CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LUIGI ALLEMANDI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Nasce a San Damiano Macra l’8 novembre del 1903. Inizia a giocare nel Legnano dove si mette il luce come arcigno difensore contribuendo al miglior momento della storia dei lombardi in maglia lilla.

E’ lo stesso Virginio Rosetta a volerlo fortemente nella Juventus come compagno di reparto per costituire, assieme al portiere Giampiero Combi il primo grande trio difensivo della storia bianconera. Dopo la conquista dello scudetto 1925-26, la favola s’interrompe nell’estate del 1927 quando il giocatore si fa coinvolgere nello scandalo che assume tristemente il suo nome.

Squalificato a vita, viene amnistiato un anno dopo in seguito alla conquista della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Amsterdam da parte degli azzurri. Passa all’Ambrosiana con cui conquista lo scudetto del 1930 oltre a rientrare nel giro azzurro.

Chiude la carriera nella Capitale vestendo rispettivamente le maglie di Roma e Lazio.

Oltre al Mondiale del 1934, Allemandi fa parte anche della formazione che si aggiudica la Coppa internazionale del 1935.

Appese le scarpe al chiodo intraprende la professione d’allenatore, avendo come massimo risultato undici presenze sulla panchina della Lazio.

Muore a Pietra Ligure il 25 settembre 1978.

PROSEGUI CON:

ATTILIO FERRARIS IV

TORNA A:

ERALDO MONZEGLIO GLI AZZURRI CAMPIONI DEL MONDO 1934 Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento