CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

TRE RISULTATI POSITIVI PER LA NAZIONALE DI CALCIO ALL’INIZIO DEL 1914

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il 1914 inizia con una gara amichevole della nazionale. A Milano, centro propulsivo delle nuove correnti irredentiste, si presenta l’Austria. I
rapporti tra i due paesi al momento sono cordiali ma è solamente la quiete prima della tempesta.

Per l’occasione Umberto Meazza fa esordire i casalesi Angelo Mattea e Giovanni Gallina e riporta in formazione i suoi ex compagni dell’U.S. Milanese Mauro De Simoni e Boiocchi.
Milano (Stadio Civico Arena) – domenica 11 gennaio 1914 – ore 14,30

ITALIA – AUSTRIA 0-0 (Am)

Italia: De Simoni (U.S. Milanese 7), Valle (Pro Vercelli 5), R. De Vecchi (Genoa 13), Ara (Pro Vercelli 9 – pt. 35′ Trerè At. Milan 5), Fossati (Inter) 8 (cap.), Leone (Pro Vercelli 9), Berardo (Pro Vercelli 10), Mattea (Casale 1), Gallina II (Casale 1), Varese (Casale 2), Boiocchi (U.S. Milanese 8). Ct: U. Meazza.

Austria: Plhak, Urban, J. Swatosch, Chrenka, Brandstätter, Cimera, Haist, R. Merz, Kuthan, Grundwald, Körner. Ct: H. Meisl.

Arbitro: Howcroft (Inghilterra).

SPETTATORI: 15.000.
E’ il primo risultato di prestigio colto dalla nostra squadra dopo tre pesanti sconfitte contro i rappresentanti dell’impero asburgico.

Due mesi dopo, mentre sta iniziando il girone di semifinale a Torino si presenta la Francia. In porta rientra il vercellese Innocenti, mentre in mediana, rimasto ancora fuori Giuseppe Milano, Meazza decide di inserire il casalese Luigi Barbesino alla destra di Virgilio Fossati. In questa partita esordisce il granata Gino Goggio, mediano dotato di enormi risorse fisiche.

Infine, al centro dell’attacco va segnalato l’impiego del rientrante Aldo Cevenini.
16: Torino (Stadio Piazza d’Armi) – domenica, 29 marzo 1914 – ore 14,30

Italia-Francia 2-0 (Am)

Reti: 46’ Berardo, 89’ Cevenini I

Italia: G. Innocenti (Pro Vercelli 3), Valle (Pro Vercelli 6), R. De Vecchi (Genoa 14), Barbesino (Casale 2), Fossati (Inter) 9 (cap.), Goggio (Torino 1), Berardo
(Pro Vercelli 10), Mattea (Casale 2), Cevenini I (Inter 9), Varese (Casale 3), Corna (Pro Vercelli 5). Ct: U. Meazza.

Francia: Parsys, Gamblin, Hanot, Bigué, Ducret, Jourda, Lesur, J. Dubly, Picy, Chandelier, R. Dubly. Ct: commissione tecnica interfederale.

Arbitro: Barette (Belgio).

SPETTATORI: 15.000.
Questo 1914 sembra essere un anno di rinascita per la squadra azzurra. Contro la Francia gli uomini di Meazza ottengono una convincente vittoria su una squadra che da tempo ci fa soffrire.

Una settimana dopo sul campo di Genova è di scena la Svizzera. Rientrano il casalese Parodi e il vercellese Carlo Corna, mentre esordisce il granata Mosso III.

17: Genova (Campo Genoa e Andrea Doria, Marassi) – domenica 5 aprile 1914 – ore 15,00

Italia-Svizzera 1-1

Reti: 26’ Mattea, 32’ Wyss II

Italia: G. Innocenti (Pro Vercelli 4), Valle (Pro Vercelli 7), R. De Vecchi (Genoa 15), Parodi (Casale 2), Fossati (Inter) 10 (caòp.), Barbesino (Casale 3), Mosso III (Torino 1), Mattea (Casale 3), Cevenini I (Inter 10), Varese (Casale 4), Corna (Pro Vercelli 6). Ct: U. Meazza.

Svizzera: Bieri, Duriaux, Fehlmann, Kaltenbach, Neumeyer II, Neumeyer I, Wydler, Märki, Wyss I, Wyss II, Collet.

Arbitro: Barette (Belgio).

Il momento positivo continua; contro la Svizzera compagine senz’altro superiore alla nostra per esperienza e caratura tecnica, si porta a casa un risultato
convincente che per lunghi tratti ci ha visti dominare.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento