CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LA 13a, 14a E 15a GIORNATA DEL GIRONE D’ANDATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1981-82

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’”anno che verrà,” riprendendo il titolo di una famosissima canzone di Lucio Dalla, grande successo di questi ultimi anni, rivoluziona l’offerta del mondo televisivo. Inperversano le Tv private: il 3 gennaio, infatti,un network di 18 televisioni locali guidato dall’editore Edilio Rusconi
si unisce per trasmettere su scala nazionale il segnale di una nuova rete televisiva: nasce Italia 1. Nella stessa domenica riprende la corsa della serie A. L’attenzione va tutta a San Siro: la società ha dato un ultimatum chiaro al tecnico Radice: o la vittoria, o l’esonero.
13a GIORNATA: domenica 3 gennaio 1982

Ascoli – Torino 0-0

Bologna – Genoa 1-1

43′ Briaschi, 57′ Mancini (BO)

Catanzaro – Cesena 3-0

52′ Bivi, 58′ Celestini, 88′ Sabato

Como – Avellino 0-1

48′ Juary

Fiorentina – Inter 4-2

25′ Bertoni, 48′ Serena (IN), 50′ Bertoni rig., 57′ Graziani, 62′ Serena (IN), 65′ Pecci

Juventus – Udinese 1-0

52′ Galderisi

Milan – Cagliari 1-0

73′ Battistini

Napoli – Roma 1-0

79′ Citterio

CLASSIFICA:

Fiorentina 19; Juventus 18;Inter e Roma 16; Avellino e Napoli 15; Ascoli e Catanzaro 13; Genoa e Udinese 12; Cagliari 11; Bologna, Cesena e Milan 10; Torino 9; Como 7.

Largo ai giovani! Sembra dire questa prima giornata dell’anno solare 1982. Il robusto Aldo Serena salva la faccia all’Inter nella pesante sconfitta di Firenze che mantiene i viola al comando, allontanando nel contempo gli uomini di Bersellini dalla vetta. Il successo dei ragazzi allenati da De Sisti impressiona per autorità e tutti, ora, si chiedono che cosa accadrà al momento del rientro di Giancarlo Antognoni, per il quale sono arrivate notizie rassicuranti. La Juventus rimane a contatto della capolista grazie al primo gol in serie a del giovane Giuseppe Galderisi, piccola punta nata a Salerno che sta studiando da futuro Paolo Rossi.

Pure in coda due giovani sono i protagonisti assoluti nelle rispettive società: Gigi Radice salva la sua panchina grazie al gol realizzato dal diciannovenne Sergio Battistini, mentre Roberto Mancini è sempre più il leader assoluto del suo Bologna.

La settimana si apre con una nuova emittente televisiva pronta a dar battaglia: nasce Rete 4, costituita dal gruppo editoriale Mondadori appoggiandosi a 23 emittenti locali.

Si attende così la penultima giornata del girone d’andata con la grande sfida di Napoli tra i partenopei e la Juventus.
14a GIORNATA: domenica 10 gennaio 1982

Ascoli – Roma 0-1

23′ Conti

Cagliari – Avellino 0-0

Catanzaro – Genoa 1-0

26′ Borghi

Cesena – Como 1-1

16′ Schachner (CE), 56′ Nicoletti

Inter – Bologna 2-1

34′ Bergomi, 76′ Altobelli, 79′ Fiorini (BO)

Napoli – Juventus 0-0

Torino – Milan 2-1

65′ G. Ferri, 70′ Battistini (MI), 90′ Dossena

Udinese – Fiorentina 1-2

17′ Bertoni, 56′ Muraro (UD), 62′ Graziani

CLASSIFICA:

Fiorentina 21; Juventus 19; Inter e Roma 18; Avellino e Napoli 16; Catanzaro 15; Ascoli 13; Cagliari, Genoa e Udinese 12; Cesena e Torino 11; Bologna e Milan 10; Como 8.

Ciccio Graziani fa volare la Fiorentina approffittando del contemporaneo pareggio juventino sul campo del Napoli. Da qualche domenica la marcia dei viola si è fatta inarrestabile, confermando quanto di buono fatto nella campagna trasferimenti estiva.

In coda si registra la beffarda sconfitta subita dal Milan sul campo del Torino grazie ad una rete realizzata al ’90 da Beppe Dossena.

In settimana la Roma, reduce da un’importantissima vittoria sul campo di Ascoli che la rimette in corsa, ha la possibilità di accorciare ulteriormente le distanze recuperando la gara di Catanzaro. Si tratta comunque di un impegno difficile, a causa dell’ottimo campionato degli uomini allenati da Bruno Pace.
RECUPERO 11a GIORNATA: mercoledì 13 gennaio 1982

Catanzaro – Roma 1-1

18′ Bivi (CZ), 53′ Nela
Alla Roma l’intento di rientrare totalmente in corsa riesce a metà, dovendo impattare la rete di Eddy Bivi, centr’avanti pescato dalla serie C2, autentico crack stagionale.

Con queste premesse ci si prepara ad affrontare la conclusione del girone d’andata, che dovrebbe assegnare il titolo d’inverno alla Fiorentina.
15a GIORNATA: domenica 17 gennaio 1982

Avellino – Inter 0-1

79′ Altobelli

Bologna – Ascoli 2-1

9′ Mandorlini (AS), 54′ Pileggi, 60′ Mancini

Como – Torino 0-1

24′ Bonesso

Fiorentina – Cagliari 1-1

45′ Sacchetti (FI), 62′ Piras

Genoa – Napoli 2-0

14′ Russo, 77′ Briaschi

Juventus – Catanzaro 4-1

2′ e 21′ Galderisi, 37′ aut. Zaninelli, 44′ Santarini (CZ), 83′ Bonini

Milan – Cesena 1-0

4′ Antonelli

Roma – Udinese 1-1

17′ Cattaneo, 59′ Nela (RM)

CLASSIFICA:

Fiorentina 22; Juventus 21; Inter e Roma 20; Avellino, Catanzaro e Napoli 16; Genoa 14; Ascoli, Cagliari, Torino e Udinese 13; Bologna e Milan 12; Cesena 11; Como 8.
Nonostante il pareggio interno contro il Cagliari allenato dall’ex Paolo Carosi, la Fiorentina diventa campione d’inverno, ma deve guardarsi le spalle dal veemente ritorno al successo della Juventus e dalla rimonta di Inter e Roma. Le quattro compagini sono pronte a contendersi il titolo in un appassionante girone di ritorno.

In coda la prima rete stagionale di Roberto Antonelli riporta il Milan al successo, relegando il Cesena in penultima posizione. Anche qui, però, la situazione si delinea molto complessa con mezza categoria coinvolta nella bagarre.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.