CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1935-36: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 6a ALLA 8a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre in Italia riprende il campionato, in Etiopia il Generale Debono riprende l’avanzata verso Macallè portata da nord. Il fronte settentrionale è rimasto fermo per un lungo periodo, ma la propaganda ha potuto bearsi delle “grandi” vittorie ottenute a Sud dal Generale Rodolfo Graziani.
6a GIORNATA: domenica 3 novembre 1935                     

Alessandria – Napoli   2-3      

37′ Busoni, 42′ Rossetti, 83′ Borelli (AL), 87′ Notti (AL), 89′ Busoni

Ambrosiana – Triestina           5-0      

5′ Ferrari, 30′ e 61′ Meazza, 72′ Porta, 85′ De Vincenzi

Bari – Roma                0-1      

34′ Valentini

Bologna – Brescia       1-0      

38′ Schiavio

Fiorentina – Juventus  1-1      

21′ Varglien II, 55′ Scagliotti (FI)

Genoa – Milan            3-3      

1′ Libonatti (GE), 4′ e 14′ Gabardo, 16′ Orlandini (GE) rig., 30′ Rossi, 52′ Libonatti (GE)

Lazio – Sampierdarenese        5-0      

17′ rig. e 27′ Piola, 39′ Uneddu, 65′ Piola, 70′ D’Odorico

Torino – Palermo         5-0      

26′ Baldi III, 28′ Sudati, 33′ Silano rig., 40′ Ellena, 45′ Silano

 CLASSIFICA:

Bologna 11; Roma 9; Juventus, Milan e Torino 8; Genoa e Napoli 7; Ambrosiana e Palermo 6; Lazio, Sampierdarenese e Triestina 5; Alessandria e Brescia 4; Fiorentina 2; Bari 1.
Schiavio fa riprendere al Bologna la strada della vittoria. Dietro spunta la Roma. I giallorossi suppliscono alle carenze in attacco con una compattezza di squadra inusuale per l’epoca. Da segni di risveglio la Fiorentina capace di imporre il pareggio alla Juventus.
7a GIORNATA: domenica 10 novembre 1935

                   

Alessandria-Ambrosiana        2-2      

13′ Milano, 36′ Meazza (AM), 57′ De Stefanis, 59′ Meazza (AM)

Brescia – Lazio                       3-1      

14′ Bianchi, 38′ Locatelli, 70′ Uneddu (LA), 83′ Chiecchi rig.

Juventus – Bari                       0-0

Milan – Bologna                     1-2      

44′ Andreolo, 84′ Sansone, 88′ Arnoni (MI)

Napoli – Torino                       0-1      

41′ Sudati

Palermo – Genoa                    0-1      

37′ Libonatti

Roma – Fiorentina      0-1      

34′ Gringa

Sampierdarenese-Triestina     2-2      

7′ Cappellini, 45′ Rocco (TS), 55′ Cappellini, 60′ Mian (TS)

 CLASSIFICA:

Bologna 13; Torino 10; Genoa, Juventus e Roma 9; Milan 8; Ambrosiana e Napoli 7; Brescia, Palermo, Sampierdarenese e                Triestina 6; Alessandria e Lazio 5; Fiorentina 4; Bari 2.
 San Siro porta bene al Bologna che, approfittando della sconfitta interna della Roma contro la Fiorentina e del pareggio casalingo della Juventus contro il Bari, inizia a prendere il largo. Al secondo posto spunta il Torino, a cui è giovato il rinnovamento estivo.
 8a GIORNATA: domenica 17 novembre 1935

                   

Ambrosiana – Juventus           4-0      

1 ‘ Mascheroni, 13′, 72′ e 79’ Meazza

Bari – Napoli               0-0

Bologna – Roma                     2-0      

57′ Sansone, 78′ Fedullo

Fiorentina – Brescia    1-0      

22′ Morselli

Genoa – Alessandria   0-0

Lazio – Milan              2-2      

40′ Piola (LA), 44′ Zidarich, 59′ Piola (LA), 60′ Gabardo

Torino-Sampierdarenese        3-0      

27′ Baldi III, 54′ e 87′ Bo

Triestina – Palermo     5-0      

15′ Mian, 35′ Colaussi, 36′ Pasinati, 57′ Rocco, 65′ Mian

 CLASSIFICA:

Bologna 15; Torino 12; Genoa 10; Ambrosiana, Juventus, Milan e Roma 9; Napoli e Triestina 8; Alessandria, Brescia, Fiorentina, Lazio, Palermo e Sampierdarenese 6; Bari 3.
 Il Bologna passa anche con la Roma dell’ex Monzeglio. Dietro continua la marcia del Toro, mentre la Juventus cade pesantemente a Milano. Il ciclo bianconero sembra proprio finito! Sostituire elementi  come Rosetta, Caligaris, Ferrari ed Orsi è molto difficile. Ci sono buoni giocatori come Alfredo Foni e Guglielmo Gabetto, ma non hanno ancora la personalità dei predecessori.  In terza posizione emerge il Genoa. I liguri sono partiti bene: d’altra parte l’organico è stato costruito per ottenere una salvezza tranquilla e qualche cosa di più.

Nuovo stop per la nazionale. A Milano si chiude la terza edizione della Coppa Internazionale.  Arriva l’Ungheria; il match, ormai inutile ai fini dell’assegnazione del trofeo,  promette spettacolo.

Per l’occasione rientrano nel gruppo gli Juventini Monti e Bertolini e l’interista Giovanni ferrari.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento