CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LA FASE REGIONALE DELLA LEGA SUD 1924-25

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Rispetto alla stagione precedente, il campionato laziale della Lega Centro-meridionale prevede la partecipazione di sole cinque compagini. Si assiste al solito torneo combattuto che ha visto la lotta tra l’Alba Roma, la Lazio e la Fortitudo. Come l’anno prima l’Alba si impone per un punto sulla Lazio trascinata da Fulvio Bernardini e dal talento di Antonio Vojack. Nato a Pola, questo giocatore è stato il primo istriano a balzare agli onori delle cronache calcistiche nazionali. Nonostante abbia inflitto l’unica sconfitta stagionale all’Alba, la Fortitudo, nella quale ha fatto il suo esordio un certo Attilio Ferraris, è costretta ad abbandonare anzitempo la competizione; infine l’Audace Roma deve giocarsi la qualificazione per la stagione successiva, mentre la Pro Roma, chiudendo malinconicamente in ultima posizione senza mai vincere un incontro, lascia momentaneamente la prima categoria nazionale.
LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. ALBA ROMA 12 8 5 2 1 15 7

2. LAZIO 11 8 5 1 2 20 10

3. Fortitudo Roma 10 8 4 2 2 20 11

4. Audace Roma 5 8 2 1 5 16 26

5. PRO ROMA 2 8 0 2 6 4 21

Ancora una volta l’Anconitana, quale unica rappresentante iscritta della regione Marche, viene ammessa direttamente ai gironi di semifinale. In Campania, invece, le squadre passano da sei a quattro. Il Savoia, che dopo la bella figura fatta contro il Genoa, godeva dei favori del pronostico, si impone di un punto sulla Cavese. Questa società sta cercando di portar via ai torresi lo scettro di miglior squadra campana e a tal proposito arriva l’ingaggio come allenatore-giocatore del centravanti Giovanni Gallina, uno degli eroi dello scudetto del Casale ed ecx nazionale. Da qui in avanti sarà sempre più usuale vedere grandi giocatori che, a fine carriera, si trasferiranno dalle squadre del Nord a quelle del Sud per concedere gli ultimi sprazzi della loro bravura
e per guadagnare qualche bel soldino. Chi esce dal campionato con le ossa rotte è l’Internaples costretto a sentir parlare delle semifinali dai giornali. Infine la Salernitana, come consuetudine, conclude in ultima posizione sempre sconfitta.
LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. P. G.F. G.S.

1. SAVOIA 9 6 4 1 1 11 6

2. CAVESE 8 6 3 2 1 9 3

3. Internaples 7 6 2 3 1 9 7

4. Salernitana 0 6 0 0 6 1 14

Tre compagini baresi ed altre tante tarantine si contendono il passaggio del turno nel campionato pugliese. La Pro Italia di Taranto e la Liberti Bari, nella quale spicca il talento del giovane Raffaele Costantino, grande ala destra negli anni trenta, passano il turno precedendo l’Audace di Taranto. L’ideale, che pur ha disputato un buon campionato, è costretta a giocarsi la permanenza in prima categoria nelle qualificazioni ma il Foggia rinuncerà per motivi societari e quindi questa squadra potrà iscriversi anche l’anno successivo al campionato di prima categoria. Chiudono il Bari e la Tarantina che, invece, dovranno disputare il campionato inferiore.
LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. LIBERTY BARI 15 10 7 1 2 24 9

2. PRO ITALIA TARANTO 15 10 7 1 2 22 8

3. Audace Taranto 20 10 5 3 2 20 8

4. Ideale Bari 11 10 4 3 3 13 12

5. TARANTINA 3 10 1 1 8 8 21

6. BARI 3 10 0 3 7 2 31

In Sicilia le solite Palermo e Messinese si contendono il passaggio alla fase interregionale. Quest’anno la squadra dello stretto, trascinata dal solito Stracuzzi e da Fidomanzo che avrà la soddisfazione di chiudere la sua carriera in serie A nelle file della Sampierdarenese e del Novara, regola i rivali. I Messinesi vincono sia in casa, sia a Palermo per due a zero.
PAGINASUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento