CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LA 9a E LA 10a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1930-31

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’ingaggio del fuoriclasse italo-argentino Guglielmo Stabile catalizza ancor di più l’attenzione degli addetti ai lavori sulla classicissima Genoa-Bologna. Nonostante il lungo viaggio appena affrontato, il forte attaccante neo genoano dovrebbe scendere in campo.
8a GIORNATA: domenica 16 novembre 1930

        

Alessandria – Ambrosiana  2 – 0    

14′ e 44′ Banchero II

Genoa – Bologna         3 – 1    

30′, 46′ e 71′ Stabile, 75′ Pitto (BO)

Juventus – Legnano      1 – 0    

17′ Orsi

Livorno – Pro Vercelli  3 – 1    

5′ Lessi, 21′ e 30′ Corsetti, 45′ Ferraris II (PR)

Milan – Brescia         1 – 0    

45′ Magnozzi

Modena – Triestina      2 – 0    

26′ e 69′ Mazzoni

Napoli – Lazio          2 – 0    

3′ Tansini, 10′ Sallustro II

Pro Patria – Torino     1 – 2    

16′ Silano, 27′ Chiesa (PR), 89′ Baloncieri

Roma – Casale           3 – 1    

9′ Bernardini, 15′ e 52′ Volk, 79′ Mattea (CA)

 CLASSIFICA:

Juventus 16; Bologna, Napoli e Roma 11; Modena e Torino 10; Lazio 9; Brescia, Genoa e Pro Patria 8; Alessandria, Ambrosiana, Legnano, Milan, Pro Vercelli e Triestina 6; Casale e Livorno 3.
 La Juve vola! Complice la seconda sconfitta del Bologna, i torinesi ora godono di cinque punti di vantaggio sulle seconde. A proposito dei felsinei, va rammentato che sono stati stesi da una maiuscola prestazione dell’argentino del Genoa Stabile che, a sole quarant’otto ore dal suo arrivo mette in mostra tutto il suo repertorio fatto di scatti devastanti e di dribling ubriacanti. Giova ricordare che a quindici anni “El Filtrador”, questo è il suo nomignolo, era in grado di percorrere i cento metri in undici secondi. Ora ha messo queste enormi doti di velocista al servizio del gioco del calcio.

Si fa invece preoccupante la posizione dell’Ambrosiana che, dopo la sconfitta di Alessandria, si ritrova terz’ultima, appaiata al Milan nel quale realizza la rete decisiva Mario Magnozzi.
 9a GIORNATA: domenica 23 novembre 1930

Ambrosiana – Bologna      0 – 1    

32′ Ottani

Brescia – Pro Patria      3 – 1    

27′ Maffioli, 53′ Frisoni II rig., 69′ Masera (PR), 79′ Giuliani

Casale – Pro Vercelli     2 – 2    

5′ Demarchi (CA) rig., 12’Montiglio (CA), 49′ Gatti, 88′ Roggero

Juventus – Napoli         1 – 2    

2′ Buscaglia, 25′ Vojak, 76′ Cesarini (JU)

Lazio – Genoa             5 – 0    

50′ Cevenini V, 57′ Foni, 75′ Malatesta, 80′ Pastore, 89′ Malatesta

Legnano – Torino          0 – 1    

65′ Silano

Livorno – Roma            1 – 3    

11′ Bernardini, 31′ Volk, 49′ Baldi (LI), 55′ Volk

Modena – Milan            3 – 0    

30’e  57’Carnevali, 60’Mazzoni

Triestina – Alessandria   0 – 1    

19’Avalle

 CLASSIFICA:

Juventus 16; Bologna, Napoli e Roma 13; Modena e Torino 12; Lazio 11; Brescia 10; Alessandria, Genoa e Pro Patria 8; Pro Vercelli 7; Ambrosiana, Legnano, Milan e Triestina 6; Casale 4; Livorno 3.
 Il campionato tira un sospiro di sollievo! Va ringraziato il Napoli che con i gol di Buscaglia e dell’ex bianconero Antonio Vojak passa a Torino fermando la marcia della Juve.

Per il calcio milanese è crisi nera; le due rappresentanti del capoluogo lombardo vengono sconfitte e debbono sempre più pensare a non retrocedere dato che il penultimo posto è a soli due punti da loro.

La Lazio stronca la ripresa del Genoa infliggendo ai liguri un pesantissimo 5 a 0. Va detto che i rosso – blu hanno disputato quasi tutto l’incontro in inferiorità numerica a causa dell’infortunio occorso a Stabile che ha iniziato a fare la conoscenza con i terzini nostrani.

Lo storico successo esterno dei partenopei allenati da William Garbut, ottenuto in una delle culle del calcio italiano, trova grande risalto soprattutto nei quotidiani locali della Campania. Almeno nel calcio, le distanze tra il nord sviluppato e il sud ancora povero sembrano ridursi drasticamente. Uomini come Enrico Colombari, Antonio Vojak, Attila Sallustro e “Manselin” Mihalic diventano l’orgoglio diun’intera città.
10a GIORNATA: domenica 30 novembre 1930

       

Bologna – Modena          2 – 0    

30′ Maini, 63’Dellavalle

Casale – Pro Patria       4 – 0    

9′ Montiglio, 11′ Demarchi, 16′ Gardini, 74′ Patrucchi

Lazio – Alessandria       3 – 1    

2′ Avalle (AL), 65′ Pastore, 80′ Malatesta, 85′ Cevenini V

Livorno – Ambrosiana      0 – 2    

75′ Viani, 86′ Conti

Milan – Legnano           2 – 0    

3′ Torriani, 50′ Sternisa

Napoli – Brescia          3 – 1    

1′ Giuliani (BR), 10′ Vojak, 41′, e 87′ Mihalic

Pro Vercelli – Roma       0 – 3    

8′ Chini, 13′ Costantino, 27′ Eusebio

Torino – Genoa            0 – 2    

36′ Bodini, 64′ Levratto

Triestina – Juventus      0 – 0

 CLASSIFICA:

Juventus 17; Bologna, Napoli e Roma 15; Lazio 13; Modena e Torino 12; Brescia e Genoa 10; Alessandria, Ambrosiana, Milan e Pro Patria 8; Pro Vercelli e Triestina 7; Casale e Legnano 6; Livorno 3.
 La Juventus, nonostante si sia trovata in superiorità numerica per l’espulsione del giuliano Pasinati,  pareggia a Trieste e le inseguitrici si portano a soli due punti. In questa fase iniziale va rilevato anche il buon campionato della Lazio, che senza grandi proclami, si sta mantenendo nelle zone nobili della graduatoria.

Le milanesi respirano vincendo  ed allontanandosi leggermente dalla zona a rischio. Chi sembra essere già tagliato fuori è il Livorno. I toscani hanno perso 8 delle prime 10 gare.

Fuori dai confini del nostro Paese, l’Europa continentale incorona lo Spartak Praga regina. I cecoslovacchi hanno sconfitto in finale il Rapid Vienna, vincendo 2 a 0 nella Cappitale austriaca e perdendo in casa per 3 a 2.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento