CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1948-49: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 16a ALLA 19a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La Juventus ha aperto una nuova via destinata ad arricchire tecnicamente il campionato italiano di calcio.
 16a GIORNATA: domenica 19 dicembre 1948       

 Atalanta – Inter        1-2    

26′ Lerici, 34′ Nyers, 49′ aut. Giovannini (AT)

Bari – Lucchese         0-0

Fiorentina – Torino     0-0

Juventus – Palermo      3-2    

22′ Hansen, 42′ Pavesi (PA), 71′ Boniforti (PA) rig., 78′ Hansen, 80′ Caprile

Lazio – Modena          5-1    

12′ Fabbri (MO), 32′ De Andreis, 51′ Puccinelli, 69′ e 80′ Magrini, 81′ Alzani

Milan – Bologna         2-2    

9′ Mike, 15′ e 24′ Carapellese (MI), 87′ Mike

Novara – Genoa          1-2    

18′ Castelli (NO), 43′ Grisanti, 56′ Verdeal

Padova – Triestina      0-0

Pro Patria – Roma       1-1    

17′ Venturi, 41′ Candiani (PR)

Sampdoria – Livorno     3-0    

21′ Bassetto, 44′ Baldini, 71′ Gei

 CLASSIFICA:

Torino 23; Inter 22; Genoa 21; Lucchese, Milan e Sampdoria 20; Fiorentina 18; Palermo e Roma 17; Juventus e Padova 16; Bologna,

Modena, Pro Patria e Triestina 13; Atalanta 12; Livorno e Novara 11; Lazio 10; Bari 8.

La Fiorentina impone il pari al Torino e l’Inter ne approfitta per riavvicinarsi. Secondo successo consecutivo per la Juventus trascinata dai gol di

Hansen, mentre sorride anche il Genoa guidato in panchina da Federico Allasio che si trova in quarta posizione.

Nel giorno dell’anti vigilia di Natale a Bergamo viene recuperato un incontro della quattordicesima giornata. Il campionato lungo sta imponendo ritmi serrati.

 RECUPERO 14’A GIORNATA: giovedì 23 dicembre 1948

 Atalanta – Sampdoria    1-5 

29′ Curti, 47′ Bassetto, 53′ Korostelev (AT) rig., 54′ Baldini, 78′ Rebuzzi II, 81′ Bassetto
 A Bergamo i ragazzi di Adolfo Baloncieri danno spettacolo ancora una volta e si portano a ridosso del Torino. La triade d’attacco composta da

Renato Gei, Adriano Bassetto e Giuseppe Baldini, sostenuta a centrocampo da giocatori esperti come Rebuzzi II e Coscia funziona a meraviglia e i tifosi di quella
che viene considerata come la seconda squadra di Genova, possono sognare.

Ora si può pensare al Natale. Il clima nazionale è molto teso in quanto si sta decidendo se entrare nel Patto Atlantico o no. A favore ci sono le forze cattoliche,

contrarie quelle di sinistra legate al Partito Comunista. Questa divisione interna riflette quella internazionale. La tensione è tanta, si
guarda a Berlino, bloccata dalle forze sovietiche per via terrestre e rifornita da quelle americane per via aerea. Il dibattito parlamentare in merito all’adesione

alla N.A.T.O. si risolve in questo modo: alla Camera votano a favore 342deputati, 170 sono i contrari, 19 gli astenuti. Mentre al Senato 183 contro 112.

Nel discorso di Natale, pur auspicando la pace, Pio XII sostiene la legittimità della guerra (Nato) come estremo mezzo di difesa. Al Papa sfugge che l’eventuale

intervento italiano in un conflitto puo’ essere richiesto dalla Nato in un Paese dove l’Italia ha buoni rapporti ma deve combatterlo se questo intrattiene invece

cattivi rapporti con l’America. Tali occasioni non mancheranno. Volere o no, tuttavia, se gli italiani possono trascorrere un Natale pervaso da una certa fiducia nel

futuro, è anche grazie agli aiuti e agli stanziamenti degli Stati Uniti previsti dal piano Marshall. Dopo la vittoria di De Gasperi nelle elezioni di aprile, questi si

sono fatti ancora più massicci. Sintomatico è quanto  avvenuto il 3 luglio a Milano con il cardinale Schuster che benedice gli enormi
quantitativi di generi alimentari mandati dalla “Provvidenza”; probabilmente  nel 1948 la “Provvidenza” aveva la bandiera a stelle e a strisce!

17a GIORNATA: domenica 26 dicembre 1948       

 Atalanta – Bari         0-2    

13′ e 25′ Canonico

Bologna – Palermo       1-0    

88′ Giorgi

Genoa – Torino          3-0    

48′ Mazza, 59′ aut. Operto II, 80′ Pellicari rig.

Juventus – Roma         0-0

Lazio – Sampdoria       2-0    

10′ Magrini, 82′ D’Avino

Livorno – Milan         2-1    

39′ Stradella, 56′ Carapellese (MI), 67′ Dante

Lucchese – Novara       5-1    

5′ Merlin, 10′ Bacci, 15′ Piola (NO), 18′ Conti I, 44′ e 80′ Fabian

Modena – Pro Patria     1-1    

6′ Braglia (MO), 18′ Pozzi

Triestina – Fiorentina  4-0    

15′ Trevisan, 23′ Rossetti, 48′ Begni, 80′ Ispiro

 CLASSIFICA:

Genoa e Torino 23; Inter, Lucchese e Sampdoria 22; Milan 20; Fiorentina e Roma 18;Juventus e Palermo 17; Padova 16; Bologna e

Triestina 15; Modena e Pro Patria 14; Livorno 13; Atalanta e Lazio 12; Novara 11; Bari 10.

 Crolla il Torino a Genova e i liguri sognano! Si trovano al comando, sebbene in coabitazione con i piemontesi con una gara in meno, ma ciò basta

alla tifoseria del grifone per  nutrire il sogno di appuntare la stella sulle maglie. Questa sarà l’ultima sconfitta subita dalla meravigliosa compagine piemontese.

Nella stessa giornata risorge la Lucchese, mentre cadono inaspettatamente la Sampdoria e il Milan.

RECUPERO 14’a GIORNATA: giovedì 30 dicembre 1948

 Bologna – Juventus      3-0

62′ e 83′ Mike, 85′ Tacconi

Torino – Bari           2-0

29′ Menti II, 51′ Ossola
Con il più classico dei 2 a 0 il Torino dimentica il rovescio di Genova e si riporta al comando della classiCade rovinosamente a Bologna la

Juventus, nella quale sembra già finito l’effetto Hansen. Tra i rosso-blu si segnala l’ungherese Mike, che sta disputando un campionato eccellente.

18a GIORNATA: domenica 2 gennaio 1949       

 Bari – Livorno          3-0    

48′ Voros, 63′ e 82′ Kincses

Fiorentina – Lazio      4-0    

33′ Galassi, 37′ Magli, 59′ e 77′ Galassi

Genoa – Modena          1-0    

42′ Verdeal

Lucchese – Bologna      1-1    

11′ Cappello, 39′ Merlin (LU)

Palermo – Padova        1-0    

26′ aut. Zanon

Roma – Atalanta         1-0    

14′ Tontodonati

Triestina – Inter       2-0    

1′ Begni, 41′ Pison

CLASSIFICA:

Genoa e Torino 25; Lucchese 23; Inter e Sampdoria 22; Fiorentina, Milan e Roma 20; Palermo 19; Bologna 18; Juventus e Triestina

17; Padova 16; Modena e Pro Patria 14; Livorno 13; Atalanta, Bari e Lazio 12; Novara 11.

 Il maltempo appieda quasi mezza serie A. Comunque festeggiano ancora una volta i genoani tornati al comando grazie ad un gol del solito Verdeal. La

triestina di Rocco conquista una vittoria di prestigio contro l’Inter.

19a GIORNATA: giovedì 6 gennaio 1949       

 Atalanta – Livorno      4-2    

53′ Busnelli, 69′ Korostelev rig., 74′ Cassani (LI), 79′ aut. Piram, 86′ Fabbri V, 88′ Stradella (LI) rig.

Bari – Bologna          3-0    

21′ Voros, 36′ Cavone, 58′ Hrotko

Inter – Fiorentina      7-1    

10′ Fiorini, 13′ Pandolfini (FI), 23′ Fiorini, 31′ Nyers rig., 68′ Armano, 77′ Amadei, 81′ Nyers, 89′ Amadei

Juventus – Padova       6-1    

17′ Caprile, 22′ Cergoli, 25′ e 39′ Jordan, 52′ Muccinelli, 58′ Hansen, 66′ Checchetti (PD)

Lazio – Novara          2-1    

49′ Piola (NO), 61′ De Andreis, 71′ Puccinelli

Lucchese – Roma         5-1    

52′ e 63′ Fabian, 72′ e 78′ Conti I, 85′ Bacci, 91′ Pesaola (RM)

Modena – Triestina      0-2    

54′ Pison, 56′ Tosolini

Palermo – Torino        2-2    

41′ Gabetto, 54′ Bongiorni, 72′ Pavesi (PA), 79′ Milani (PA)

Pro Patria – Genoa      2-1    

40′ Molina, 81′ Toros, 87′ Trevisani (GE)

Sampdoria – Milan       2-1    

7′ Gei, 22′ Carapellese (MI), 55′ Bassetto

 CLASSIFICA:

Torino 26; Genoa e Lucchese 25; Inter e Sampdoria 24; Fiorentina, Milan, Palermo e Roma 20; Juventus e Triestina 19; Bologna 18;

Padova e Pro Patria 16; Atalanta, Bari, Lazio e Modena 14; Livorno 13; Novara 11.

Nel giorno dell’Epifania termina il girone d’andata che proclama il Torino campione d’inverno, nonostante abbia una partita in meno. La squadra

granata si dimostra superiore a tutti, sebbene in qualche suo elemento inizi a sentirsi il peso degli anni, ma soprattutto delle tante battaglie. Ma dietro
vi sono dei validi giovanotti capaci di garantire continuità a questa squadra: ci riferiamo a Danilo Martelli, Ruben Fadini, Giuliano e anche ad un francesino,

tale Emile Bongiorni, autore di un gol decisivo nel match di Palermo. Dietro cade il Genoa, mentre torna a ruggire la Lucchese di “Gipo” Viani che schianta la Roma.
A suon di gol si fanno notare Inter e Juventus.

In coda amaro ritorno a Roma per Silvio Piola, che con il suo Novara perde lo scontro diretto con  la Lazio e vede allontanarsi la salvezza.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.