CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

IL CAMPIONATO 1901: SCUDETTO AL MILAN!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La primavera di questo 1901 vede la partenza della quarta edizione del campionato italiano di football. Il 14 aprile, per la prima volta nell’ancor breve storia del calcio italiano, si disputano in contemporanea le semi-finali del campionato: a Torino la Juventus sconfigge la Ginnastica di Torino per 5 a
0, mentre il Milan batte la Mediolanum per 2 a0 grazie ai gol degli inglesi Davies, che diventa così il primo marcatore rosso-nero nella storia del campionato
e Lies. Due settimane dopo Chilpin e compagni battono a domicilio la Juventus per 3 a 2 in un incontro combattuto, guadagnandosi in questo modo il diritto
di recarsi a Genova per tentare di strappare lo scettro ai liguri. L’eroe di giornata è il mediano Ettore Negretti, autore di una doppietta e, conseguentemente, primo calciatore di origine italiana autore di un gol in campionato per i colori meneghini; Herbert Chilpin completa l’opera.

Il calcio, però, non catalizza ancora l’attenzione dell’opinione pubblica, ne tanto meno degli ambienti culturali più elevati. Così le semifinali di footbal passano decisamente in secondo piano rispetto a quanto sta accadendo a Torino. Dalla città piemontese prende il via il primo Giro d’Italia automobilistico che si concluderà alcuni giorni dopo a Milano. L’automobile è ancora un costosissimo capriccio posseduto da qualche spericolato esponente della nobiltà che, attraverso queste competizioni, può farne sfoggio. Possiamo solamente immaginare le reazioni di meraviglia al passaggio della carovana a quattro ruote di quelle persone che, vivendo in condizioni di completa miseria, non hanno mai visto nemmeno il passaggio di un treno.

L’automobile diventa argomento di conversazione in alcuni salotti bene e a tal proposito il primo maggio, mentre alcuni muratori scendono in piazza per richiedere condizioni di lavoro più umane, viene pubblicato il primo numero de L’Automobilista, rivista che ha per argomento il mondo a quattro ruote italiano e straniero.

Il 5 maggio, comunque, con una partita accorta, i rossoneri del Milan diventano Campioni d’Italia per la prima volta nella loro storia grazie al gol decisivo di Capitan
Chilpin.


Dopo tre anni il Milan interrompe il dominio assoluto del Genoa. Come quella ligure, la formazione rosso-nera è infarcita di giocatori di origine inglese
di buon livello che la mettono sullo stesso piano dei genovesi. La squadra vincente è la seguente:

Hoode, Sutter, Gadda; Lees, Kilpin, Angeloni D.; Recalcati, Davies, Negretti, Allison, Colombo G.;

della rosa fa parte anche un certo Piero Pirelli, fondatore di una delle più importanti industrie italiane e futuro
presidente rosso-nero.

L’anima della squadra è l’inglese Herbert Chilpin, uno dei pionieri del calcio italiano avendo partecipato alla fondazione sia dell’Internazionale Torino, sia dell’F.C. Torinese e autentico jolly, (vincerà tre scudetti giostrando in altrettanti ruoli diversi).

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento