CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LA FASE REGIONALE DELLA LEGA SUD 1922-23

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
In una Roma ancora sconvolta dagli avvenimenti di fine ottobre, parte il girone laziale della Lega

Centro-Meridionale che, come al solito, si risolve in un campionato cittadino. A sorpresa, questa volta domina la Lazio

grazie soprattutto ad una mossa decisamente azzeccata: l’allenatore dei bianco-celesti decide di spostare il giovanissimo

Fulvio Bernardini dal ruolo di portiere a quello di centr’attacco. Il ragazzo dimostra di trovarsi a suo agio nella nuova

posizione e a suon di gol trascina i suoi al primato. Dietro giunge l’Alba che, a sua volta, infligge un distacco di

quattro punti alla Fortitudo incapace, , in questa stagione, di ripetere le imprese dell’anno precedente allorché aveva

conquistato il primato regionale.

LA CLASSIFICA:

POS. SQUADRA P. G. V. N. S. G.F. G.S.

1. LAZIO 17 10 8 1 1 30 14

2. Alba Roma 15 10 7 1 2 42 13

3. Fortitudo 11 10 5 1 4 20 18

4. US. Romana 7 10 3 1 6 12 21

5. Juventus Audax 6 10 3 0 7 14 31

6. Roman 4 10 2 0 8 7 28

Il girone campano presenta una grande novità: i bilanci disastrati e la povertà tecnica, inducono il

Naples della Pignasecca e l’Internazionale di via Medina a fondersi per diventare Internaples (1922). La proposta (ma qui

non possiamo esserne certi) pare essere venuta da

Giorgio Ascarelli,

anche se il primo

presidente del nuovo club è stato Emilio Reale. La divisa di gioco adottata è una maglietta azzurra con risvolti celesti.

Il nuovo sodalizio partenopeo non riesce a contrastare il dominio stagionale del Savoia di Torre Annunziata che, in questo

periodo, vive il momento migliore della sua storia. I torresi infliggono ben quattro punti di distacco ai verde-blu che a

loro volta precedono lo Stabia, la Cavese e la Bagnolese.

LA CLASSIFICA:

POS. SQUADRA P. G. V. N. P. G.F. G.S.

1. SAVOIA 15 8 7 1 0 27 6

2. Internaples 11 8 5 1 2 8 5

3. Stabia 8 8 4 0 4 12 11

4. Cavese 6 8 3 0 5 11 19

5. Bagnolese 0 8 0 0 8 1 18

In Puglia si assiste ad una strenua lotta tra la Pro Italia di Taranto e l’Ideale di Bari. I tarantini

hanno la meglio sui baresi di un punto. Dietro giungono l’Audace di Taranto, il Liberty Bari e il Lecce, società neonata

che balzerà alle cronache del grande calcio solo negli anni ottanta.

LA CLASSIFICA:

POS. SQUADRA P. G. V. N. P. G.F. G.S.

1. PRO ITALIA TARANTO 13 8 6 1 1 25 7

2. Ideale Bari 12 8 6 0 2 19 8

3. Audace Taranto 9 8 3 3 2 15 11

4. Liberty Bari 5 8 2 1 5 10 18

5. Lecce 1 8 0 1 8 7 32

Alla prima categoria sicula vengono ammesse solo tre compagini che danno vita ad un gironcino di andata

e ritorno. La competizione termina con le tre squadre appaiate a quota 4. A questo punto la Federazione decide di

organizzare un ulteriore girone di spareggio con partite di sola andata da disputarsi in campo neutro. Nella prima partita

la Libertas Palermo sconfigge il Messina per 1 a 0. Sul neutro di Napoli la squadra dello stretto batte il Palermo per 2 a
0. Nel derby decisivo la Libertas sconfigge i cugini ancora per 2 a 0 garantendosi in questo modo il diritto di accedere

alla fase interregionale.

LA CLASSIFICA:
2. MESSINA 2 2 1 0 1 2 1

3. PALERMO 0 2 0 0 2 0 4
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento