CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1932-33: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 12a ALLA 17a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
In questo primo giorno del 1933, il calcio italiano ha fatto la conoscenza con un grande amico: Niccolò Carosio, decisivo per farne un vero movimento di massa, con le sue cronache e con i suoi racconti.
13a GIORNATA: domenica 8 gennaio 1933        

Ambrosiana – Palermo    5-1    

9′ Serantoni rig., 23′ Demaria, 31′ Meazza, 71′ Scarone (PA), 82′ Frione, 86′ Meazza

Bologna – Milan         2-2    

34′ Ottani (BO), 57′ Arcari, 59′ Schiavio (BO), 82′ Arcari

Fiorentina – Juventus   1-0    

75′ Petrone

Genoa – Napoli          2-2    

2′ aut. Gilardoni, 16′ Stabile (GE), 60′ Sallustro, 70′ Stabile (GE)

Lazio – Casale          1-0    

87′ Pastore rig.

Padova – Alessandria    2-1    

2′ Spivach, 36′ Marchina (AL), 81′ Perazzolo

Pro Patria-Pro Vercelli 1-0    

76′ Masera

Torino – Roma           1-1    

15′ Volk, 37′ Busoni (TO)

Triestina – Bari        0-0

 CLASSIFICA:

Juventus 20; Napoli 18; Ambrosiana, Bologna e Roma 17; Genoa 15; Padova e Torino 14; Lazio e Milan 13; Fiorentina e Pro Vercelli

12; Palermo e Triestina 11; Alessandria e Bari 9; Casale e Pro Patria 6.

 Petrone ferma la Juventus, ma tranne l’Ambrosiana, non ne approfitta nessuno. Le inseguitrici vengono tutte bloccate sul pari e i bianconeri

possono ammortizzare tranquillamente questa sconfitta.

14a GIORNATA: domenica 15 gennaio 1933       

Alessandria – Napoli    3-2     

5′ Scagliotti, 20′ e 35′ Marchina, 81′ aut. Lombardo (NA), 89′ Ranelli (NA)

Bari – Ambrosiana       2-3    

11′ Meazza, 16′ Ferrero (BA), 64′ Meazza, 68′ Serantoni, 84′ Bodini I (BA)

Casale – Palermo        2-1    

56′ Celoria, 65′ Chiecchi (PA), 86′ Schiavetta

Juventus – Bologna      2-2    

22′ Monzeglio rig., 29′ Fedullo, 32′ Borel II (JU), 73′ Varglien I (JU)

Milan – Lazio           0-0

Pro Patria – Torino     1-1    

12′ Rossetti, 60′ Rossi (PR)

Pro Vercelli-Fiorentina 1-0    

10′ Piola

Roma – Genoa            1-3    

8′ Volk (RM), 10′ Esposto, 52′ Sala, 55′ Stabile

Triestina – Padova      0-0

 CLASSIFICA:

Juventus 21; Ambrosiana 19; Bologna e Napoli 18; Genoa e Roma 17; Padova e Torino 15; Lazio, Milan e Pro Vercelli 14; Fiorentina e

Triestina 12; Alessandria e Palermo 11; Bari 9; Casale 8; Pro Patria 7.

 Contro il Bologna, e per lo più in casa, la Juventus rimette in piedi una partita parsa compromessa dopo mezz’ora di gioco. Dell’appannamento

bianconero ne approfitta L’Inter che, guidata da un Meazza in splendide condizioni di forma, ha recuperato tre dei cinque punti di svantaggio che aveva prima della
pausa ed ora i ner’azzurri sono i rivali più pericolosi per i torinesi, stante l’appannamento di Napoli e Roma. I capitolini, infatti vengono travolti in casa dal

Genoa trascinato da Guglielmo Stabile tornato in accettabili condizioni di forma.

In coda Bari, Casale e Pro Patria sembrano le tre compagini predestinate a lottare per la salvezza.

15a GIORNATA: domenica 22 gennaio 1933        

Bologna – Pro Patria    6-1    

35′ Schiavio, 37′ Ottani, 48′ e 62′ Schiavio, 68′ Reguzzoni, 74′ Schiavio, 81′ Loetti (PR)

Casale – Triestina      2-0    

37′ Schiavetta, 44′ Autelli

Fiorentina – Palermo    1-0    

61′ Sarni

Genoa – Ambrosiana      2-2    

59′ Stabile (GE), 85′ Demaria, 86′ Ganduglia (GE), 87′ Frione

Milan – Juventus        1-1    

46′ Borel II, 62′ Moretti (MI)

Napoli – Pro Vercelli   3-0    

16′ Benatti, 70′ Ferraris II, 80′ Sallustro

Padova – Lazio          1-1    

23′ Bisigato, 60′ Spivach (PA)

Roma – Alessandria      1-0    

61′ Fasanelli

Torino – Bari           6-3    

2′ e 14′ Busoni, 19′ Marchionneschi (BA), 22′ rig. e 42′ Monti III rig., 53′ Busoni, 58′ Marchionneschi (BA), 84′ aut. Valenti, 89′ Bodini I (BA)

 CLASSIFICA:

Juventus 22; Ambrosiana, Bologna e Napoli 20; Roma 19; Genoa 18; Torino 17; Padova 16; Lazio e Milan 15; Fiorentina e Pro Vercelli

14; Triestina 12; Alessandria e Palermo 11; Casale 10; Bari 9; Pro Patria 7.

La Juventus non sa più vincere, ma nessuno riesce a dare la zampata decisiva per agguantarla. L’Inter viene bloccata sul pari a Genova e il suo

distacco rimane invariato, Bologna,  Roma, Napoli e Torino recuperano un punto, ma il loro cammino sembra essere troppo incostante per poter dar loro credito.

16a GIORNATA: domenica 29 gennaio 1933        <

Alessandria – Torino    1-1    

35′ Cornara (AL), 56′ Rossetti

Ambrosiana – Roma       3-2    

5′ Serantoni, 44′ Chini (RM), 48′ Meazza, 65′ Visentin, 85′ Volk (RM)

Juventus – Genoa        4-1    

13′ Esposto (GE), 49′ Orsi, 56′ Sernagiotto, 75′ Ferrari, 86′ Vecchina

Lazio – Bologna         0-2    

65′ Reguzzoni, 80′ Schiavio

Padova – Casale         2-1    

1′ e 24′ Bettini, 50′ Celoria (CA)

Palermo – Napoli        1-0    

87′ Chiecchi

Pro Patria – Fiorentina 1-2    

22′ Petrone, 57′ aut. Borsani, 75′ Stella (PR)

Pro Vercelli – Bari     4-2    

1′ Piola, 16′ e 24′ Casalino, 47′ Zanello rig., 87′ Ferrero (BA), 89′ Bodini I (BA)

Triestina – Milan       2-1    

18′ Arcari (MI) rig., 66′ e 70′ Rosa

 CLASSIFICA:

Juventus 24; Ambrosiana e Bologna 22; Napoli 20; Roma 19; Genoa, Padova e Torino 18; Fiorentina e Pro Vercelli 16; Lazio e Milan

15; Triestina 14; Palermo 13; Alessandria 12; Casale 10; Bari 9; Pro Patria 7.

 La Juventus torna alla vittoria in modo convincente e per lo più contro il Genoa, che fino a questo momento sta disputando un buon campionato.

Dietro resistono solamente Ambrosiana e Bologna che prevalgono sulle squadre romane. Il Napoli cade a Palermo e vede allontanarsi la vetta.

La settimana che precede la conclusione del girone d’andata si apre con un avvenimento destinato a cambiare la storia dell’intero pianeta: vinte le elezioni tedesche

di luglio, il 30 gennaio Adolf Hitler diventa il nuovo cancelliere di Germania. L’opera del nuovo Capo di Governo inizierà immediatamente a farsi sentire.

17a GIORNATA: domenica 5 febbraio 1933

        

Bari – Pro Patria       2-0    

17′ Rossini, 35′ Marchionneschi

Bologna – Triestina     5-0    

41′ Fedullo, 43′ Ottani, 49′ Sansone, 57′ e 68′ Schiavio

Fiorentina – Lazio      3-1    

9′ Gringa, 42′ Petrone, 71′ Serafini (LA), 82′ Petrone

Genoa – Alessandria     2-3    

21′ aut. Spigno, 54′ Cattaneo, 71′ Scagliotti, 78′ Esposto (GE), 83′ Frisoni I (GE)

Milan – Casale          3-0    

4′ Arcari, 48′ Torriani, 72′ Magnozzi

Napoli – Ambrosiana     3-0    

23′ Ranelli, 35′ e 44′ Vojak

Palermo – Juventus      0-2    

4′ e 74′ Monti


CLASSIFICA:

Juventus 26; Bologna 24; Ambrosiana e Napoli 22; Roma 21; Torino 20; Fiorentina, Genoa e Padova 18; Milan 17; Pro Vercelli 16; Lazio

15; Alessandria e Triestina 14; Palermo 13; Bari 11; Casale 10; Pro Patria 7.

La Juventus è campione d’inverno! Senza strafare i bianconeri riescono a mantenere il primato. Ora la principale rivale è il Bologna sospinto dai

gol di Schiavio che stanno arrivando copiosi come non mai. L’Inter, invece, cade a Napoli compromettendo quanto di buono stava facendo e ridando fiducia ai partenopei,

tuttavia troppo discontinui. In coda, invece, si sta facendo preoccupante la situazione della Pro Patria, ora la zona salvezza è a quattro punti.

Alla fine del girone d’andata il campionato si ferma nuovamente per lasciar spazio alla nazionale. Ci si reca a far visita al Belgio, squadra relativamente modesta, ma

così facendo, si dà gioia ai molti italiani emigrati per trovare lavoro nelle miniere di questa nazione.

Da ricordare l’esordio dell’interista Piero Serantoni, grintosa mezz’ala con il vizio del gol.

103: Bruxelles (Centenaire) –domenica, 12 febbraio 1933 – ore 14,30

BELGIO – ITALIA                                2-3 (                (Am.)

RETI: 26’ Meazza, 31’ e 46’ Voorhoof (B), 71’ Costantino, 88’ Meazza

BELGIO:     Braet, Dedeken, Hoydonckx (cap.), Van Ingelghem, Hellemans, Claessens, Versyp, Brichaut, Capelle, Voorhoof, Vanden Eynde. C.T.: Commissione
tecnica federale.

ITALIA: Gianni (Bologna) 6, V. Rosetta (Juventus) 45 (cap.), F. Gasperi (Bologna) 6, Pizziolo (Fiorentina) 2, L. Monti (Juventus) 3, Bertolini (Juventus)13, Costantino

(Roma) 20, Serantoni (Ambrosiana – Inter) 1, Meazza (Ambrosiana – Inter) 17, Fedullo (Bologna) 2, Orsi (Juventus) 22. C.T.: V. Pozzo.

ARBITRO: Lewington (Inghilterra).

SPETTATORI: 35.000

 L’impegno si è rivelato più duro del previsto risolto nel finale da un gol del “Balilla” Meazza. I molti esperimenti portati avanti da Pozzo non

sembrano dare risultati convincenti sul piano del gioco.

  

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento