CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1932-33: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 18a ALLA 22a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La nazionale italiana è tornata comunque a vincere e il regime ha altro materiale di propaganda da esibire. Il girone di ritorno è alle porte e, nonostante una Juventus forte come non mai, il resto del campionato si preannuncia più equilibrato del solito.
18a GIORNATA: domenica 19 febbraio 1933

Bologna – Padova        1-0    

35′ Schiavio

Casale – Roma           1-1    

36′ Scaramelli, 50′ Celoria (CA)

Fiorentina – Torino     0-1    

12′ Bo

Juventus – Alessandria  3-0    

49′ Ferrari, 63′ Borel II, 87′ Orsi rig.

Lazio – Napoli          0-1    

51′ Vojak

Milan – Bari            2-0    

37′ Romani, 81′ Moroni

Palermo – Pro Vercelli  1-1    

7′ Scarone (PA), 77′ Piola

Pro Patria – Ambrosiana 0-0

Triestina – Genoa       2-1    

6′ Busidoni, 30′ Rocco, 57′ Carpi (GE)

 CLASSIFICA:

Juventus 28; Bologna 26; Napoli 24; Ambrosiana 23; Roma e Torino 22; Milan 19; Fiorentina, Genoa e Padova 18; Pro Vercelli 17; Triestina 16; Lazio 15; Alessandria e Palermo 14; Bari e Casale 11; Pro Patria 8.
 In testa vincono Juventus, Bologna e Napoli, mentre l’Inter, con il pareggio di Busto Arsizio, torna a meno cinque. In coda importante pareggio interno
del Casale che raggiunge il Bari.

Intanto il regime è sempre più coinvolto nel cercare di dare alla nazione le strutture utili a permetterle un migliore sviluppo sociale. E’ vero, siamo in pieno periodo staraciano, caratterizzato da parate ginnico-militari con un che di farsesco. Accanto a queste, però, sorgono anche enti e strutture ancora attivi ai giorni nostri: il 23 febbraio, per esempio, nasce l’INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) avente lo scopo di assicurare a tutti i cittadini un’adeguata assistenza sanitaria ed una giusta pensione una volta smesso di lavorare. La gente, infatti si sta abituando a lavorare di meno:
è già stato istituito il sabato fascista che, unito alla domenica, consente alle persone di avere due giorni di riposo settimanale. Le difficili condizioni economiche hanno convinto il regime ad abbassare le ore lavorative giornaliere da 10 ad 8, il che significa salari più bassi e maggiore tempo a disposizione.
 19a GIORNATA: domenica  26 febbraio 1933       

Alessandria-Fiorentina  0-3    

15′ Busini III, 75′ Ciringa, 77′ Prendato

Ambrosiana – Casale     4-2    

9′ Mihalic, 32′ Meazza, 44′ Gardini (CA), 62′ Frione, 69′ Gardini (CA), 84′ Meazza

Bari – Bologna          1-1    

50′ Ferrero (BA), 60′ Schiavio

Genoa – Pro Patria      1-1    

20′ Ganduglia (GE), 70′ Masera

Napoli – Triestina      2-0    

18′ Ranelli, 77′ Sallustro

Padova – Juventus       1-1    

51′ Spivach (PA), 83′ Ferrari

Palermo – Lazio         2-1    

3′ Pastore (LA), 12′ Radice, 57′ Chiecchi

Roma – Milan            4-0    

9′ Volk, 23′ Fasanelli, 40′ e 65′ Costantino

Torino – Pro Vercelli   4-0    

8′ Rossetti, 53′ Libonatti, 60′ Monti III rig., 69′ Bo

 CLASSIFICA:

Juventus 29; Bologna 27; Napoli 26; Ambrosiana 25; Roma e Torino 24; Fiorentina 20; Genoa, Milan e Padova 19; Pro Vercelli 17; Palermo e Triestina 16; Lazio 15; Alessandria 14; Bari 12; Casale 11; Pro Patria 9.
La Juventus pareggia, ma altrettanto fa il Bologna, che quindi non sfrutta l’opportunità di dimezzare il distacco in classifica. Il Napoli, invece, batte
la Triestina e si porta a tre lunghezze dalla capolista mantenendo vivo il sogno. Infatti la domenica successiva i campani si devono recare a Torino per il big match contro la Juventus. La squadra viene da tre vittorie consecutive ed è molto fiduciosa.

L’importante giornata di campionato è preceduta dalla salità al potere di Franklin Delano Roosevelt che il 4 marzo diventa il trentaduesimo presidente degli Stati Uniti.
 20a GIORNATA: domenica 5 marzo 1933        

Bologna – Palermo       3-0    

1′ e 4′ Schiavio, 32′ Sansone

Casale – Genoa          2-3    

9′ Esposto, 12′ Stabile, 61′ Volta (CA), 68′ Migliavacca (CA), 88′ Frisoni I

Fiorentina – Bari       1-0    

68′ Bigogno

Juventus – Napoli       3-0    

14′ Borel II, 15′ Sernagiotto, 57′ Borel II

Lazio – Torino          0-0

Milan – Padova          6-2    

42′ Torriani, 48′ Kossovel, 52′ Moretti, 57′ Tansini (PA), 59′ Moretti, 82′ Magnozzi, 84′ Romani, 89′ aut. Bonizzoni (PA)

Pro Patria-Alessandria  2-1    

1′ Masera, 12′ Dalfini, 83′ Borelli (AL)

Pro Vercelli-Ambrosiana 2-4    

16′ Frione, 24′ Levratto, 57′ Santagostino (PR), 69′ Mihalic, 83′ Piola (PR), 89′ Levratto

Triestina – Roma        1-1    

8′ Palumbo (TR), 50′ Chini

 CLASSIFICA:

Juventus 31; Bologna 29; Ambrosiana 27; Napoli 26; Roma e Torino 25; Fiorentina 22; Genoa e Milan 21; Padova 19; Pro Vercelli e Triestina 17; Lazio e Palermo 16; Alessandria 14; Bari 12; Casale e Pro Patria 11.
 La Juventus dà un’autentica lezione di calcio al Napoli e lo estromette dalla lotta. Resiste solo il Bologna, trascinato da uno Schiavio immenso. In questa giornata si segnala anche Felice Levratto autore di una doppietta a Vercelli. In coda, la Pro Patria si porta ad un solo punto dal terz’ultimo posto.

Nonostante le ancora difficili condizioni economiche dell’intero pianeta, c’è un settore in continua espansione. E’ quello dei giocattoli e dei giochi da tavolo che il 7 marzo si arricchisce di un articolo destinato ad entrare in quasi tutte le case occidentali: si tratta del Monopoli, gioco di società che permette a tutti di sentirsi per un paio d’ore degli importanti operatori economici.
21a GIORNATA: domenica 12 marzo 1933

       

Ambrosiana – Fiorentina 3-1    

48′ Borel I (FI), 61′ Mihalic, 81′ Levratto, 83′ Demaria

Bari – Lazio            2-3    

13′ Marchionneschi (BA), 55′ Fantoni I, 57′ Gabriotti, 59′ Pastore, 80′ Perduca (BA)

Genoa – Padova          1-1    

1′ Esposto (GE), 55′ Baldo

Napoli – Milan          0-1    

59′ Moretti rig.

Pro Patria – Casale     5-1    

17′ Chiappo (CA), 25′ e 31′ Dalfini, 52′ Rossi, 65′ Loetti, 84′ Dalfini

Pro Vercelli-Alessandria3-2    

11′  e 21′ Cornara (AL), 41′ Cerutti, 56′ Piola, 70′ Cerutti

Roma – Juventus         0-1    

46′ Borel II

Torino – Bologna        3-2    

18′ Rossetti, 32′ Monzeglio (BO) rig., 33′ Maini (BO), 40′ rig. e 46′ Rossetti

Triestina – Palermo     2-0    

46′ Palumbo, 52′ Rocco

 CLASSIFICA:

Juventus 33; Ambrosiana e Bologna 29; Torino 27; Napoli 26; Roma 25; Milan 23; Fiorentina e Genoa 22; Padova 20; Pro Vercelli e Triestina 19; Lazio 18; Palermo 16; Alessandria 14; Pro Patria 13; Bari 12; Casale 11.
 Nel calcio si usa dire che i campionati si decidono a marzo. Forse il detto inizia a prendere corpo in questi anni. La Juventus vince in trasferta, mentre il Bologna si fa stendere da Gino Rossetti (ennesima tripletta in carriera per lui). Cade anche il Napoli in casa con il Milan, mentre la Roma non
riesce ad infilare quella serie di risultati necessaria per portarsi in alto. In coda l’Alessandria cade rovinosamente a Vercelli, dopo essere stata in vantaggio per 2 a 0 e vede avvicinarsi pericolosamente il penultimo posto. In questa stagione i grigi non hanno ancora trovato l’uomo buono per tutte leoccasioni.

Finisse ora il campionato, la Pro Patria, che un mese addietro si trovava in una situazione disperata, sarebbe salva.
22a GIORNATA: domenica 19 marzo 1933       

Alessandria – Bari      1-0    

33′ Scagliotti

Bologna – Genoa         0-0

Casale – Napoli         1-0    

8′ Chiappo

Fiorentina – Triestina  0-1    

82′ Jones

Juventus – Pro Vercelli 4-2    

22′ Casalino (PV), 25′ Cerutti (PV), 28′ Orsi rig., 46′ Ferrari, 68′ Varglien II, 74′ Borel II

Lazio – Ambrosiana      0-0

Milan – Pro Patria      5-0    

13′ Cattaneo, 61′, 68′ e 76′ Romani, 87′ Moretti

Padova – Roma           1-1    

14′ Spivach, 90′ Bernardini (RM)

Palermo – Torino        1-0    

16′ Banchero II

 CLASSIFICA:

Juventus 35; Ambrosiana e Bologna 30; Torino 27; Napoli e Roma 26; Milan 25; Genoa 23; Fiorentina 22; Padova e Triestina 21; Lazio e Pro Vercelli 19; Palermo 18; Alessandria 16; Casale e Pro Patria 13; Bari 12.
Nuova vittoria bianconera, ottenuta recuperando due reti di svantaggio dopo mezz’ora, mentre le inseguitrici frenano: risultato: più cinque in graduatoria.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento