CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

L’ESORDIO DI OTTAVIO BARBIERI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Per il calcio italiano e per il Genoa, il giorno di Pasqua del 1920 è una data importante. La compagine rossoblu disputa a Marassi un’ amichevole contro un team inglese formato da professionisti sotto le armi. Prima di questa sfida, la squadra delle riserve, composta anch’ essa da molti ragazzi ritornati dalla guerra, affronta gli “Artiglieri da Fortezza”. Per la partita dei titolari il tecnico William Garbutt si ritrova improvvisamente senza un laterale destro e, recandosi nello spogliatoio, decide di chiedere al giocatore della squadra riserve che ricopriva quel ruolo e che ha appena terminato la sua
gara, di giocare ancora almeno un tempo con i titolari. Il giovane in questione,Ottavio Barbieri nato a Genova il 30 aprile 1899, accetta la proposta, si infila una maglia pulita e giocando tutti e due i tempi (tre ore consecutive con gli scarpini ai piedi) risulta tra i migliori in campo.

Inizia così la favola calcistica di uno dei più forti centrocampisti italiani degli anni Venti.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento