CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1931-32: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 12a ALLA 17a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Mentre un italo argentino si appresta, se vogliamo involontariamente, ad entrare nel costume linguistico nazionale, un altro chiude gloriosamente la sua avventura con la maglia azzurra. Infatti in questa gara il fromboliere Giulio Libonatti totalizza la sua ultima presenza e realizza il suo ultimo gol, entrando anch’egli nel libro dei record del calcio italiano in quanto è l’oriundo che ha realizzato di più in maglia azzurra: Libonatti ha totalizzato
infatti 17 presenze marcando ben 15 reti. (nessuno, che abbia totalizzato almeno dieci gettoni azzurri,  ha una media gol così alta!)

Ora l’Italia è la grande favorita per la riconquista della Coppa.
12a GIORNATA: domenica 20 dicembre 1931

       

Alessandria – Triestina 4-0    

31′ Scagliotti, 42′ Cornara, 67′ Cattaneo, 75′ Cornara

Ambrosiana – Roma       2-1    

3′ Volk (RM), 22′ Visentin,  e Visentin

Casale – Fiorentina     3-2    

1′ Petrone (FI), 12′ e 57′ Borel I, 71′ Petrone (FI), 76′ Borel I

Genova – Brescia        4-0    

5′ Mazzoni, 27′ Banchero I, 60′ Patri, 83′ Casanova

Lazio – Bari            3-2    

37′ aut. Ballerio, 46′ Scategni (BA), 55′ Bisigato (BA), 60′ e 86′ Guarisi

Napoli – Modena         4-1    

13′ Sallustro, 27′ Tansini, 30′ Mihalic, 41′ aut. Fontana (MO), 42′ Vojak

Pro Patria – Bologna    0-2    

17′ Baldi, 60′ Schiavio

Pro Vercelli – Milan    0-2    

16′ Magnozzi, 33′ Pastore

Torino – Juventus       0-0

 classifica:

Bologna 20; Juventus 18; Torino 16; Ambrosiana, Fiorentina e Milan 15; Casale e Roma 14; Genova 13; Napoli e Pro Vercelli 11; Alessandria e Triestina 10; Lazio e Pro Patria 8; Brescia 7; Modena 6; Bari 5.
 Il Bologna passa anche a Busto Arsizio e allunga sulla Juventus fermata sullo 0 a0 dal Torino dopo un derby nervoso che ha visto i granata terminare in inferiorità numerica per l’espulsione di Silano. La Roma si allontana dalla vetta dopo la sconfitta di Milano, nella quale Volk, autore del momentaneo vantaggio giallo-rosso, viene  mandato anzitempo negli spogliatoi. Questo è il sintomo lampante del nervosismo regnante in casa romanista.

Arriva anche questo Natale 1931, al termine di un anno drammatico per molte nazioni. Tuttavia da quest’anno tutti i bambini del mondo vengono a conoscenza di come sia realmente fatto “Babbo Natale:” un vecchietto grassottello e con la barba pronto a dispensar doni. Anche per lui, però, vi sono grandi ristrettezze economiche e a molti ragazzini, soprattutto italiani, porterà un frutto o, ben che vada, il regalo dell’anno prima che i genitori avevano preventivamente messo via.
13a GIORNATA: domenica 27 dicembre 1931

       

Ambrosiana – Bari       0-0

Brescia – Bologna       0-1    

66′ Schiavio

Fiorentina-Pro Vercelli 1-0    

51′ Rivolo

Juventus – Lazio        1-2    

6′ Fantoni I, 7′ Spivach, 33’Orsi (JU) rig.

Modena – Casale         4-1    

30′ Piccaluga, 37′ Scaramelli, 39′ Piccaluga, 46′ Scaramelli, 69′ Celoria (CA)

Napoli – Genova         3-1    

8′ Sallustro, 22′ Patri (GE), 32′ Mihalic, 41′ Sallustro

Pro Patria-Alessandria  2-1    

57′ Conti, 66′ Rossi, 85′ Cattaneo (AL) rig.

Roma – Torino           2-3    

2′ Rossetti, 15′ Bernardini (RM), 17′ aut. Spiotta (RM), 31′ Libonatti, 49′ Lorini

Triestina – Milan       1-3    

26′ Moretti, 73′ Pastore, 77′ Pietrone (TR), 90′ Pastore

 classifica:

Bologna 22; Juventus e Torino 18; Fiorentina e Milan 17; Ambrosiana 16; Casale e Roma 14; Genova e Napoli 13; Pro Vercelli 11; Alessandria, Lazio, Pro Patria e Triestina 10; Modena 8; Brescia 7; Bari 6.
 Il Bologna passa a Brescia e vola in quanto la Juventus cade in casa contro la Lazio dei brasiliani. Eroe di giornata è il centrocampista Juan Fantoni che ha aperto le marcature. Ora i bianconeri hanno quattro lunghezze da recuperare, sono stati raggiunti dai cugini granata e sentono il fiato sul collo di Fiorentina e Milan. I rosso-neri, in particolare, sono la squadra del momento avendo ottenuto il settimo successo di fila.

Inizia così il 1932, anno nel quale, all’insaputa di tutti, si compirà il destino dell’intero pianeta. Fallito il congresso di Londra, la Società delle Nazioni, grazie anche al lavoro svolto dal cancelliere tedesco Brunning, organizza un nuovo incontro a Losanna previsto per il mese di febbraio. I problemi sul tavolo sono sempre gli stessi: i debiti delle nazioni sconfitte e il loro riarmo.
14a GIORNATA: domenica 3 gennaio 1932

        

Alessandria-Fiorentina  1-0    

44′ Scagliotti

Bari – Roma             1-2    

20′ Gay (BA) rig., 41′ Bernardini rig., 87′ Ferrari III

Bologna – Triestina     8-0    

1′ Fedullo, 9′ Maini, 13′ e 19′ Schiavio, 42′ Fedullo, 54′ Schiavio, 68′ Maini, 80′ Reguzzoni

Casale – Torino         1-1    

17′ Demarchi (CA) rig., 52′ Lorini

Genova – Ambrosiana     0-1    

25′ Scarone

Juventus – Modena       3-0    

18′, 34’e 71′ Orsi

Lazio – Brescia         2-0    

51′ Demaria, 87′ Guarisi

Milan – Pro Patria      1-1    

14′ Rossi, 71′ Magnozzi (MI)

Pro Vercelli – Napoli   1-1    

47′ Santagostino (PR), 87′ Buscaglia

 classifica:

Bologna 24; Juventus 20; Torino 19; Ambrosiana e Milan 18; Fiorentina 17; Roma 16; Casale 15; Napoli 14; Genova 13; Alessandria, Lazio e Pro Vercelli 12; Pro Patria 11; Triestina 10; Modena 8; Brescia 7; Bari 6.
 Otto gol alla Triestina e il Bologna vola! Dietro tiene il passo solo la Juventus trascinata da una tripletta di Orsi al Modena. Da segnalare l’impresa della Pro Patria che a San Siro impone il pari al Milan reduce da sette vittorie consecutive.

L’Ambrosiana passa a Genova e acuisce la crisi tecnica dei liguri che ora debbono guardarsi alle spalle. E’ evidente che la coppia di tecnici formata da Luigi Burlando e Guglielmo Stabile, che sta tentando di rimettersi dal grave infortunio subito mesi prima, non riesce a far rendere al meglio un gruppo ormai logoro. Gli appelli dei senatori della squadra Giovanni De Prà ed ancor prima Renzo De Vecchi, per un rinnovamento dell’organico, sono rimasti inascoltati e la società sembra avviata verso un inesorabile declino. La dirigenza intanto corre ai ripari avvicendando Luigi Burlando con  l’ungherese Carlo Rumbold, terzino della nazionale magiara ancora ai tempi in cui l’Ungheria faceva parte dell’Impero austro-ungarico.
 15a GIORNATA: domenica 10 gennaio 1932       

Ambrosiana – Lazio      2-0    

14’e 33′ Scarone

Bari – Pro Vercelli     1-0    

80′ Gay

Bologna – Alessandria   3-1    

15′ Cattaneo (AL), 40′ Sansone, 46’e 73′ Schiavio

Brescia – Juventus      0-4    

25′ Ferrari, 51′ aut. Gadaldi, 53′ Vecchina, 78′ Munerati

Modena – Fiorentina     1-1    

34′ Busini III, 47′ Scaramelli (MO)

Pro Patria – Napoli     0-0

Roma – Genova           6-0    

2′ Fasanelli, 35′ Volk, 36′ Costantino, 49′ Bodini II, 50′ Fasanelli, 80′ Volk

Torino – Milan          0-0

Triestina – Casale      2-2    

6′ Baldi II (TR), 11′ Borel I, 39′ Palumbo (TR), 74′ Demarchi

 classifica:

Bologna 26; Juventus 22; Ambrosiana e Torino 20; Milan 19; Fiorentina e Roma 18; Casale 16; Napoli 15; Genova 13; Alessandria, Lazio, Pro Patria e Pro Vercelli 12; Triestina 11; Modena 9; Bari 8; Brescia 7.
 Il Bologna continua a vincere, ma la Juventus risponde in modo convincente. Pareggiando a reti bianche il loro scontro diretto, Torino e Milan si allontanano dal vertice. Intanto l’avventura sulla panchina del Genoa di Rumbold inizia nel peggiore dei modi.
 16a GIORNATA: domenica 17 gennaio 1932       

Alessandria – Modena    5-0    

10′ Scagliotti, 38′ Marchina, 41′ Cattaneo, 43′ Cornara, 69′ Cattaneo

Casale – Bologna        1-5    

15′ e 20′ Reguzzoni, 37′ Maini, 47′ Gardini (CA), 72′ Reguzzoni, 75′ Schiavio

Fiorentina – Bari       2-1    

40′ Bisigato (BA), 77′ Prendato, 82′ Petrone

Genova – Pro Patria     4-1    

8′ Banchero I, 17′ Rossi (PR), 20′ Banchero I, 33′ Carpi, 82′ Esposto

Juventus – Ambrosiana   6-2    

16′ Maglio, 17′ Ferrari, 34′ Scarone (AM), 53′ Demaria (AM), 60′ Maglio, 76′ Munerati, 82′ Orsi, 89′ Vecchina

Lazio – Pro Vercelli    5-0    

38′ Demaria, 39′ Fantoni I, 59′, 82’e  88′ Guarisi rig.

Milan – Roma            1-2    

30′ Ferrari III, 32′ Volk, 68′ Marchi (MI)

Napoli – Brescia        1-1    

50′ Volpi, 89′ Benatti (NA)

Triestina – Torino      1-0    

77′ Demanzano

 classifica:

Bologna 28; Juventus 24; Ambrosiana, Fiorentina, Roma e Torino 20; Milan 19; Casale e Napoli 16; Genova 15; Alessandria e Lazio 14; Triestina 13; Pro Patria e Pro Vercelli 12; Modena 9; Bari e Brescia 8.
Bologna campione d’inverno con una giornata d’anticipo! Il verdetto arriva al termine di una cavalcata che si sta facendo esaltante. Gli emiliani, infatti, sono ancora imbattuti. In lizza rimane la sola Juventus che in questa giornata ha rifilato sei reti all’Inter spedendola ad otto lunghezze dal primato.

Analoga sorte è toccata al Torino sconfitto a Trieste, e al Milan battuto in casa da una Roma che cerca in tutti i modi di risollevarsi.

Il sabato che precede la giornata conclusiva del girone d’andata porta nelle edicole italiane un uovo passatempo: esce il primo numero della Settimana Enigmistica, rivista destinata a veder anche il nuovo millennio.
17a GIORNATA: domenica 24 gennaio 1932

       

Ambrosiana – Pro Patria 3-1    

21′ e 48′ Demaria, 74′ Rivolta, 86′ Dalfini (PR)

Bari – Triestina        3-2    

15′ Rocco (TR), 18′ Barzan rig., 72′ Baldi II (TR), 76′ Alice, 80′ Bisigato

Casale – Milan          0-1    

85′ Pastore

Fiorentina – Juventus   1-2    

12′ Munerati, 87′ Prendato (FI), 88′ Munerati

Modena – Lazio          3-1    

3′ Castelli (LA), 43′ Lombatti, 52’e 56′ Carnevali

Napoli – Bologna        1-1    

15′ Maini, 54′ Vojak (NA)

Pro Vercelli – Genova   4-2    

10′ Gatti, 60′ Mazzoni (GE), 62′ Carpi (GE), 67′ Ferraris II, 70′ Seccatore, 71′ Piola

Roma – Brescia          3-1    

5′ Ranelli (BR), 21′ e 52′ Costantino, 58′ aut. Morselli

Torino – Alessandria    1-3    

43′ Marchina, 59′ Scagliotti, 68′ Giudicelli (TO), 83′ Perazzo

 classifica:

Bologna 29; Juventus 26; Ambrosiana e Roma 22; Milan 21; Fiorentina e Torino 20; Napoli 17; Alessandria e Casale 16; Genova 15; Lazio e Pro Vercelli 14; Triestina 13; Pro Patria 12; Modena 11; Bari 10; Brescia 8.
 Munerati regala la vittoria alla Juventus sul difficile campo della Fiorentina e permette ai bianco-neri di recuperare un punto sul Bologna fermato sul pareggio a Napoli. In terza posizione si porta la Roma, sebbene tra tanti mugugni. In fondo alla classifica la situazione si sta facendo intricata in quanto
sono coinvolte parecchie formazioni nella lotta per non retrocedere. Insomma il girone di ritorno si presenta davvero avvincente.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento