CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

MARCELLO “MANSELIN” MIHALIC

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Nasce a Fiume nel 1907 ed entra a far parte delle giovanili della squadra locale. A 21 anni viene promosso in prima squadra, con la quale sfiora la permanenza nel primo campionato a girone unico della storia del calcio previsto per la stagione 1929-30. Oltre ad essere dotato di classe, il giocatore è forte fisicamente tanto da attrarre l’attenzione di Roma e Napoli. Per decisione federale il giocatore passa al Napoli nel 1929 dove trova Attila Sallustro. Con l’italo paraguaiano forma una coppia talmente affiatata che il neo ct. della nazionale Vittorio Pozzo convoca i due per
il proprio esordio. Mihalic diventa così il primo istriano a vestire la maglia azzurra.

Dopo l’esperienza partenopea, coronata da 94 presenze e ben 31 reti, passerà alla Juventus, ma la presenza in rosa di giocatori come Renato Cesarini e Giovanni Ferrari gli toglieranno spazio costringendolo ad una chiusura di carriera anonima vestendo le maglie di Pistoiese e Catania.

Appese le scarpe al fatidico chiodo, Mihalic ha una breve esperienza come allenatore della Fiumana prima di abbandonare per sempre il mondo del calcio. Col passaggio di Fiume alla Jugoslavia, Mihalic scappa a Trieste e con la famiglia vi rimane fino al 1984, quando raggiungerà uno dei figli a Torino, città nella quale trova la morte nel 1996.

PROSEGUI CON:

ANTONIO VOJAK

TORNA A:

RODOLFO "SCIABOLONE" VOLK Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento