CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

FRANTISEK PLANIKA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Nasce a Praga il 2 giugno 1904 in uno dei centri nevralgici dell’Impero austro-ungarico. Nella capitale boema si avvicina al calcio entrando a far parte dello Slavia, una delle compagini più forti dell’epoca. Nonostante la statura non eccelsa, 172 centimetri, si mette in mostra come uno dei portieri più continui e spettacolari del panorama degli anni venti e trenta. Fa dell’agilità il suo punto di forza tanto da ricevere il soprannome de’ “il gatto di Praga”.

Nel 1926 inizia il suo rapporto con la giovane selezione cecoslovacca diventandone un elemento imprescindibile. E’ uno dei grandi protagonisti dell squadra capace di tener testa a forti nazionali come Inghilterra, Austria ed Italia, alla quale contende il titolo nella drammatica finale persa nel 1934 dopo essere passata in vantaggio e dopo aver colpito per tre volte i legni della porta difesa dal collega Gianpiero Combi.

Chiude col calcio giocato dopo oltre mille partite ufficiali, 8 titoli e sei coppe nazionali, all’indomani dell’inizio della seconda guerra mondiale, mentre la Cecoslovacchia passa sotto il dominio del III Reich.

Terminata la seconda guerra mondiale è costretto ad assistere allo sfascio del suo club, quello Slavia snobbato dalle autorità comuniste salite al potere.

Muore nel 1996, dopo aver visto il suo Slavia tornare campione della Repubblica Ceca dopo cinquant’anni.

PROSEGUI CON:

OLDERICK NEJEDLY RASSEGNA DI CAMPIONI STRANIERI ANNI TRENTA Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento