CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

MONDIALE 1930: LE SEMIFINALI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Ora la macchina del mondiale si ferma per quattro giorni in attesa delle semifinali che vedono opposte l’Argentina agli Stati Uniti e l’Uruguay alla

Jugoslavia. Le due sud americane sono le grandi favorite per disputare una finale comunque annunciata.

Si inizia il 26 con la partita tra l’Argentina e gli Stati Uniti. Entrambe hanno vinto tutte le loro gare, ma i nord americani hanno messo in mostra un’inaspettata

solidità difensiva che ha permesso loro di non subire reti.

I tre gol incassati contro il Messico, invece, hanno convinto il tecnico Tramutola a sostituire il portiere Bossio con il suo secondo Botasso.

Montevideo (Centenario) – sabato, 26 luglio 1930 – ore 14.45

ARGENTINA-STATI UNITI 6-1 (Semifinale)

RETI: 20′ Monti, 56′ Scopelli, 69′ Stábile, 80′ e 85′ Peucelle, 87′ Stábile, 89′ Brown

ARGENTINA: Botasso, Della Tore, Paternoster; J. Evaristo, Monti, Orlandini; Peucelle, Scopelli, Stábile, Ferreira (cap.), M. Evaristo. C.T.: J. Tramutola

STATI UNITI: Douglas, Wood, Moorhouse; Gallagher, Tracey, Auld; Brown, Florie (cap.), Patenaude, Gonsalves, McGhee. C.T.: W. Cummings, R. Millar.

terna arbitrale: ar.: Langenus (Belgio); g.l.: Vallejo (Messico), Warnken (Cile)

SPETTATORI: 60.000
Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, l’Argentina dilaga umiliando gli avversari e presentandosi in piena forma alla finale. Ora si

attende la risposta dell’Uruguay.

Per la gara contro la Jugoslavia la Commissione tecnica locale conferma praticamente lo stesso undici sceso in campo fino a questo momento con la sola novità del

terzino Mascheroni.

Montevideo (Centenario) – domenica 27 luglio 1930 – ore 14.45

URUGUAY-JUGOSLAVIA 6-1 (Semifinale)

RETI: 4′ Vujadinovic, 19′ Cea, 21′ e 23′ Anselmo, 63′ Iriarte, 66′ e 72′ Cea

URUGUAY: Ballestero, Mascheroni, Nasazzi (cap.); Andrade, Fernández, Gestido; Dorado, Scarone, Anselmo, Cea, Iriarte.. C.T.: Commissione Tecnica Federale.

JUGOSLAVIA: Jakšic, Ivkovic (ap.c), Mihajlovic; Arsenijevic, Stevanovic, Djokic; Tirnanic, Marjanovic, Beck, Vujadinovic, Sekulic. C.T.: B. Simonovic

TERNA ARBITRALE: ar.: Rego (Brasile); g.l.: Saucedo (Bolivia), Balway (Francia).

SPETTATORI: 85.000
La Jugoslavia colpisce a freddo ma i campioni olimpici sono troppo scafati per lasciarsi impressionare; si riorganizzano e in venti minuti chiudono

la questione. Il resto è accademia utile per vedere altre tre reti e per mandare in visibilio gli oltre ottantamila spettatori che gremiscono lo Stadio del Centenario.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento