CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LEGA SETTENTRIIONALE 1922-23: IL GIRONE C

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il girone C si dimostrerà il più combattuto dei tre. Alla fine Alessandria e Padova arriveranno a

pari merito, rendendo necessario lo spareggio per stabilire la vincitrice. Le due squadre, però hanno dovuto combattere

fino all’ultimo contro due ottime compagini, ma giovani come la Spal e il Livorno, nel quale brilla sempre più fulgida la

stella di Mario Magnozi. Si tratta di una mezz’ala con il vizio del gol il cui gioco è caratterizzato da un movimento

continuo tanto da farlo soprannominare “motorino”.

Delude ancora il Novara, giunto in quinta posizione, ma mai in grado di lottare per il primato,
così come non è mai stata in grado di farlo la Novese neo campione d’Italia. La debacle dei piemontesi va senz’altro

spiegata con le partenze di Aristodemo Santamaria e Luigi Cevenini. Altra compagine che non ha reso secondo le aspettative

è stata la Lucchese che, pur disponendo di una coppia d’attacco fenomenale come quella formata dai nazionali Jonny

Moscardini ed Ernesto Bonino, non riesce mai ad inserirsi nelle posizioni di vertice.

Com’è detto, si è trattato di un girone estremamente combattuto ed equilibrato deciso da uno spareggio tra Alessandria e

Padova. I piemontesi si presentano all’appuntamento come i grandi favoriti. La classe di giocatori come Adolfo Baloncieri,

Guglielmo Brezi e Carlo Carcano, unita alla loro abitudine a combattere al vertice, li vedono come i grandi favoriti.

Dall’altra parte c’è il Padova, la cui presidenza ungherese è riuscita a reperire ottimi giocatori come il centro-mediano

Fayenz, i fratelli Busini e Feliciano Monti. Tatticamente, poi, si vede la mano del tecnico inglese Burges, un ex

professionista che all’età di quarant’anni ha deciso di trasferirsi in Italia per insegnare calcio. Alla fine, tra la

sorpresa generale, la freschezza dei patavini riesce ad avere la meglio sui fortissimi piemontesi e, vincendo per 2 a 1, i

biancoscudati volano in finale, dando finalmente lustro al movimento del triveneto.

LA CLASSIFICA:

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. PADOVA 32 22 14 4 4 47 21

2. Alessandria 32 22 14 4 4 34 14

3. Livorno 30 22 13 4 5 43 19

4. Spal 30 22 12 6 4 37 15

5. Novara 26 22 12 2 8 42 24

6. Andrea Doria 22 22 8 6 8 34 29

7. Brescia 20 22 8 4 10 32 27

8. Novese 19 22 5 9 8 26 32

9. LUCCHESE 16 22 6 4 12 21 55

10. US. MILANESE 14 22 3 8 11 23 43

11. SAVONA 12 22 4 4 14 15 40

12. PASTORE TORINO 11 22 4 3 15 14 52

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento