CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1931-32: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 1a ALLA 9a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Anche quest’anno la fine dell’estate coincide con l’inizio del campionato italiano di calcio. Questa sta diventando una tradizione come tante. Chi può permetterselo si reca allo stadio, gli altri debbono ancora contentarsi di vivere le gesta dei loro eroi attraverso i racconti radiofonici serali o peggio, attraverso quelli dei quotidiani del giorno dopo, acquistati spesso facendo molti chilometri a piedi o (ben che vada) in bicicletta.
1a GIORNATA: domenica 20 settembre 1931

Bologna – Pro Vercelli  1-0    

41′ Reguzzoni

Brescia – Alessandria   1-0    

3′ Ranelli

Casale – Ambrosiana     3-1    

35′ Borel I, 61′ Gardini, 62′ Demarchi, 80′ Scarone (AM)

Genova – Bari           3-0    

5′ Patri, 56′ Mazzoni, 71′ Patri

Milan – Fiorentina      1-1    

19′ Magnozzi (MI), 75′ Prendato

Napoli – Triestina      4-2    

22′ Vojak II, 34′ Vojak  I rig., 60′ Vojak II, 67′ Mihalic, 75′ Colaussi (TR), 76′ Rocco (TR)

Pro Patria – Juventus   1-1    

40′ Maglio, 75′ Cazzaniga (PR)

Torino – Lazio          3-1    

28′ Rossetti, 30′ Tedesco (LA), 47′ e Rossetti

 classifica:

Bologna, Brescia, Casale, Genova, Napoli, Roma e Torino 2; Fiorentina, Juventus, Milan e Pro Patria 1; Alessandria, Ambrosiana, Bari, Lazio,
Modena, Pro Vercelli e Triestina 0.
 Due sorprese in apertura: la pesante vittoria del Casale sull’Ambrosiana e il pareggio della Juventus sul terreno della Pro Patria, mentre la neopromossa
Fiorentina va ad ottenere un interessante pareggio a Milano per 1 a 1. A Prendato spetta l’onore di aver realizzato il primo gol in serie A della storia viola, mentre per l’altra neo promossa, il Bari, non c’è nemmeno la soddisfazione del gol della bandiera.

Intanto la Roma torna dall’Austria con una sconfitta di misura per 3 a 2. L’accesso alla finale non è per nulla compromesso.
 2a GIORNATA: domenica 27 settembre 1931

         

Alessandria – Genova    2-2    

10′ Esposto, 12′ Notti (AL), 15′ Patri, 16′ Cattaneo (AL)

Ambrosiana – Torino     1-1    

39′ Meazza (AM), 66′ Bertoli

Bari – Bologna          1-2    

5′ Fedullo, 10′ Bodini I (BA), 55′ Reguzzoni

Fiorentina – Brescia    2-1    

7′ Petrone, 62′ Maffioli (BR), 84′ Prendato

Juventus – Napoli       5-3    

3′ Ferrari, 15′ Buscaglia (NA), 24′ Ferrari, 39′ Vecchina, 55′ Orsi, 58′ Vojak (NA), 68′ Orsi, 80′ Vojak II (NA)

Lazio – Milan           0-0

Modena – Pro Patria     1-1    

35′ Depietri (MO), 57′ Dalfini

Pro Vercelli – Casale   0-1    

60′ Borel I

Triestina – Roma        2-0    

61′ Rocco, 80′ Vollono rig.

 classifica:

Bologna e Casale 4; Fiorentina, Genova, Juventus e Torino 3; Brescia, Milan, Napoli, Pro Patria, Roma e Triestina 2; Alessandria, Ambrosiana, Lazio e Modena 1; Bari e Pro Vercelli 0.
 Il Casale passa a Vercelli e balza al comando. Probabilmente i piemontesi non dovranno soffrire come l’anno precedente per rimanere in serie A. D’altra
parte in estate si sono mossi perché ciò non avvenisse, acquisendo dal Torino Aldo Borel I. La Juventus, intanto, si aggiudica il primo big match di stagione con una spettacolare vittoria sul napoli. L’ex genoano Bodini I realizza il primo gol in serie A per il Bari.

Durante la settimana la Roma affronta la gara di ritorno contro il First di Vienna. L’impresa di sovvertire il risultato nonriesce ai giallo-rossi che anzi vengono battuti per 3 a 1.

Si entra nel mese d’ottobre,un mese che potrebbe rivelarsi decisivo per le sorti future dell’intero pianeta. Sotto la spinta mediatoria di Mussolini, le potenze vincitrici hanno acconsentito ad organizzare un incontro per ridiscutere i debiti di guerra, anche alla luce della mossa di Austria e Germania le quali, alla fine di settembre, hanno deciso di abbattere le rispettive barriere doganali. Tale decisione ha messo in allarme le nazioni confinanti come Francia e Cecoslovacchia timorose che l’unione economica delle due nazioni, sebbene si trovino in gravissime difficoltà, possa sconvolgere gli equilibri politici dell’intero continente.

3a GIORNATA: domenica 4 ottobre 1931

Bologna – Lazio         5-1    

20′ Sansone, 45′ Schiavio, 49′ Fedullo, 55′ Schiavio, 65′ Ratto (LA), 73′ Maini

Brescia – Ambrosiana    0-2    

63′ Demaria, 68′ Meazza

Casale – Juventus       1-1    

15′ Migliavacca (CA), 52′ Varglien I

Genova – Fiorentina     1-1    

22′ Pitto, 57′ Esposto (GE)

Milan – Alessandria     1-1    

62′ Santagostino II (MI), 75′ Cornara

Napoli – Bari           3-0    

17′ Sallustro, 36′ e 85’Vojak II

Pro Patria – Triestina  0-2    

34′ Vollono, 47′ Castellani

Roma – Pro Vercelli     2-1    

8′ Chini, 53′ Seccatore (PR), 55′ Costantino

Torino – Modena         6-0    

40′ Rossetti, 58′ Silano, 60′ Libonatti 85′ Rossetti, 88′ Cabrini, 89′ Silano rig.

 classifica:

Bologna 6; Casale e Torino 5; Fiorentina, Genova, Juventus,  Napoli, Roma e Triestina 4; Ambrosiana e Milan 3; Alessandria, Brescia e Pro Patria 2; Lazio e Modena 1; Bari e Pro Vercelli 0.
Clamorosa vittoria del Bologna sulla Lazio (solo per le dimensioni) e primato in solitaria per gli emiliani. La coppia di mezz’ali uruguaiana garantisce gioco e spettacolo e i risultati si vedono. Dietro il sorprendente Casale impone il pari alla Juventus ed è affiancato dal Torino, nel quale i vecchi Rossetti e Libonatti sanno ancora
far grandi cose. Nel Napoli, privo di Sallustro per i ben noti problemi di servizio militare, si impone la figura di Vojak II autore di ben 5 reti nelle prime tre giornate. E’ questo il miglior momento di un calciatore che non riuscirà a mantenersi ad alti livelli come il più famoso fratello.
 4a GIORNATA: domenica 11 ottobre 1931

        

Alessandria – Roma      0-1    

78′ Costantino

Ambrosiana – Napoli     6-1    

23′ Visentin, 44′ e 46′ Serantoni, 54′ Mihalic (NA), 59′ e 60′ Ferrero, 82′ Visentin

Bari – Casale           0-1    

3′ Borel I

Fiorentina – Bologna    1-3    

32′ Baldi, 55′ Galluzzi (FI), 62′ Reguzzoni, 88′ Fedullo

Juventus – Milan        2-0    

5′ Orsi, 54′ Ferrari

Lazio – Pro Patria      1-2    

8′ Guarisi (LA), 44′ Cazzaniga, 63′ Stella

Modena – Brescia        2-2    

8′ Carnevali (MO), 12′  e 34′ Maffioli, 39′ Morselli

Pro Vercelli – Torino   2-0    

9′ Ferraris II, 40′ Santagostino

Triestina – Genova      0-0

 classifica:

Bologna 8; Casale 7; Juventus e Roma 6; Ambrosiana, Genova, Torino e Triestina 5; Fiorentina, Napoli e Pro Patria 4; Brescia e Milan 3; Alessandria, Modena e Pro Vercelli 2; Lazio 1; Bari 0.
 Il Bologna passa anche a Firenze e comincia a fare paura. Dietro resiste il Casale trascinato da Aldo Borel I che lascia l’altra matricola Bari ancora a secco di punti. A due lunghezze dai felsinei troviamo le due contendenti dell’anno precedente. Infine fa sensazione la pesante sconfitta del Napoli sul campo dell’Inter.
 5a GIORNATA: domenica 18 ottobre 1931        

Bari – Brescia          1-1    

40′ Scategni (BA), 86′ Scaltriti

Casale – Lazio          0-1    

68′ Castelli

Genova – Modena         3-0    

26′ e 44′ Esposto, 80′ Savio

Milan – Ambrosiana      2-3    

11′ Arcari (MI), 19′ Meazza, 35′ Serantoni, 81′ Meazza, 84′ Magnozzi (MI)

Napoli – Alessandria    1-1    

66′ Tansini (NA), 72′ Cattaneo

Pro Vercelli-Pro Patria 1-0    

15′ Piola

Roma – Juventus         2-0    

13′ e 85′ Bernardini

Torino – Bologna        1-1    

24′ Rossetti (TO), 25′ Fedullo

Triestina – Fiorentina  2-1    

24′ Castellani 44′ Vollono, 69′ Bigogno

 classifica:

Bologna 9; Roma 8; Ambrosiana, Casale, Genova e Triestina 7; Juventus e Torino 6; Napoli 5; Brescia, Fiorentina, Pro Patria e Pro Vercelli 4; Alessandria, Lazio e Milan 3; Modena 2; Bari 1.
 Il bologna frena a Torino e viene incalzato dalla Roma, la quale, nel frattempo, batte la Juventus nello scontro diretto grazie alle prodezze del suo capitano Fulvio Bernardini. I giallo-rossi sembrano aver ben digerito l’eliminazione dalla Coppa. Nel giro che conta entra anche l’Ambrosiana Inter dopo la vittoria nel derby, che invece relega il Milan agli ultimi posti della graduatoria.
 6a GIORNATA: domenica 25 ottobre 1931

        

Alessandria – Bari      3-0    

2′ e 38′ Notti, 82′ Marchina

Ambrosiana-Pro Vercelli 4-1    

2′ Meazza, 34′ Ferrero, 46′ Viani, 54′ Degara (PR), 55′ Meazza

Bologna – Milan         3-0    

30′ Sansone, 44′ e 67′ Schiavio

Casale – Brescia        2-1    

9′ Gasperini (BR), 30′ Celoria, 71′ Castello

Fiorentina – Torino     4-2    

21′ Busini III, 47′ Prendato, 54′ Petrone, 61′ Rossetti (TO), 65′ Rivolo, 75′ Cabrini (TO)

Juventus – Genova       2-1    

52′ e 56′ Munerati, 83′ Levratto (GE)

Lazio – Napoli          0-2    

45′ Mihalic, 79′ Tansini

Modena – Triestina      1-1    

42′ Scaramelli (MO), 83′ Demanzano

Pro Patria – Roma       2-2    

18′ Masera (PR), 41′ Ferraris IV, 78′ Masera (PR), 84′ Chini

 classifica:

Bologna 11; Ambrosiana, Casale e Roma 9; Juventus e Triestina 8; Genova e Napoli 7; Fiorentina e Torino 6; Alessandria e Pro Patria 5; Brescia
e Pro Vercelli 4; Lazio, Milan e Modena 3; Bari 1.
 Schiavio e soci continuano a volare. Sotto i colpi dei rossoblu cade anche il Milan la cui posizione sta diventando drammatica. Dietro rallenta la Roma raggiunta dall’Inter, e dal Casale che continua a sorprendere. Altra squadra che si sta segnalando è la Triestina terza a parimerito con la Juventus vittoriosa sul Genoa. Tra i rosso-blu va segnalato il ritorno al gol di Felice Levratto dopo il grave infortunio di sei mesi prima. Attendendo il rientro dell’altra stella Stabile, i rossoblu contano sulla forte ala di Vado per lottare per traguardi ambiziosi.

Termina il mese d’ottobre il cui avvenimento centrale è stato l’incontro di Londra concluso con un nulla di fatto: le potenze creditrici non hanno acconsentito alla riduzione dei debiti di guerra anzi, ancora una volta hanno ribadito il concetto secondo il quale: chi ha perso deve pagare! La situazione non cambia nemmeno per l’Italia indebitata fino al 1988 e impossibilitata a riarmarsi. Le decisioni prese a Londra avranno l’effetto di dare inizio alla campagna mussoliniana contro le cosiddette “nazioni plutocratiche” accusate di ridurre in miseria le genti italiane. Immediatamente il regime vara un piano che porterà la flotta navale ad avere il medesimo tonnellaggio di quella francese, in barba al divieto imposto dal trattato di Versailles. Ben più forte sarà la risposta del popolo tedesco pronto a mettersi nelle mani di Hitler.
 7a GIORNATA: domenica 1 novembre 1931

         

Bari – Pro Patria       2-1    

47′ Alice, 57′ Gay, 62′ Rossi (PR)

Brescia – Torino        1-2    

23′ Libonatti, 56′ Gasperini (BR), 83′ Prato

Fiorentina – Lazio      2-0    

26′ e 78′ Petrone

Genova – Casale         3-1    

33′ e 60′ Mazzoni, 86′ Patri, 87′ Borel I (CA)

Juventus – Alessandria  3-0    

65′ Ferrari, 81′ Maglio, 90′ Cesarini

Milan – Napoli          3-1    

27′ Pastore, 44′ Arcari, 78′ Pastore, 88′ Tansini (NA)

Modena – Ambrosiana     3-1    

3′ Subinaghi, 10′ Meazza (AM), 22′ e 30′ Carnevali

Roma – Bologna          1-1    

15′ Volk (RM), 16′ Maini

Triestina-Pro Vercelli  1-1    

29′ Piola, 31′ Colaussi (TR)

classifica:

Bologna 12; Juventus e Roma 10; Ambrosiana, Casale, Genova e Triestina 9; Fiorentina e Torino 8; Napoli 7; Alessandria, Milan, Modena, Pro patria e Pro Vercelli 5; Brescia 4; Bari e Lazio 3.
 Il Bologna passa indenne anche dallo scontro al vertice di Roma, risultato estremamente utile alla Juventus che raggiunge i giallo-rossi. Di questo risultato non ne approfitta l’Inter battuta a Modena.

In coda vince il Milan sul Napoli, ancora battuto in trasferta, mentre ora la situazione si fa difficile per la Lazio. Evidentemente, tranne qualche eccezione, i molti brasiliani arrivati non sono adatti al campionato italiano.
8a GIORNATA: domenica  8 novembre 1931         

Ambrosiana-Alessandria  4-0    

1′ Demaria, 4′ Serantoni, 11′ Visentin, 64′ Ferrero

Bari – Juventus         0-1    

85′ Munerati

Bologna – Genova        2-0    

53′ Reguzzoni, 73′ Maini

Brescia – Milan         2-3    

5′ Magnozzi, 17′ Gasperini (BR), 23′ e 40′ Bocchi, 64′ Maffioli (BR)

Casale – Roma           1-0    

25′ Borel I

Lazio – Triestina       2-0    

59′ Fantoni II, 70′ aut. Colombari

Napoli – Fiorentina     0-2    

52′ e 80′ Petrone

Pro Vercelli – Modena   2-1    

7′ Piola, 62′ Morselli (MO), 89′ Ferraris II

Torino – Pro Patria     3-1    

13′ Libonatti, 28 aut. Latella, 40′ Rossi (PR), 42′ Silano

 classifica:

Bologna 14; Juventus 12; Ambrosiana e Casale 11; Fiorentina, Roma e Torino 10; Genova e Triestina 9; Milan, Napoli e Pro Vercelli 7; Alessandria, Lazio, Modena e Pro Patria 5; Brescia 4; Bari 3.
 La Roma perde a Casale e perde contatto dal Bologna vittorioso sul Genoa. Federico Munerati, in grande condizione di forma, porta la Juventus alla vittoria sul campo del Bari e la insedia a secondo posto a due punti dalla vetta e con un punto di vantaggio su Inter e Casale.

Dopo otto gare il  campionato si ferma per dar spazio alla nazionale alle prese con la Coppa Internazionale. A Roma arriva la forte Cecoslovacchia. Pozzo conferma più o meno la propria formazione, eccezion fatta per la coppia di terzini. Per questa partita egli si affida al duo felsineo Monzeglio-Gasperi; mancando Caligaris e Baloncieri, Gianpiero Combi si ritrova per la prima volta con la fascia di capitano al braccio.
94: Roma (Stadio Nazionale del P.N.F.) –domenica, 15 novembre 1931 – ore 14,45

ITALIA-CECOSLOVACCHIA 2-2                 (C.I. II ed, 3’a gara)

RETI: 53’ Pitto (I), 55’ Svoboda, 57’ Bernardini rig. (I), 83’ Svoboda

ITALIA: Combi (Juventus) 33 (cap.), Monzeglio (Bologna) 7, F. Gasperi (Bologna) 2, Ferraris IV (Roma) 16, Bernardini (Roma) 24, Pitto (Fiorentina) 22, Costantino (Roma) 12, Cesarini (Juventus) 6, Meazza (Ambrosiana – Inter) 11, Ferrari G. (Juventus) 8, Orsi (Juventus) 13. C.T.: V. Pozzo.

CECOSLOVACCHIA: Planicka, Burgr, Ctyroky, Madelon, Simpersky, Srbekj, Junek, Soltys, Svoboda (cap.), Silny, Kreuz. C.T.: Fanta.

ARBITRO: Ruoff (Svizzera).

SPETTATORI: 35.000
 Il pareggio a sette minuti dalla fine realizzato da Svoboda toglie agli azzurri una vittoria che altrimenti avrebbe permesso loro di ipotecare la conquista della coppa.

Alla ripresa il campionato propone una giornata ad alta tensione con la supersfida tra Bologna ed Ambrosiana, la trasferta della Juventus a Trieste, mentre la Roma cerca risposte sul terreno della Fiorentina.
9a GIORNATA: domenica 22 novembre 1931        

Alessandria-Pro Vercelli4-5    

20′ Cornara (AL), 30′ Seccatore, 33′ e 34′ Piola, 44′ Notti (AL), 53′ Piola, 58′ Cattaneo (AL), 71′ Cornara (AL), 72′ Piola

Bologna – Ambrosiana    2-0    

25′ Schiavio, 70′ Fedullo

Fiorentina – Roma       3-1    

5′ Volk (RM), 22′ Rivolo, 38′ Prendato, 73′ Petrone

Lazio – Genova          0-0

Milan – Modena          5-0    

29′ Magnozzi, 62′ Arcari, 66′ Moroni, 69′ Pastore, 89′ Arcari

Napoli – Casale         5-1    

1′ Borel I (CA), 23′ Tansini 27′ Mihalic, 56′ Benatti, 75′ Vojak, 76′ Mihalic

Pro Patria – Brescia    0-0

Torino – Bari           6-1    

22′ Gay (BA) rig., 39′ Silano rig., 44′ e 55′ Bo, 61′ Libonatti, 64′ Rossetti, 74′ Libonatti

Triestina – Juventus    0-1    

40′ Orsi

 classifica:

Bologna 16; Juventus 14; Fiorentina e Torino 12; Ambrosiana e Casale 11; Genova e Roma 10; Milan, Napoli, Pro Vercelli e Triestina 9; Lazio e Pro Patria 6; Alessandria, Brescia e Modena 5; Bari 3.
Lo stop per la nazionale non ferma la marcia di Bologna e Juventus che staccano progressivamente le avversarie. Al terzo posto balzano il Torino trascinato dai
sempiterni Rossetti e Libonatti e la Fiorentina che, con la vittoria sulla Roma,  dimostra in pieno la bontà dell’organico costruito in estate. Il Casale, invece, cade pesantemente a Napoli. Ad Alessandria va in scena uno dei tanti show di Silvio Piola che ne caratterizzeranno la carriera. Il giovane bomber vercellese serve ai grigi un poker.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento