CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CATANZARO-JUVENTUS 1-0: BIANCONERI CONTRO IL TERRENO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Pur affrontando i consueti problemi quotidiani, la settimana degli appassionati di calcio trascorre nell’attesa dell’apertura del girone di ritorno di questo intenso campionato. La domenica, mentre la maggior parte delle famiglie è riunita attorno al tradizionale “pranzo della festa” (alcuni lo consumano in velocità prima di recarsi allo stadio) il telegiornale manda dall’Irlanda del Nord immagini di sangue. Dopo varie manifestazioni ostili a Londra, intervengono le truppe britanniche per sedare i disordini. Scontro con i dimostranti: i militari sparano sulla folla. 13 morti e un centinaio di feriti. La tensione non si spegnerà per mesi fino a quando il 31 luglio le truppe corazzate britanniche occupano militarmente la parte di Belfast e Londonderry abitata dai cattolici. L’IRA risponderà con nuovi attentati terroristici.
16a GIORNATA: domenica 30 gennaio 1972

Atalanta – Inter 1-0

33′ Moro

Bologna – Sampdoria 1-0

90′ Savoldi rig.

Catanzaro – Juventus 1-0

84′ Mammì

LR. Vicenza – Roma 0-1

85′ Franzot

Milan – Varese 3-1

48′ Benetti, 54′ aut. Sabadini (VA), 58′ Villa, 88′ aut. Della Giovanna

Napoli – Fiorentina 0-0

Torino – Mantova 1-0

21′ Sala

Verona – Cagliari 0-2

18′ aut. Colombo, 36′ Riva

CLASSIFICA:

Juventus e Milan 24; Cagliari 22; Roma e Inter 21; Fiorentina e Torino 20; Napoli 17; Sampdoria 16; Atalanta 14; Bologna 12; Catanzaro, LR. Vicenza e Verona 11; Mantova 7; Varese 5.
Una Catanzaro in festa ha atteso trepidante l’arrivo della Juventus, la più amata dagli appassionati di calcio calabresi. Tutto è pronto per il grande evento, compreso il terreno di gioco dello Stadio Militare che, secondo molti un po’ misteriosamente, si presenta inzuppato fino ai limiti
della praticabilità. I giocatori bianco-neri, più tecnici, incontrano enormi difficoltà ad esprimere il loro gioco e la difesa calabrese stronca puntualmente le trame offensive di Capello e compagni. Lo storico gol di Mammì dà la stura ad un mare di polemiche. Si fa strada l’ipotesi che il campo sia stato allagato artificiosamente con alcune pompe. Oltre al puro fatto sportivo, con una gara falsata da fattori esterni, si apre anche una questione morale riguardante l’opportunità di sprecare così tanta acqua in una regione in perenne crisi idrica, e tutto solamente per avere qualche possibilità in più di vincere una partita di calcio! Fatto sta che nessun rappresentante della società calabrese smentirà mai quanto accaduto, tanto meno il presidente Ceravolo, giustamente convinto che, una volta smontate le polemiche, passerà alla storia del calcio solamente l’eccezionalità del fatto.

Intanto Milan e Cagliari approfittano del passo falso della Juventus, i rossoneri agganciandola al comando, i sardi riducendo lo svantaggio a sole due lunghezze.

Si avvicina alla vetta anche il Torino.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento