CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

ESPLODE IL FENOMENO CARUSO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Più che dalle gesta di ragazzotti in mutandoni intenti a calciare una palla o ad effettuare qualche esercizio ginnico, il popolo italiano, almeno quella piccola parte che può permettersi il lusso di avere degli hobbyes (passatempi usando il buon italiano dell’epoca non ancora anglicizzato come avviene ai giorni nostri) è affascinato dal bel canto. In questi anni le cronache raccontano le imprese di un napoletano cresciuto nei quartieri poveri della città partenopea e approdato ai grandi palcoscenici dei teatri mondiali, grazie alla sua voce poderosa che gli permette di eseguire magistralmente le arie più celebri di musica classica. La giovane età, egli è nato infatti nel 1873, lo rende aperto a nuove esperienze professionali e all’uso delle nuove tecnologie, come quella del disco magnetico, in circolazione ormai da 25 anni.

L’11 aprile Enrico Caruso incide dieci dischi con arie d’opera per conto della casa discografica inglese Gramophone & Typewriter Company. Il cantante napoletano è il primo a cimentarsi col nuovo sistema, fino a questo momento snobbato dai colleghi dell’epoca. In breve tempo i negozi del settore, in Italia saranno gli empori a farla da padroni, venderanno milioni di copie della raccolta con la voce di Caruso, non più confinata tra le mura di un teatro e riservata alle poche migliaia di spettatori che hanno la fortuna di trovarsi nei luoghi in cui il grande tenore si esibisce. Da questo momento in avanti tutti, anche coloro che non hanno possibilità economiche, ma che possono appostarsi sotto una finestra da dove esce la musica del grammofono, sono in grado di godere della magnifica voce di Caruso, l’uomo che partito dal nulla, sta conquistando il mondo.

Se la Gramophone & Typewriter Company diventa una delle prime grandi case discografiche della storia della musica, con questa operazione, probabilmente, Caruso diventa il primo grande personaggio nazional-popolare del XX secolo.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento