CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LEGA SETTENTRIONALE 1923-24: IL GIRONE

B

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Ben più appassionante si rivela il girone B in cui Bologna e Torino danno vita ad un duello risolto solamente all’ultima giornata. I granata, trascinati
dal ventitreenne cannoniere austriaco Einrich Schonfeld autore di 21 reti, dominano negli scontri diretti, imponendosi allo stadio Sterlino per 1 a 0 e strappazzando i rivali rossoblù in casa per 4 a 1, ma i bolognesi riescono ad ottenere migliori risultati soprattutto in trasferta. Storica diventa la vittoria conquistata dagli uomini allenati da Hermann Felsner per 1 a 0 a Vercelli dove interrompono l’inviolabilità del campo dei bianchi che durava da più di dieci anni compromettendone così la corsa al primato. Nonostante le partenze eccellenti di Virginio Rosetta passato alla Juventus dove però non sta giocando, di Gay andato al Milan e di Remigio Milano emigrato a Casale, i piemontesi riescono a rimanere comunque protagonisti pescando nel loro florido vivaio. Esplodono i centrocampisti Ardissone e Zanello assieme agli attaccanti Rosso e Borello che garantiscono un degno futuro alla gloriosa squadra allenata da Guido Ara. Dietro, ma staccato di ben cinque punti dai piemontesi, giunge l’Hellas Verona. Fortissima in casa, dove può vantare una vittoria per 1 a 0 contro la Pro Vercelli ed un’altra per 5 a 1 con il Milan, i gialloblù scaligeri non riescono a ripetersi lontano dalla città di Giulietta accontentandosi di un ottimo campionato di centro-classifica
e di assistere all’esplosione di talenti come i fratelli Chiecchi e di Morandi. Dietro ai veneti vi sono una serie di squadre tra cui il Legnano incapace di ripetersi ai livelli dell’anno precedente. Nonostante l’ingaggio di Gay dalla Pro Vercelli e il grande campionato del giovane Giuseppe “Pin” Santagostino, il Milan non va oltre una dignitosa salvezza. Sono anni bui per la squadra presieduta da Piero Pirelli che sta progettando la costruzione di un grande stadio che dovrebbe sorgere proprio dove ora si trova l’impianto di San Siro.

E’ proprio la lotta per la salvezza ad essere un altro dei fattori che rendono il girone appassionante. Vi si trovano coinvolte la Spal, lo Spezia e la Novese. I piemontesi ex campioni d’Italia non tengono il passo e quindi la lotta alla fine si restringe ai romagnoli e ai liguri. Gli scontri diretti finiscono
in parità in quanto le due squadre vanno ad imporsi per 1 a 0 entrambe in campo avverso. Alla fine la Spal prevale di un punto condannando Rossetti e soci a disputare i play off per non retrocedere con Novara, Fiume e Sestrese.
LA CLASSIFICA

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. BOLOGNA 31 22 13 5 4 41 18

2. Torino 30 22 12 6 4 43 22

3. Pro Vercelli 28 22 11 6 5 46 23

4. Hellas Verona 23 22 8 7 7 43 35

5. Pisa 22 22 7 8 7 26 35

6. Andrea Doria 21 22 7 7 8 28 26

7. Legnano 21 22 8 5 9 27 26

8. Cremonese 20 22 8 4 10 24 31

9. Milan 19 22 7 5 12 38 44

10. Spal 18 22 6 6 10 26 44

11. Spezia 17 22 7 3 12 16 35

12. NOVESE 14 22 5 4 13 13 40

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento