CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

17 GIUGNO 1920: INTER-LIVORNO 3-2

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Prima che le due compagini scendano in campo, mentre il ciclista Belloni si aggiudica la prima edizione del dopoguerra del Giro d’Italia, tutti prevedono un successo facile per i nero azzurri milanesi. I toscani, però disputano una grandissima gara dimostrando di
non essere la solita squadra sprovveduta proveniente dalla Lega centro-meridionale. I labronici partono fortissimo, con la giovanissima mezz’ala Mario Magnozzi autentica spina nel fianco nella difesa milanese. Il giocatore si procura un calcio di rigore che fallisce malauguratamente per i suoi. Il colpo, per gli amaranto, si rivela devastante tanto che la prima frazione di gara si conclude con l’Inter in vantaggio per 3 reti a 0 grazie ad una doppietta di Aggradi e ad una rete di Ermanno Aebi. Il tecnico Kirwanal, però, ha saputo imprimere ai toscani il proverbiale “animo pugnandi” dei britannici e nella ripresa il Livorno parte alla riscossa. Magnozzi diventa il grande protagonista con una doppietta che ad un certo punto rimette in discussione l’esito finale della contesa. Di colpo l’intero ambiente calcistico è costretto a rendersi conto che pure in Toscana esistono compagini ben organizzate capaci di competere ad armi pari con gli squadroni del nord, a testimonianza dei grandi progressi del movimento centro-meridionale.

A differenza di quanto è avvenuto dieci anni prima, questa volta la vittoria interista non dà adito a particolari polemiche. Si tratta di un gruppo formato da forti atleti, molti dei quali entrati nel giro della nazionale. Hanno contribuito alla vittoria finale i seguenti giocatori:

Campelli, Francesconi, Beltrami, Milesi, Fossati II, Scheidler, Conti L., Aebi, Agradi, Cevenini III, Asti, Bontadini, Cevenini II.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento