CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LEGA SETTENTRIONALE 1922-23: IL GIRONE A

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Quando Mussolini marcia su Roma il campionato di calcio è partito da circa un mese. La lega settentrionale è composta da

tre gironi di dodici squadre ciascuno le cui vincenti daranno vita ad un torneo finale a tre dal quale uscirà la

vincitrice della lega per la conquista del titolo.

Per la prima volta nella storia del calcio italiano si parlerà apertamente di lotta per non retrocedere. Per mediare le

posizioni tra le grandi e le piccole, si è deciso di ridurre le partecipanti alla stagione 1923-24 da 36 a 24, pertanto

solo le prime otto classificate di ciascun girone avranno diritto a rimanere nella Prima Categoria Nazionale.

La lega centro-meridionale, invece, mantiene la sua divisione in gironi a carattere regionale, per favorire l’iscrizione

di un maggiorn numero di compagini che, con costi limitati, possono così prendere parte al campionato.

Il girone A della lega settentrionale è dominato dai ccampioni uscenti della Pro Vercelli, capaci di infliggere quattro

punti di distacco al Torino, nonostante che i granata abbiano avuto il miglior attacco e la miglior difesa del girone. Nei
granata continua inesorabilmente la crescita di giovani interessanti come il terzino Dario Martin, secondo di quattro

fratelli che daranno moltissimo ai colori di questa società, il mediano Giuseppe Aliberti e Anacleto Janni, che giostra

con ottimo profitto nella posizione di mezz’ala. Dietro giunge la sorprendente Sampierdarenese, nonostante la partenza di

Delfo Bellini che precede il forte Pisa e un’altra sorpresa: l’Hellas Verona trascinata da Arnaldo Porta e dai fratelli

Chiecchi. Gli scaligeri si tolgono la soddisfazione di sopravanzare due società storiche come il Casale e

l’Internazionale, alla quale il ritorno di Cevenini ha
garantito solamente un campionato di centro-classifica. Retrocedono in seconda categoria Mantova, Petrarca,U.S. Torinese e

Speranza Savona. I liguri sono il chiaro esempio di quanto necessaria sia la strada intrapresa dalla Federcalcio non

avendo vinto nemmeno una gara.

CLASSIFICA:

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. PRO VERCELLI 36 22 17 2 3 44 15

2. Torino 32 22 14 4 4 59 12

3. Sampierdarenese 28 22 12 4 6 37 22

4. Pisa 25 22 11 3 8 43 33

5. Hellas Verona 24 22 9 6 7 29 26

6. Casale 23 22 7 9 6 23 18

7. Inter 21 22 8 5 9 32 37

8. Virtus Bologna 21 22 8 5 9 16 23

9. MANTOVA 18 22 6 6 10 18 27

10. U.S. TORINESE 16 22 6 4 12 23 36

11. PETRARCA 15 22 6 3 13 20 49

12. SPERANZA SAVONA 5 22 0 5 17 10 56

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento