CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

IL READING IN ITALIA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
gli inglesi partono da Londra in treno venerdì 9 maggio alle 10 del mattino e arrivano a Parigi alle 17,20 dove pranzano alle 19 per poi ripartire in treno
alle 22,15 alla volta della città ligure. alle 18,30 di sabato 10 giungono sotto la lanterna e si preparano per la partita prevista il giorno sucessivo,
domenica 11 alle 14,30 esattamente UNA SETTIMANA DOPO LA FINE DEL girone di semifinale del campionato. La squadra rossoblù schiera in campo due dei nuovi rinforzi per la stagione successiva fortemente voluti da davidson attilio fresia e lorenzo de vecchi. Nel soleggiato pomeriggio di domenica 11 maggio
gli inglesi si impongono per 4 a 2. In questa gara si mette in particolare evidenza Attilio Fresia autore di entrambi i gol liguri. Al termine della competizione le squadre partecipano all’usuale banchetto organizzato in onore degli ospiti.

Il giorno successivo, alla faccia dello stress da gara, i britannici si recano a Milano dove infliggono un pesante 5 a 0 ai rosso-neri nella loro prima
uscita senza Renzo De Vecchi. Il 14 maggio, però, la fatica si fa sentire e il Reading conosce l’onta della sconfitta per 2 a 1 sul campo del Casale. Con la solita prova caratterizzata da un grande ardore agonistico i piemontesi compiono l’impresa di essere la prima squadra italiana ad imporsi su una compagine professionistica inglese. Luigi Barbesino, Parodi, Angelo Mattea, i fratelli Gallina, Scrivano e Varese vivono il primo di tanti momenti di
gloria. Il giorno successivo, però, si riprendono ed infliggono alla Pro Vercelli un umiliante 6 a 0.

Al termine della settimana, esattamente il 18 di maggio, si disputa quello che è stato presentato come l’avvenimento sportivo dell’anno. Sul campo della
Juventus, davanti a 15000 spettatori, gli inglesi sfidano la nazionale italiana e si impongono per 2 a 0. La squadra azzurra è formata da otto calciatori
della Pro Vercelli ai quali vengono aggregati Attilio Trerè, Lorenzo De Vecchi e Attilio Fresia. L’attaccante sfrutta anche questa seconda occasione per mettersi in mostra davanti agli inglesi i quali decidono di offrirgli un ingaggio. Il giocatore non farà mai parte del Genoa diventando il primo calciatore italiano trasferito in un campionato professionistico.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento