CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LE ULTIME QUATTRO GIORNATE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1937-38

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Ben altra atmosfera si respira dall’altra parte del mondo. Mentre nel Vecchio Continente si guarda con preoccupazione all’espansione della Germania Nazista, negli Stati Uniti l’argomento di questi giorni è lo scherzo clamoroso, o meglio il Pesce d’Aprile, organizzato dall’attore e regista Orson Wells, il quale, l’1 aprile, dai microfoni radiofonici annuncia, con dovizia di particolari, l’invasione della Terra da parte dei Marziani. Nella nazione americana si scatena il panico, fino a quando arriva la notizia che, naturalmente si tratta di un clamoroso scherzo. Quella messa in piedi da Wells passa alla storia come la burla mediatica più incredibile e meglio riuscita dell’intero XX secolo.
27a GIORNATA: domenica 3 aprile 1938

 Ambrosiana – Atalanta           1-0      

75′ Ferraris II

Bari – Liguria              0-0

Fiorentina – Milan       0-1      

27′ Antonini

Genoa – Bologna                    1-3      

2′ Busoni, 30′ Reguzzoni, 34′ Arcari (GE), 77′ Reguzzoni

Napoli – Lucchese      2-1      

50′ Venditto, 54′ Romagnoli (LU), 66′ Buscaglia rig.

Roma – Livorno                      1-0      

67′ Michelini

Torino – Lazio             1-0      

1′ D’Odorico

Triestina – Juventus    2-0      

35′ Trevisan, 84′ Pasinati

 CLASSIFICA:

Juventus 37; Ambrosiana 36; Bologna, Milan e Triestina 35; Genoa e Roma 34; Torino 30;

Lazio 27; Napoli 24; Bari 23; Liguria 21; Livorno 19; Lucchese 17; Atalanta 13; Fiorentina 12.

 Avevamo detto che la lotta si è ristretta a due squadre? Tutto sbagliato! La Triestina batte la

Juventus e riapre il campionato a cinque pretendenti: Juventus,Ambrosiana, Bologna, Milan e la stessa compagine giuliana. In coda la Fiorentina è matematicamente retrocessa; anche per i

viola vale quanto detto per altre compagini come Alessandria e Vercelli: troppe cessioni eccellenti fatte nel volgere di

pochi anni!

28a GIORNATA: domenica 10 aprile 1938

 Atalanta – Lazio         0-0

Bologna – Juventus     0-0

Liguria – Napoli          0-0

Livorno – Fiorentina   1-1      

65′ Comini, 72′ Lombatti (LI)

Lucchese – Bari                      2-1      

13′ Icardi (BA), 16′ Azimonti, 26′ Petri

Milan – Genoa            2-2      

74′ e 83′ Boffi (MI), 86′ Servetti, 90′ Figliola

Roma – Triestina         1-1      

15′ Trevisan, 25′ Mascheroni (RM)

Torino – Ambrosiana  1-1      

71′ Ferrari, 82′ Baldi III (TO)

 CLASSIFICA:

Juventus 38; Ambrosiana 37; Bologna, Milan e Triestina 36; Genoa e Roma 35; Torino 31;

Lazio 28; Napoli 25; Bari 23; Liguria 22; Livorno 20; Lucchese 19; Atalanta 14; Fiorentina 13.

 Davanti pareggiano tutti. E’ un finale esaltante. Raramente capiterà di vedere così tante squadre in

lizza per lo scudetto a due giornate dal termine.

In coda invece i giochi sono fatti dato che l’Atalanta, pareggiando con il Liguria, si trova ad avere cinque punti di

svantaggio a due giornate dal termine e pertanto è matematicamente retrocessa.

 29a GIORNATA: domenica 17 aprile 1938

 Ambrosiana – Roma   1-0      

29′ Ferrari

Atalanta – Torino        2-1      

26′ Savio, 35′ Fornasaris, 40′ Buscaglia II (TO)

Bologna – Milan                     2-2      

22′ Boffi, 23′ Reguzzoni (BO), 44′ Arnoni, 54′ Sansone (BO)

Genoa – Lucchese       3-0      

7′ Barsanti, 34′ Perazzolo, 78′ Marchionneschi

Juventus – Liguria       0-1      

18′ Spivach

Lazio – Fiorentina       5-0      

8′ Capri, 12′ e 18′ Piola, 55′ Marchini, 61′ Piola

Napoli – Bari               1-0      

55′ Gerbi

Triestina – Livorno      0-2      

48′ Costanzo, 70′ Pomponi

 CLASSIFICA:

Ambrosiana 39; Juventus 38; Bologna, Genoa e Milan 37; Triestina 36; Roma 35; Torino

31; Lazio 30; Napoli 27; Liguria 24; Bari 23; Livorno 22; Lucchese 19; Atalanta 16; Fiorentina 13.

 Aldo Spivach, centravanti abituato a tante battaglie, affonda la Juventus, mentre l’ex bianconero

Giovanni Ferrari regala il primato ai nerazzurri. Ora
si attende l’ultima giornata per assegnare lo scudetto. Nel frattempo prosegue la Coppa Italia con lo scontro incrociato

Milano – Torino.

 COPPA ITALIA Semifinali: giovedì 21 aprile 1938

 Milan                 – Torino                2-2

Juventus           – Ambrosiana Inter         2-0

Milan e Torino pareggiano, mentre la Juventus elimina l’Inter. La prima sfida va ai bianconeri.

30a GIORNATA: domenica 24 aprile 1938

 Bari – Ambrosiana      0-2      

70′ Meazza, 89′ Frossi

Fiorentina – Atalanta  4-0      

6′ Viani, 40′ Bortolini, 63′ Conti, 86′ Viani

Genoa – Roma                        1-1      

26′ Mascheroni, 81′ Arcari (GE)

Lazio – Liguria                       3-0      

2′ Busani, 44′ Camolese, 77′ Marchini

Livorno – Bologna      3-2      

47′ Costanzo, 56′ Reguzzoni (BO), 62′ e 77′ Capaccioli, 90′ Fiorini (BO)

Lucchese – Triestina   1-0      

10′ Scher

Milan – Juventus         1-1      

44′ Bellini, 84′ Boffi (MI)

Torino – Napoli                       0-0

 CLASSIFICA:

Ambrosiana 41; Juventus 39; Genoa e Milan 38; Bologna 37; Roma e Triestina 36; Lazio e

Torino 32; Napoli 28; Liguria e Livorno 24; Bari 23; Lucchese 21; Atalanta 16; Fiorentina 15.

A Bari Giuseppe Meazza ed Annibale Frossi consegnano lo scudetto all’Inter. Festa grande per i molti

tifosi nerazzurri giunti in treno da Milano. Fra loro
c’è anche un ragazzino che diventerà una colonna, sebbene fuori dal campo, dei milanesi. Si chiama  Giuseppe “Peppino”

Prisco, figlio di un noto avvocato meneghino di cui prenderà il posto. Chissà se, almeno in quella circostanza, il ragazzo

sperava in un favore da parte del Milan impegnato contro la Juventus,
nel caso in cui le cose non si fossero messe bene. Comunque Milan e Juventus si sono divise la posta in palio terminando

senza sconfitte una stagione comunque positiva, soprattutto per i rossoneri tornati a grandi livelli.

Curioso è quanto accade sugli spalti dello stadio milanese al termine della sfida: l’altoparlante annuncia la vittoria

dell’Inter e il conseguente scudetto vinto da Meazza e compagni. A questo punto un urlo scuote l’impianto: gli spalti

erano gremiti da 40.000 interisti infiltrati per tifare contro i bianconeri in lizza per lo scudetto e pronti ad esprimere

la loro gioia per l’esito favorevole delle due partite.

Invece finisce male la stagione per la Triestina, nuovamente sconfitta e rimasta fuori dal giro delle coppe europee. I

giuliani hanno terminato la partita in dieci a causa dell’espulsione del giovane Ferruccio Valcareggi, che diventerà una

buona mezzala e, successivamente, un famoso tecnico della nazionale. Chiude con un sussulto
d’orgoglio la Fiorentina, ma i viola, assieme all’Atalanta, salutano la massima divisione.

LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. V. N. S. V. N.

S. G.F. G.S.

1. AMBROSIANA INTER 41 30 13 1 1 3 8 4 16 9 5

57 28

2. Juventus 39 30 10 3 2 4 8 3 14 11 5 43

22

3. Milan 38 30 9 4 2 4 8 3 13 12 5 43 27

4. Genova 1893 38 30 7 4 4 8 4 3 15 8 7 50

35

5. Bologna 37 30 9 5 1 5 4 6 14 9 7 46 34

6. Triestina 36 30 8 6 1 4 6 5 12 12 6 35

22

7. Roma 36 30 11 2 2 3 6 6 14 8 8 44 31

8. Lazio 32 30 10 4 1 1 6 8 11 10 9 48 30

9. Torino 32 30 9 4 2 3 4 8 12 8 10 39 36

10. Napoli 28 30 7 8 0 1 4 10 8 12 10 37 39

11. Liguria 24 30 5 6 4 3 2 10 8 8 14 33 42

12. Livorno 24 30 5 4 6 3 4 8 8 8 14 29 45

13. Bari 23 30 7 5 3 1 2 12 8 7 15 35 60

14. Lucchese 21 30 5 9 1 0 2 13 5 11 14 28

55

15. ATALANTA 16 30 4 5 6 0 3 12 4 8 18 22

50

16. FIORENTINA 15 30 3 5 7 0 4 11 3 9 18 28

60

480 240 122 75 43 43 75 122 165 150 165 617 617

   

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento