ Sansone, 28′ Maini, 36′ Prato (NA), 41′ Maini, 89′ Giovi (NA)

Genoa – Atalanta        0-0

Juventus – Livorno     2-0      

6′ Borel II, 74′ Bellini

Lucchese – Ambrosiana          3-3      

30′ Rosellini (LU), 45′ Ferraris II, 59′ Meazza, 62′ Romagnoli (LU), 66′ Ferrara II, 90′ Coppa (LU)

Milan – Liguria                       2-1      

20′  e 75′ Boffi, 80′ Peretti (LI)

Roma – Fiorentina      4-0      

7′ Michelini, 34′ Scaramelli, 46′ e 48′ Michelini

Triestina – Lazio         0-0

 CLASSIFICA:

Bologna, Juventus, Milan e Roma 2; Ambrosiana, Atalanta, Bari, Genoa, Lazio, Lucchese, Torino e Triestina 1; Fiorentina, Liguria, Livorno e Napoli 0.
Michelini è il protagonista della prima giornata grazie ad una tripletta che fa sognare i tifosi della Roma. Ma questo turno d’apertura è caratterizzato da ben quattro pareggi a testimonianza dell’equilibrio regnante nel campionato.
2a GIORNATA: domenica 19 settembre 1937                   

 Ambrosiana – Livorno            3-1      

2′ Neri (LI), 36′ Del Buono aut., 50′ Ferraris II, 73′ Ferrari

Atalanta – Juventus    0-1      

86′ Bergonzini

Bari – Milan                2-3      

17′ Grolli (BA), 25′ Dué (BA), 38′ Capra, 58′ Bortoletti, 71′ Antonini

Fiorentina – Bologna  2-1      

22′ Maini (BO), 41′ Viani, 87′ Barberis

Lazio – Genoa             2-1      

37′ Arcari (GE), 38′ Camolese, 80′ Perazzolo aut.

Liguria – Roma                       1-1      

20′ Serantoni, 73′ Peretti (LI)

Napoli – Triestina        3-0      

33′  e 42′ Mian, 47′ Prato

Torino – Lucchese       3-2      

9′ Allasio, 38′ Romagnoli (LU), 41′ Bo, 43′ Romagnoli (LU), 81′ Palumbo

 CLASSIFICA:

Juventus e Milan 4; Ambrosiana, Lazio, Roma e Torino 3; Bologna, Fiorentina e Napoli 2; Atalanta, Bari, Genoa, Liguria, Lucchese e Triestina 1; Livorno 0.
 Juventus e Milan confermano le loro vittorie e si proiettano in testa. Tuttavia debbono penare parecchio: i bianconeri risolvono la partita solo a 4′ dal termine sul campo di Bergamo, mentre il Milan deve rimontare due gol a Bari. Il Bologna perde il derby tosco-emiliano con la Fiorentina che riscatta così la batosta di Roma.
 3a GIORNATA: domenica 26 settembre 1937

                   

 Bologna – Atalanta     2-1      

4′ Andreolo, 23′ Reguzzoni, 86′ Savio (AT)

Genoa – Fiorentina     1-0      

16′ Servetti

Juventus – Bari                       3-1      

27′ Gabetto, 36′ Bellini, 41′ Dentuti (BA), 89′ Gabetto

Livorno – Liguria        2-3      

24′ Uslenghi (LI), 44′ Spinola, 51′ Pomponi (LI), 68′ Spinola rig., 89′ Peretti

Lucchese – Lazio        0-0

Milan – Torino            0-1      

15′ Buscaglia II

Roma – Napoli                        2-1      

49′ Michelini, 69′ Gerbi (NA), 81′ Mascheroni

Triestina – Ambrosiana           1-1      

46′ Trevisan (TS), 52′ Frossi

 CLASSIFICA:

Juventus 6; Roma e Torino 5; Ambrosiana, Bologna, Lazio e Milan 4; Genoa e Liguria 3; Fiorentina, Lucchese, Napoli e Triestina 2; Atalanta e Bari 1; Livorno 0.
Mentre si disputa questa giornata, è ancora vivo l’eco del successo ottenuto da Mussolini nella sua visita in Germania. Le cronache dei giornali e i filmati dei cinegiornali sono piene dei racconti di tre milioni di tedeschi in delirio nel sentire il DUCE parlare nella loro lingua. Mussolini viene presentato come la vera guida d’Europa, davanti al quale anche lo stesso Hitler è costretto a chinare il capo. Vedremo presto che si tratta solo di una mera illusione!

Il demone del pallone, però, “se ne frega” di tutto e di
tutti e continua a fare girare questa giostra. E allora ci troviamo a parlare di una bella vittoria della Juventus che vola in testa da sola al torneo approfittando della contemporanea sconfitta interna del Milan contro il Torino. Proprio i granata, assieme alla Roma, sono le uniche squadre a rimanere in scia ai bianconeri.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento