CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1936-37: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 25a ALLA 30a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Archiviata, non senza polemiche, l’indecorosa “gazzarra” del Prater, dalla quale il calio italiano è rientrato senza dover archiviare una sconfitta fino a quel momento sacrosanta, riprende il campionato col Bologna capolista e col sorprendente Milan più immediato inseguitore.
25a GIORNATA: domenica 28 marzo 1937

Alessandria – Napoli    2-0    

26′ Croce, 85′ Robotti

Ambrosiana-Sampierdarenese  1-1    

13′ Meazza (AM) rig., 48′ Spivach

Bari – Lucchese         2-0    

43′ Ferrero, 81′ Violi

Genoa – Roma            3-1    

39′ Scarabello rig., 76′ Marchionneschi, 80′ Fasanelli, 81′ Gadaldi (RM)

Juventus – Bologna      0-0

Lazio – Torino          0-0

Novara – Milan          1-0    

84′ Bellini

Triestina – Fiorentina  1-0    

31′ Busidoni

 CLASSIFICA:

Bologna 35; Milan 32; Lazio e Torino 31; Juventus 29; Genoa 28; Ambrosiana, Fiorentina e Lucchese 25; Bari e Roma 23; Triestina 22;

Napoli 20; Alessandria 18; Sampierdarenese 17; Novara 16.

Punto d’oro per il Bologna sul campo della Juventus in quanto, grazie anche alla vittoria del Novara sul Milan, gli consente di allungare in

classifica. A questo punto della stagione, in un campionato dove nessuno corre, tre punti di vantaggio sono davvero tanti. In coda importanti vittorie per Alessandria

e Novara che le avvicinano al Napoli, tornato in posizione critica.

26a GIORNATA: domenica 4 aprile 1937

Bologna – Roma          1-0    

83′ Sansone

Fiorentina – Novara     1-0    

43′ Conti

Lazio – Ambrosiana      1-0    

47′ aut. Gattoronchieri

Lucchese – Triestina    1-1    

71′ Petri (LU), 88′ Busidoni

Milan – Genoa           2-2    

30′ Marchionneschi, 45′ Moretti (MI), 50′ Boffi (MI), 74′ Marchionneschi

Napoli – Bari           3-0    

6′ Biagi aut., 34′ Cubi, 85′ Ferrara II

Sampierdarenese-Juventus    2-6    

3′, 10′ e 17′ Borel II, 47′ aut. Ciancamerla, 53′ Peretti (SA), 72′ aut. Malatesta, 75′ Cappellini (SA), 77′ Borel II

Torino – Alessandria    5-0    

5′ Buscaglia II, 6′ Palumbo, 55′ Bo, 68′ Buscaglia II, 73′ Prato

 CLASSIFICA:

Bologna 37; Lazio, Milan e Torino 33; Juventus 31; Genoa 29; Fiorentina 27; Lucchese 26; Ambrosiana 25; Bari, Roma e Triestina 23;

Napoli 22; Alessandria 18; Sampierdarenese 17; Novara 16.

 Il pareggio imposto dal Genoa al Milan permette al Bologna di allungare ulteriormente. In coda Alessandria, Sampierdarenese e Novara sono rimaste

le sole a lottare per non retrocedere. A Sampierdarena si rivede il Felice Borel che aveva impressionato prima dell’infortunio.

27a GIORNATA: domenica  18 aprile 1937        

Ambrosiana – Bari       2-2    

15′ Meazza (AM), 55′ Frossi (AM), 60′ Loetti, 89′ Rossini

Fiorentina – Bologna    0-0

Genoa – Alessandria   4-0      

35′ Fasanelli, 70′ Marchionneschi, 82′ Fasanelli, 88′ Perazzolo

Juventus – Novara      1-1      

34′ Scagliotti (JU), 41′ Torri

Lucchese – Lazio        1-0      

58′ Michelini

Napoli – Torino                       1-1      

20′ Sudati, 29′ Sallustro (NA)

Roma – Milan             0-0

Triestina-Sampierdarenese     0-0

 CLASSIFICA:

Bologna 38; Milan e Torino 34; Lazio 33; Juventus 32; Genoa 31; Fiorentina e Lucchese 28; Ambrosiana 26; Bari, Roma e Triestina 24;

Napoli 23; Alessandria e Sampierdarenese 18; Novara 17.

 Il Bologna esce imbattuto da Firenze, il distacco rimane immutato. Ormai per la festa manca solo la matematica. 
Ora torna in campo la nazionale. Dopo i fattacci di Vienna riprende la Coppa ed arriva l’Ungheria. Per l’occasione Pozzo conferma i due eroi di Berlino, Pietro Rava ed

Annibale Frossi, e fa esordire Pietro Buscaglia, la
mezz’ala granata protagonista di una splendida stagione.

Questa gara arriva al termine di una settimana importante nella quale viene inaugurata Cine Città. Dal 21 aprile l’Italia diventa autarchica anche nella cultura, in

quanto ora ha i mezzi per prodursi i film da sé. Per anni di film americani, di musica americana e di riviste  americane non se ne vedranno,
se non clandestinamente. La nazione è destinata a rinchiudersi drammaticamente in sé stessa, nella propria miseria, con le persone vestite di stracci e con le gare per

la raccolta del ferro fatte nelle scuole.

 132: Torino (Stadio Municipale “Benito Mussolini”) –domenica, 25 aprile 1937 – ore 15,00

ITALIA – UNGHERIA     2-0                 (C.I. IV ed. 2’a gara))

RETI: 33’ Colaussi, 81’ Frossi

ITALIA: A. Olivieri (Lucchese) 3, Monzeglio (Roma) 30, Rava (Juventus) 5, Serantoni (Roma) 7, Andreolo (Bologna) 5, Corsi (Bologna) 3, Frossi (Ambrosiana – Inter) 5,

Meazza (Ambrosiana – Inter) 37 (cap.), Piola (Lazio) 8, P. Buscaglia (Torino) 1, Colaussi (Triestina) 9. C.T.: V. Pozzo.

UNGHERIA: Szabo, Futo, Koranyi I, Szalay, G. Szücs, Polgar, G. Kocsis, Kallai, Sarosi I (cap.), Toldi, Titkos. C.T.: K. Dietz.

ARBITRO: Bangerter (Svizzera).

SPETTATORI: 28.000

 L’Italia ottiene una vittoria importantissima su una diretta concorrente per la conquista della Coppa. In evidenza l’occhialuto Annibale Frossi,

che in nazionale continua il suo ottimo rapporto con il gol, ma incredibilmente questa sarà anche la sua ultima apparizione con la maglia azzurra.

 28a GIORNATA: domenica 2 maggio 1937                       

Alessandria – Lazio    1-5      

11′ Piola, 20′ e 25′ Busani, 57′ Piola, 64′ Vecchi (AL), 78′ Piola

Ambrosiana – Napoli  2-2      

7′ Ferraris II (AM), 26′ Rossetti, 32′ Meazza (AM) rig., 53′ Sallustro

Bari – Torino               0-0

Bologna – Triestina     2-0      

9′ Reguzzoni, 84′ Andreolo

Juventus – Milan         2-0      

54′ Gabetto, 72′ Scagliotti

Novara – Genoa                      1-0      

46′ Rizzotti

Roma – Fiorentina      2-2      

2′ Viani, 8′ Tomasi (RM), 54′ Di Benedetti (RM), 68′ Stella rig.

Sampierdarenese-Lucchese    3-0      

50′ Simonetti, 56′ Spivach, 75′ Bollano

 CLASSIFICA:

Bologna 40; Lazio e Torino 35; Juventus e Milan 34; Genoa 31; Fiorentina 29; Lucchese 28; Ambrosiana 27; Bari e Roma 25; Napoli e

Triestina 24; Sampierdarenese 20; Novara 19; Alessandria 18.

Reguzzoni ed Andreolo consegnano lo scudetto al Bologna, grazie anche al pareggio del Torino a Bari e alla sconfitta del Milan sul campo della

Juventus. Con questo risultato i rossoneri mettono a rischio il loro posto in Europa, vanificando una stagione condotta al vertice.

Mentre i felsinei sono impegnati a festeggiare, il giovedì successivo ritorna la coppa Italia.

 COPPA ITALIA: VIII di finale giovedì 6 maggio 1936:

 Milan                 – Venezia                  2-0

Roma                  – Torino                   3-1

Genova 1893              – Palermo              2-0

Livorno                  – Bari                  1-2

Sampierdarenese          – Catania                  3-4

Sanremese                – Ambrosiana Inter         1-3

Spezia                   – Fanfulla             0-0

Napoli               – Juventus           2-1

 Escono i detentori della coppa: il Torino deve inchinarsi alla voglia di riscatto  della Roma trascinata da Di Benedetti autore di una splendida

tripletta. Se i granata piangono, i cugini della Juventus non ridono in quanto escono a Napoli. Passa il Milan con il Venezia, il Bari a Livorno, il Genoa con
il Palermo e l’Inter che pone fine alla favola della Sanremese. Ma l’impresa dell’anno la compie il Catania capace di estromettere anche la Sampierdarenese e di

accedere ai quarti. ; si tratta senz’altro di una bella rivincita per l’istriano Mihalich messo troppo presto da parte dal grande calcio. Ma c’è un’altra
squadra non di serie A che andrà avanti. Il nome uscirà dal replay della gara tra Spezia e Fanfulla.

 29a GIORNATA: domenica 9 maggio 1937           

Alessandria – Bari       0-2      

15′ e 17′ Grossi

Genoa – Ambrosiana  1-2      

25′ Marchionneschi (GE), 49′ Antona, 72′ Vignolini aut.

Lazio – Napoli            4-0      

52′ , 79′  e 82′ Piola, 87′ Riccardi

Lucchese – Roma                   5-1      

3′ Gringa, 30′ Amadei (RM), 38′  e 49′ Michelini, 51′ Scher, 83′ Michelini

Milan – Fiorentina       1-0      

45′ Gabardo

Novara – Bologna       4-0      

40′ Torri, 50′ Fiorini aut., 69′ Rizzotti, 88′ Bellini

Torino-Sampierdarenese        4-0      

18′ Baldi III, 39′ e 56′ Galli II, 78′ Baldi III

Triestina – Juventus    1-0      

61′ Loschi

 CLASSIFICA:

Bologna 40; Lazio e Torino 37; Milan 36; Juventus 34; Genoa 31; Lucchese 30; Ambrosiana e Fiorentina 29; Bari 27; Triestina 26;

Roma 25; Napoli 24; Novara 21; Sampierdarenese 20; Alessandria 18.

 Il Bologna crolla a Novara e lascia ai piemontesi delle ottime chances di salvezza. Discorso concluso per l’Alessandria. Per la prima volta nella

loro storia i grigi conoscono  l’onta della retrocessione. Troppe cessioni eccellenti hanno caratterizzato la storia recente dei mandrogni: Elvio Banchero,
Giovanni Ferrari, Luigi Bertolini, Renato Cattaneo, e le ultime, Riccardi e Busani, hanno progressivamente indebolito un organico che questa volta non è riuscito a

trovare chi potesse risolvere la situazione. Si chiude un’epoca, quella del quadrilatero Casale, Vercelli, Novara e Alessandria, all’interno
del quale, almeno per un decennio,  è fiorito il meglio del calcio italiano.

Mentre si chiude un’epoca, se ne apre un’altra. Nella batosta rimediata dalla Roma a Lucca c’è comunque una nota positiva: il primo gol di Amedeo Amadei, il giocatore

più giovane ad aver esordito in serie A. Il romano manterrà questo record per 22 anni, quando un altro ragazzetto dal fisico gracile gracile,
ma dai piedi d’oro e dal cervello di platino scenderà in campo: questo ragazzo deve ancora nascere e si chiamerà Gianni Rivera da Alessandria.

In settimana si completa il quadro dei quarti di finale di Coppa Italia con la vittoria per 3 a 1 dello Spezia a Lodi sul campo del Fanfulla.

 30a GIORNATA: domenica 16 maggio 1937         

Ambrosiana-Alessandria        3-0      

3′ Frossi, 78′ Villa, 83′ Ferraris II

Bari – Lazio                0-2      

21′ Busani, 32′ Camolese

Bologna – Milan                     2-0      

10′ e 38′ Schiavio

Fiorentina – Juventus  2-2      

3′ Gabetto, 47′ Viani (FI), 67′ Scagliotti, 75′ Borsetti (FI)

Genoa – Triestina        4-3      

8′ e 9′ Fasanelli, 12′ Mian (TS), 24′ Colaussi (TS), 51′ Fasanelli rig., 62′ Perazzolo, 73′ Mian (TS) rig.

Napoli-Sampierdarenese        0-2      

2′ e 66′ Spivach

Roma – Novara                       1-0      

81′ Serantoni

Torino – Lucchese       2-2      

1′ Andreoli, 44′ Prato (TO) rig., 73′ Brunella aut., 82′ Palumbo (TO)

 CLASSIFICA:

Bologna 42; Lazio 39; Torino 38; Milan 36; Juventus 35; Genoa 33; Ambrosiana e Lucchese 31; Fiorentina 30; Bari e Roma 27;

Triestina 26; Napoli 24; Sampierdarenese 22; Novara 21; Alessandria 18

 Il torneo si chiude con il dramma sportivo del Novara consumatosi a 9′ dal termine sul campo della Roma, grazie ad un gol di Pietro Serantoni e

alla doppietta
di Aldo Spivach sul campo di un Napoli che non aveva più nulla da chiedere al campionato. Sta di fatto che per la prima volta nella storia del calcio italiano la prima

serie non presenta nessuna squadra del quadrilatero piemontese ai nastri di partenza.

   LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. V. N. S. V. N. S. G.F. G.S.

1. BOLOGNA 42 30 8 6 1 7 6 2 15 12 3 45 26

2. Lazio 39 30 12 2 1 5 3 7 17 5 8 56 42

3. Torino 38 30 9 4 2 4 8 3 13 12 5 50 25

4. Milan 36 30 9 5 1 4 5 6 13 10 7 39 29

5. Juventus 35 30 8 6 1 4 5 6 12 11 7 53 31

6. Genova 1893 33 30 6 5 4 5 6 4 11 11 8 51 36

7. Ambrosiana Inter 31 30 5 7 3 4 6 5 9 13 8
43 35

8. Lucchese 31 30 8 7 0 1 6 8 9 13 8 39 43

9. Fiorentina 30 30 9 4 2 0 8 7 9 12 9 34 32

10. Roma 27 30 8 5 2 2 2 11 10 7 13 36 45

11. Bari 27 30 8 4 3 1 5 9 9 9 12 35 45

12. Triestina 26 30 5 6 4 2 6 7 7 12 11 29 36

13. Napoli 24 30 6 4 5 2 4 9 8 8 14 31 39

14. Sampierd’arenese 22 30 4 5 6 2 5 8 6 10 14 32 46

15. NOVARA 21 30 6 4 5 2 1 12 8 5 17 43 62

16. ALESSANDRIA 18 30 7 2 6 1 0 14 8 2 20 23 62

480 240 118 76 46 46 76 118 164 152 164 639 639

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento