CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

ITALIA-BELGIO 1-0: VITTORIA TARGATA PRO VERCELLI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
All’inizio di maggio ritorna in campo la nazionale per disputare un’amichevole contro il Belgio. Urge una vittoria per interrompere una serie di sconfitte
che sta diventando imbarazzante. Inoltre i nostri non vincono un incontro casalingo da quasi tre anni. Umberto Meazza, anche su pressione dell’ambiente
circostante vara una formazione composta per nove undicesimi da giocatori della Pro Vercelli, quasi a sancire la superiorità tecnico-tattica dei ragazzi
in maglia bianca. In effetti Milano e soci sono stati capaci di subire la miseria di 3 reti in diciotto gare. Esordiscono in maglia azzurra il portiere Innocenti e il doriano Attilio Fresia, centravanti dotato di tecnica sopraffina che sta raggiungendo l’apice della sua carriera.
13: Torino (Stadio Piazza d’Armi) – martedì 1° maggio 1913 – ore 15,30

Italia-Belgio 1-0

Rete: 57’ Ara

Italia: G. Innocenti (Pro Vercelli 1), Valle (Pro Vercelli 4), R. De Vecchi (Milan 11), Ara (Pro Vercelli 8), Milano I (Pro Vercelli 9), Leone (Pro Vercelli)
8 (cap), Milano II (Pro Vercelli 4), Berardo (Pro Vercelli 8), A. Fresia (Andrea Doria 1), Rampini I (Pro Vercelli 8), Corna (Pro Vercelli 3). Ct: U. Meazza.

Belgio: Baes, Swartenbroeks, Hubin, Braeckman, Bossaert, Suetens, Bessems, De Veen, Brebart, Saeys, Becquevort. Ct: F.W. Maxwell.

Arbitro: Goodley (Inghilterra).
Nonostante l’assenza del bomber milanista Van Hegge tra le fila dei belgi, l’Italia fatica ma alla fine, grazie ad un gol del mediano Guido Ara, arriva la
tanto sospirata vittoria. Il mondo del calcio, però, è in fibrillazione per ben altri motivi: si attende la discesa degli inglesi del Reading che inizieranno
il loro tour europeo a Genova pochi giorni dopo il termine del campionato (per questo motivo i liguri hanno probabilmente preferito rinunciare a disputare l’ultimo match con il Verona). Ma seguiamo la tourné passo per passo, anche per assaporare meglio il clima caratterizzante il mondo calcistico dell’epoca.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento