CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LEGA SETTENTRIONALE 1924-25: IL GIRONE B

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Analogamente alla stagione precedente il Bologna si impone nel girone B della lega Nord. Anche questo raggruppamento si rivela molto equilibrato con una lotta
a tre che, oltre ai felsinei ha coinvolto pure Juventus e Pro Vercelli. I Bolognesi si sono dimostrati imbattibili in casa, perdendo un solo punto contro il Mantova, mentre in trasferta hanno avuto un ruolino di marcia poco esaltante uscendo sconfitti dai campi della Juventus, del Milan e della Pro Vercelli. Va detto, però, che tutte le compagini hanno difficoltà a raccimolare punti lontano da casa; la Pro Vercelli, immediata inseguitrice dei rossoblu emiliani è stata capace di vincere tutte le gare casalinghe, ma ottenendo un solo successo in trasferta, quello per 2 a 1 sul campo di un Milan , anche questanno costretto ad accontentarsi di disputare un campionato mediocre, ha dovuto chiudere la sua stagione anzitempo. Comunque resta il fatto che, nonostante la perdita di giocatori importanti come Virginio Rosetta e Remigio Milano trasferiti in altre società, ed Alessandro Rampini che ha cessato la sua attività, la Pro Vercelli rimane sempre una delle migliori compagini operanti in ambito nazionale dimostrandosi, da qui in avanti, uno dei vivai più fertili esistenti.

L’innesto di Virginio Rosetta, unito all’esplosione di grandi talenti come Federico Munerati e Pietro Pastore, portano la Juventus a disputare un grandissimo campionato rovinato solamente dalla sconfitta casalinga contro il Padova e dal pareggio concesso ai rivali della Pro Vercelli. Proprio i patavini, sempre allenati dall’inglese Burges sono stati la scheggia impazzita del campionato, dimostrandosi compagine capace di qualsiasi impresa nel bene e nel male. Hanno ottenuto vittorie esterne di prestigio sul campo della Juventus
per 2 a 1 e del Milan per 3 a 1, ma hanno sperperato punti d’oro per fare il grande salto e sono rimasti fuori dai giochi. La stessa sorte è capitata ad altre squadre ricche di grandi talenti come l’Alessandria dei vari Carcano, Gandini e Baloncieri, il Livorno di Pitto e Magnozzi e il Novara di Reynaudi e Meneghetti.

Continua invece l’anonimato del Milan: nemmeno l’innesto del cecoslovacco Banas e l’arrivo in panchina di Vittorio Pozzo sono riusciti a risollevare le sorti dei rosso-neri nei quali il solo Ostroman (18 reti), riesce a far parlare di sè.

In fondo alla classifica piange il Derthona che ha terminato all’ultimo posto, chiudendo in pratica qui la propria esperienza col calcio che conta, mentre alla Spal e alla Sampierdarenese toccherà l’inferno del gironcino per non scendere di categoria.
LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. BOLOGNA 34 24 15 4 5 52 22

2. Pro Vercelli 32 24 13 6 5 56 29

3. Juventus 32 24 12 8 4 38 21

4. Padova 29 24 12 5 7 51 34

5. Livorno 25 24 9 7 8 45 41

6. Alessandria 25 24 8 9 7 27 30

7. Novara 22 24 6 10 8 26 30

8. Milan 21 24 10 1 13 45 51

9. Andrea Doria 21 24 9 3 12 26 33

10. Sampierd’arenese 20 24 7 6 11 24 32

11. Mantova 19 24 8 3 13 38 54

12. Spal 19 24 7 5 12 26 50

13. DERTHONA 13 24 4 5 15 25 54

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento