CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LUIGI SACCHETTI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Nasce a Reggio Calabria il 22 marzo 1958 e s’impone all’attenzione degli appassionati di calcio non ancora ventenne indossando la maglia della Fiorentina. Per due stagioni, tra il 1979 e il 1981, vince la classifica del miglior giovane della serie A. Questo, però, non gli preserva il posto in squadra da titolare, così, una volta vistosi chiuso da giocatori più esperti di lui, accetta il trasferimento al Verona nel 1982. In breve diventa una delle colonne della squadra che incanta l’Italia, nonché uno dei giocatori più amati dai tifosi scaligeri per la generosità delle sue prestazioni. “Gigi sette polmoni” così viene chiamato per il suo continuo movimento, è un superbo portatore d’acqua capace, di quando in quando, di balzare agli onori delle cronache grazie a gol da antologia, come la splendida sventola che, in un pomeriggio di settembre 1983, ammutoliva i centomila del Maracanà di Belgrado. Il giocatore è avviato verso la piena consacrazione, quando un infortunio lo mette fuori

causa per quasi un anno. Rientra nell’anno dello scudetto mettendosi a disposizione, così come lo sarà, tranne una pausa al Brescia nella stagione 1986-87, fino al

1988.

Terminata la carriera agonistica, Sacchetti torna a Verona, ormai la sua città adottiva, dove lavora come allenatore in alcune squadre minori della provincia

scaligera.

PROSEGUI CON:

EMILIANO MASCETTI

TORNA A:

LUCIANO BRUNI Le favole del calcio: IL VERONA CAMPIONE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento