CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

GIRONI DI QUALIFICAZIONE CAMPIONATO 1902

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre l’Italia è ancora sconvolta dagli effetti degli scioperi nelle campagne del Vercellese, Del Ferrarese e del Polesine e da quelli dei lavoratori del gas e delle ferrovie, prende il via il quinto campionato italiano di calcio. Quest’anno vi partecipano ben otto squadre e l’attrazione principale è costituita dal
Genoa il quale, non essendo più campione d’Italia, deve affrontare il suo bravo girone di qualificazione.

Ormai è diventata consuetudine che la prima domenica di marzo coincida con l’inizio del campionato. Così il 2 prende il via il girone piemontese con il
pareggio tra Juventus ed F.C. Torinese per 1 a 1, mentre l’Audace di Torino sconfigge la Ginnastica per 5 a 2.

In settimana avviene un fatto che per il mondo del calcio si rivelerà storico: il 6 marzo, esattamente il giovedì successivo in Spagna, altra nazione alla quale il footbal sembra piacere, nasce il Real Madrid, la compagine destinata a diventare l’indiscussa regina d’Europa.

La domenica successiva, intanto, la Juventus travolge
l’Audace per 6 a 0, mentre la Ginnastica, non presentandosi in campo, dà partita vinta all’F.C. per 1 a 0. Nel frattempo prende il via anche il girone
ligure-lombardo con la vittoria del Genoa sull’Andrea Doria per 3 a 2. Spensley e compagni, la domenica seguente battono la Mediolanum per 1 a 0 approdando
alla semifinale; intanto si conclude il girone piemontese con la vittoria dell’F.C. Torinese per 2 a 0 sull’Audace, mentre il nuovo forfait della Ginnastica
consente alla Juventus di aver partita vinta e di raggiungere in vetta alla classifica i più esperti giocatori in maglia giallo-nera. Si rende necessario
uno spareggio nel quale la Juventus dei fratelli Canfari soccombe per 4 a 1.

Il 6 aprile, al Velodromo Umberto I di Torino l’F.C. ed il Genoa si contendono l’accesso alla finalissima di Milano. Dopo una battaglia durata 120 minuti, i liguri prevalgono per 4 a 3, garantendosi la possibilità di ritornare subito in possesso del titolo di Campione d’Italia.
PAGINA SUCCESSIVA Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento