CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1933-34

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il V campionato a girone unico va in archivio con il IV scudetto consecutivo della juventus. Il vantaggio sulla seconda, l’Ambrosiana Inter,  non deve ingannare: è stata la vittoria del carattere, ottenuta in rimonta su una squadra che per lunghi tratti ha dominato il campionato ma che non lo ha saputo chiudere nel momento decisivo.

Chi ha dimostrato carattere è stato senz’altro il Napoli. Compagine dotata di grandi mezzi i partenopei hanno avuto il merito di reagire ad un avvio di campionato pessimo giungendo alla conquista di un posto in Europa, sopravvanzando anche il Bologna.

Nonostante la qualificazione alla competizione continentale, gli emiliani si trovano davanti alla necessità di rifondare la squadra, data l’età avanzata di molti suoi elementi.

Ma questa                  stagione ha segnato la fine di un certo tipo di calcio. Le retrocessioni di Genoa e Casale e il brutto campionato del Torino dicono che il blasone non basta per rimanere ad alti livelli. Questo vale soprattutto per la compagine ligure incapace di rinnovare il gruppo che aveva
ottenuto gli ultimi due scudetti dieci anni prima. Anzi, nel frattempo si è lasciata scappare campioni del calibro di Elvio Banchero e Felice Levratto i cui sostituti non hanno reso secondo le aspettative sia per incapacità, sia per sfortuna (vedi il campione argentino Guglielmo Stabile).
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento